Samsung Galaxy Note 7: verrà presentato il 2 Agosto!

Ormai è ufficiale: il Samsung Galaxy Note 7 verrà presentato a New York il 2 Agosto 2016. Ecco quello che sappiamo per certo al momento.

1
97

Ormai è ufficiale: il Samsung Galaxy Note 7 verrà presentato il 2 agosto 2016. A dare la conferma di quanto si vocifera già da un po’, ci pensano gli inviti che la casa coreana sta mandando alla stampa, per invitare gli addetti ai lavori all’evento che si terrà proprio in quella data a New York. Non dovremo attendere molto, quindi, per sapere cosa ci riserverà la nuova generazione di phablet Samsung. La prima cosa certa che sappiamo è che ci sarà il salto della numerazione e, pertanto, siamo ormai certi che il nome del device sia Note 7.

Samsung Galaxy Note 7: cosa dobbiamo aspettarci

Vediamo, quindi, quali dovrebbero essere le caratteristiche principali del Note 7. 

Come detto, dagli inviti stessi, si evince la prima conferma a quelli che sono stati i rumors di questo periodo: il numero 6 verrà saltato, in modo tale da uniformare in tutto e per tutto la serie Galaxy. Dato che sono stati presentati da poco i nuovissimi Galaxy S7 Galaxy S7 Edge, la casa di produzione ha preferito inserire il numero 7 anche nel nome del phablet che sta per essere presentato, in modo tale da non mandare in confusione gli users.

Samsung Galaxy Note 7: verrà presentato il 2 Agosto! inviti Samsung Galaxy Note 7 TechNinja

Cosa sappiamo, invece, di quelle che dovrebbero essere le caratteristiche principali del device? A dire il vero, quello che ormai è dato quasi per certo è che di novità ce ne saranno ben poche. Quello che possiamo dire, al momento, è che ci dovrebbe essere un display QHD AMOLED, da 5,7 pollici. Tra le altre caratteristiche trapelate, si parla di una fotocamera posteriore da 12 MP, per foto ancora più professionali, e 64 GB di spazio di archiviazione.

Al momento, la cosa che ci rimane da fare è quella di attendere: del resto manca davvero poco per la presentazione ufficiale, che ormai è confermata e che, quindi, ci farà capire quanto è effettivamente confermato e quanto, invece, è stato solo un rumor con poco credito.