Upgrade app con l’età per Windows Store

Gli sviluppatori ora obbligati a inserire questa informazione per i propri giochi.

0
115
windows store

Sarà obbligatorio per gli sviluppatori indicare l’età consigliata per le app gioco e non solo presenti su Windows Store. Chi non lo farà entro il 30 Settembre, si vedrà l’app cancellata.

L’aggiornamento

Upgrade app con letà per Windows Store windows store TechNinja

L’aggiornamento prevede che, accanto alla descrizione di gioco, ci sia anche l’indicazione dell’età consigliata, in modo che i ragazzini che hanno già uno smartphone o che usano quello dei genitori possano ottenere giochi non violenti adatti alla loro età.

Le novità, però, non mancano. Questo obbligo non è solo per le app che sono dei giochi per cellulare, ma anche per quelle app che non lo sono. In questo modo, Microsoft pensa che l’utente possa avere un quadro completo della situazione e scegliere più consapevolmente l’app da installare sul proprio dispositivo.

Questa scelta è stata fatta solo da Microsoft al momento. Sia l’app store di Apple che quello di Google non hanno mai fatto caso alla cosa, pensando che l’utente potesse scegliere da solo cosa scaricare e cosa no, anche in base all’età che ha.

La sicurezza in più è un obbligo per lo sviluppatore. Andando alle impostazioni dell’app appena caricata su Windows Store (oppure caricata da tempo), lo sviluppatore potrà trovare la voce “Classificazione per fascia di età” con accanto la voce “Incompleto”.

Modificando questo dato e inserendo l’età massima per usare l’app, lo sviluppatore potrà stare tranquillo e ottenere da Windows Store l’aggiornamento automatico. Chi non farà questa semplice operazione entro il 30 Settembre 2016 sarà automaticamente eliminato dalla piattaforma del Windows Store.

Cosa cambia per l’utente?

Upgrade app con letà per Windows Store windows store 2 TechNinja

Per l’utente non cambia assolutamente nulla, se non il fatto che comparirà la segnalazione dell’età sull’app che si vuole scaricare (e sulle app già scaricate andando alla relativa pagina del Windows Store). Gli aggiornamenti partono da soli anche su Windows Phone e Lumia, quindi non ci sono problemi.

Anche per lo sviluppatore non è che sia un grande cambiamento: una volta specificata l’età, non ci saranno ulteriori disguidi con Microsoft e l’app continuerà a essere disponibile sullo store come al solito.

Cosa pensi di questa classificazione per età voluta come obbligo da Microsoft per le app del proprio store? Pensi che sia giusto inserire un limite di età o si tratta di una mossa abbastanza inutile? Ricorda che i limiti di età all’estero sono fortemente considerati e dare a un bambino un gioco che va oltre la sua età all’estero significa prendersi una bella multa, mentre qui la cosa è considerata solo dai genitori più attenti.

L’uso per le app è certamente una novità da parte di Microsoft: che sia una trovata per attirare nuovi sviluppatori e nuovi clienti?