Il successo di Pokemon Go aggiunge 7,5 miliardi di dollari al valore di mercato di Nintendo

Il valore delle azioni di Nintendo sta crescendo a dismisura, ma riuscirà a tenere alti i profitti e l'interesse dei giocatori?

1
461

Le azioni di Nintendo continuano a salire alle stelle, dopo l’uscita di Pokémon Go. Dopo un aumento del 9,3 per cento con il lancio del gioco (avvenuto la scorsa settimana), il prezzo delle azioni della società è aumentato del 24.52 per cento, arrivando lunedì a toccare 193 dollari; questo è stato il più alto aumento dal 1983 e ha aggiunto 7.5 miliardi di dollari al valore di mercato della società. Il gioco ha sbancato le classifiche di download negli Stati Uniti, in Australia e in Nuova Zelanda e, secondo alcuni ricercatori di mercato, è già stato installato sul 5 per cento di tutti gli smartphone Android in America.

Questa è una vittoria abbastanza sostanziale per Nintendo, ma vale la pena ricordare che il gioco non è fatto e curato solamente dalla società di gioco giapponese. L’applicazione è stata creata da Niantic, un creatore di giochi di realtà aumentata, ed è stato costruito in collaborazione con la Società Pokémon. Nintendo è un investitore sia di Niantic che della Società Pokémon (la quale, secondo quanto afferma il Financial Times, riceve circa il 30 per cento delle entrate di Pokémon Go), ma l’applicazione è scaricabile gratuitamente, con un fatturato di Nintendo generato dalle microtransazioni all’interno del gioco.

Il successo di Pokemon Go aggiunge 7,5 miliardi di dollari al valore di mercato di Nintendo Pokemon Go 1 1 TechNinjaIl successo di Pokemon Go aggiunge 7,5 miliardi di dollari al valore di mercato di Nintendo

Secondo un analista azionario, Pokémon Go avrà bisogno di creare circa dai 140 ai 196 milioni di dollari di fatturato, ogni mese, per avere un impatto significativo sui profitti di Nintendo. Mia Nagasaka, di Morgan Stanley, ha detto alla CNBC che Pokémon Go si stima abbia fatto dai 3.9 ai 4.9 milioni di dollari durante il suo primo giorno di uscita; questo suggerisce che il gioco avrà bisogno di stare nella parte superiore della classifica delle applicazioni, e in maniera piuttosto costante, se vuole guadagnare in modo significativo. Le entrate possono arrivare attraverso microtransazioni, ma anche dal marketing.

Tim Culpan, di Bloomberg, ha messo a confronto il rilascio del gioco Nintendo Wii ed il suo lancio nel 2007; il prezzo delle azioni dell’azienda era salito fino a 67.600 Yen, per poi scendere a livelli più normali due anni più tardi.

Pokémon Go ha certamente potenziale. E’ uno dei più noti e amati giochi in tutto il mondo e la sua attuale popolarità deriva da un rilascio in soli tre mercati. Il lancio in altri paesi, come il Regno Unito, è stato “sospeso” perchè i server di Niantic faticano a tenere il passo con la popolarità del gioco.
L’attuale implementazione della app è anche abbastanza semplice e c’è sicuramente spazio per creare qualcosa di più ricco e un’esperienza ancora più coinvolgente.

Detto questo, l’incapacità di Niantic di tenere il passo con l’attuale afflusso del gioco degli utenti non è incoraggiante. E anche se i giocatori ora sono felici con questo titolo, se non vengono aggiunte nuove funzioni, continueranno ad esserlo?

Insieme al rilascio, di quest’anno, della social app Miitomo, Pokémon Go sta mostrando l’enorme potenziale non sfruttato di Nintendo nel campo del mercato mobile, qualcosa che ha evitato per anni.

Entro la fine dell’anno, è in programma il rilascio di vari titoli Nintendo mobile, ma la società deve prima dimostrare che può produrre interessi e profitti.