App privacy per smartphone: la ricerca negli States

Una nuova app consentirebbe di gestire impostazioni sulla privacy su iOS e Android

0
94
app privacy per smartphone

Una recente ricerca della Carnegie Mellon University avrebbe portato a termine un’app per Android e iOS per gestire al meglio la privacy sul tuo smartphone. Ecco tutti i dettagli.

I dettagli

App privacy per smartphone: la ricerca negli States app privacy per smartphone TechNinja

Con l’arrivo dei sistemi di riconoscimento delle impronte digitali e la possibilità, per i dispositivi della prossima generazione, di riconoscere addirittura l’iride dell’occhio, la privacy degli utenti sembra tutelata.

I maggiori sistemi operativi per smartphone utilizzano tecniche che evitano, come impostazioni di fabbrica che l’utente non può toccare, il passaggio dei dati personali non desiderato. C’è chi, come Apple e Google, ha fatto di questo la propria bandiera.

Non tutto, però, è proprio come sembra. Secondo una ricerca condotta dalla Carnegie Mellon University, i sistemi operativi iOS e Android non sono in grado di garantire la privacy in una chat criptata. In più, per garantire la privacy, l’user experience rischia di non essere al massimo.

Per poter garantire la privacy, infatti, bisogna fare un centinaio di scelte sullo smartphone, questo a patto di sapere già dove mettere le mani. Per questo, i ricercatori avrebbero creato un’app, dove raccogliere tutte queste impostazioni.

Se l’app per iOS e Android andasse bene, l’utente troverebbe lì tutto ciò che serve per impostare la privacy sul dispositivo e non ci sarebbero diverse operazioni da fare come avviene oggi.

Oltre a questo, l’app si svilupperebbe sfruttando l’intelligenza artificiale. Così, se l’utente ha fatto una scelta, tutte quelle di conseguenza sarebbero impostate in automatico dall’app, anche se l’utente potrebbe intervenire sempre manualmente in un secondo momento.

Se l’utente non sa dove mettere le mani anche con l’app, questa dovrebbe avere dei modelli precostituiti. Significa che basterà scegliere il proprio “Piano privacy” da modello per non sbagliare ed essere comunque sicuri che nessuno conosca i nostri dati.

Per dare un aiuto ancora più concreto, l’app consiglierebbe anche cosa fare e quali impostazioni seguire per ottenere il risultato migliore.

Quando ci sarà

App privacy per smartphone: la ricerca negli States app privacy per smartphone 3 TechNinja

Al momento, l’intera app è in fase di test da parte dei ricercatori e non è dato sapere quando sarà disponibile sul Play Store e sull’Apple Store. L’unica cosa certa è che, una volta completata, basteranno pochi touch per accedere subito alle impostazioni e garantire la propria privacy.

Ovviamente, l’app non potrà salvarti se rispondi casualmente alla mail di un hacker dal tuo smartphone, però potrebbe essere una buona soluzione per impostare voci che di solito sono poco considerate, ma che risultano fondamentali contro il furto di identità.

Cosa ne pensi di questa nuova app? Potrebbe essere interessante, oppure contro gli hacker si può fare poco o nulla? Lascia la tua opinione in merito su TechNinja!