Ora Microsoft Groove indovina i tuoi gusti musicali!

Microsoft inserisce in Microsoft Groove la possibilità di ascoltare nuovi brani in base a quelli scelti in precedenza.

0
54
microsoft groove

Vuoi provare nuove canzoni, ma non sai come cercare? Come per Spotify e Deezer, ora anche Microsoft Groove consente di provare musica affine ai propri gusti musicali.

La nuova funzionalità

Ora Microsoft Groove indovina i tuoi gusti musicali! microsoft groove 3 TechNinja

Microsoft Groove si sta apprestando a una serie di upgrade, volti a migliorare l’esperienza degli utenti da mobile. I cambiamenti si basano sui feedback che arrivano di volta in volta dagli stessi utenti e da Microsoft contano di trasformare presto Microsoft Groove in Your Groove, anche se non è possibile per ora stabilire una data ufficiale.

Nel frattempo, da Microsoft è attiva da qualche ora la funzione che consente agli utenti di ricevere dal sistema Microsoft Groove delle playlist complete basate sui propri gusti musicali. Per scovarli, Microsoft si affida a quanto caricato sul proprio iCloud dedicato.

In questo modo, la multinazionale viene a sapere quali sono i gusti dell’utente e inizia a passare una serie di canzoni e di informazioni in base a: stato d’animo di chi ascolta, artista preferito e tour attualmente in attivo.

Accedendo al proprio account, l’utente verrà a sapere le tappe del tour del proprio gruppo preferito, ma anche se è uscito un nuovo singolo, tanto da ritrovarselo direttamente sul suo account di Groove.

Microsoft per la musica

Ora Microsoft Groove indovina i tuoi gusti musicali! microsoft groove 2 TechNinja

Se abbiamo visto Microsoft avere difficoltà in alcuni settori (come sugli smartphone), per quanto riguarda la musica la scelta è stata azzeccata, anche se la concorrenza non manca. Deezer, Spotify, iTunes e chi ne ha più ne metta sono pronti a rispondere all’aggiornamento di Groove senza troppi problemi, forti di piattaforme in streaming che sono online da parecchio tempo.

L’atteggiamento, però, è quello giusto: iniziare a sperimentare e vedere cosa c’è intorno per fare qualcosa di diverso, mettendosi in discussione. Questo atteggiamento era stato scarso in Microsoft e ora, finalmente, inizia a vedersi. Speriamo che ora l’innovazione passi anche da canali più “tradizionali” per Microsoft, soprattutto dopo gli upgrade visti per Windows 10.

Cosa ne pensi della possibilità di trovare playlist già ottimizzate in base ai tuoi gusti sul tuo smartphone? Dimezzerà i tempi di ricerca di musica in streaming, oppure si tratta dell’ennesima ingerenza da parte di una multinazionale come Microsoft per spingere a utilizzare solo i propri canali rispetto agli altri?

Lascia la tua opinione con un commento e raccontaci cosa ne pensi e come ascolti la tua musica preferita dal cellulare. Sarà da spunto per i prossimi post e ti terremo aggiornato sulle novità in ambito app musicali da parte dei maggiori brand nel settore della tecnologia!