Update forzato a Windows 10: Microsoft costretto a pagare 10.000 dollari

Una donna americana, Tesli Goldstein, ha chiesto un risarcimento a Microsoft dopo che un update automatico a Windows 10ha reso inutilizzabile il suo computer. L'azienda ha rinunciato al processo di appello.

1
187

Microsoft ha rilasciato Windows 10 e, fino al 29 luglio, gli utenti hanno la possibilità di effettuare l’upgrade gratuitamente. Sembra, però, che vi siano irregolarità; molti utenti, infatti, hanno lamentato lo scaricamento e l’installazione della nuova versione di Windows, senza una richiesta esplicita di aggiornamento. E così è successo anche a Teri Goldstein, la titolare di un’agenzia viaggi a Sausalito, in California.

Update forzato a Windows 10: Microsoft costretto a pagare 10.000 dollari windows 10 TechNinjaUpdate forzato a Windows 10: Microsoft costretto a pagare 10.000 dollari

Poco dopo il rilascio di Windows 10, Teri si è ritrovata nel proprio computer l’aggiornamento al nuovo sistema operativo di Microsoft, senza però averlo richiesto. L’update, infatti, è stato scaricato a sua insaputa e senza che ne fosse preventivamente richiesta conferma.

Non avevo mai sentito parlare di Windows 10; non mi è stato mai chiesto se volessi eseguire l’aggiornamento.

La donna ha cercato conforto nel supporto tecnico, ma Microsoft non è stato in grado di aiutarla; esausta dall’impossibilità di poter utilizzare il proprio computer, Teri ha deciso di portare in tribunale l’azienda chiedendo il risarcimento per la perdita di guadagni e per l’acquisto di un nuovo computer. Lo scorso mese, la donna ha vinto la causa e Microsoft deve rimborsarle 10.000 dollari.

Microsoft, da tempo, sta facendo partire l’update anche se l’utente chiude la finestra. Recentemente, il messaggio che propone l’aggiornamento è stato modificato, ma ancora è del tutto assente un pulsante per negare in modo chiaro ed esplicito la volontà di eseguire l’aggiornamento.

Il processo di aggiornamento automatico è troppo invasivo e gli strumenti per rifiutarlo sono difficili da usare da parte di persone poco avvezze alle cose tecniche.