Google: arriva la Android Wear 2.0 Developer Preview 2

Rilasciata la seconda preview per developers di Android Watch 2.0: ecco tutte le novità introdotte e quello che dobbiamo aspettarci.

3
201

Per chi, dopo la presentazione ufficiale avvenuta al Google I/O 2016, attendeva di vedere qualcosa in più di Android Wear 2.0, l’attesa è finita.

Big G ha rilasciato ufficialmente la Android Wear 2.0 Developer Preview 2, che dà un gustoso assaggio di quello che è il nuovo sistema operativo per smartwatch. Cerchiamo, quindi, di vedere da vicino quali sono le novità che ci attendono e cosa ci propone Google con questa nuova versione.

Google: arriva la Android Wear 2.0 Developer Preview 2 android wear 2.0 TechNinja

Android Wear 2.0: caratteristiche

Sappiamo bene che, immediatamente dopo l’evento di presentazione, era stata rilasciata la prima developer preview del nuovo sistema operativo, in modo tale da permettere agli sviluppatori di incominciare a progettare le app compatibili.

Ora, dopo 2 mesi dalla presentazione ufficiale del nuovo sistema operativo, viene rilasciata la seconda preview che, come si può immaginare, va ad aggiungere dei tasselli importanti al quadro generale delle caratteristiche dello stesso.

La prima cosa da dire è che questa Android Wear 2.0 developer preview 2 è compatibile con LG Watch Urbane 2 e Huawei Watch e porta con sé alcune novità che devono essere viste da vicino. Essa, infatti, introduce qualcosina di nuovo, accanto a tutte quelle che sono le caratteristiche già viste nella prima preview. Nello specifico, si può notare un miglioramento dei drawer, che permette di accedere in maniera più semplice possibile alle app mediante scorrimento. Inoltre, sono stati introdotti anche nuovi attributi che vanno ad aiutare e a facilitare il lavoro di tutti quegli sviluppatori che vogliono spingere su quelli che sono i drawer personalizzati, che sono un elemento sempre molto apprezzato.

Inoltre, si deve notare che sono state reintrodotte alcune gesture come, ad esempio, quelle che servono per scorrere le notizie ma anche per selezionare degli elementi, per tornare indietro e così via. In questo modo, gli sviluppatori potranno usufruire di un sistema aperto e completamente personalizzabile per quel che concerne le gesture. Infine, si deve notare che il sistema è stato migliorato al fine di portarlo sullo stesso livello di Android Nougat per poter sfruttare quelle che sono le librerie introdotte dalla nuova versione del sistema operativo che verrà presentato a breve.