iMessage: mai su Android

iMessage per Android? Mai! Ecco le motivazioni...

0
85
imessage
imessage

Citando la divina commedia ed in particolare il celeberrimo “Lasciate ogni speranza, voi che entrate..” possiamo dare praticamente per certo che non esisterà mai un porting della piattaforma iMessage su Android. Sembrava effettivamente certo prima della WWDC che, insieme a tutta una serie di novità (poi effettivamente presentate), sarebbe stato introdotto il supporto iMessage al rivale per eccellenza della piattaforma iOS.

iMessage: mai su Android imessage switch android bb hero TechNinja
imessage

In realtà, passata la WWDC senza annunci inerenti ad Android, oggi secondo interessanti dichiarazioni che sarebbero state raccolte dalla viva voce di un non meglio identificato, ma decisamente chiacchierone, alto papavero della Apple è “ufficiale” che iMessage non approderà mai sul SO mobile di Google, con buona pace di chi immaginava uno sviluppo similare a quanto già visto con altri servizi della mela morsicata (chi ha detto Apple Music?).

Secondo l’anonimo dirigente della società di Tim Cook, non esisterebbe la possibilità di sfruttare iMessage come un “ponte” tra le due piattaforme come già avvenuto col servizio di streaming musicale della mela.

Apple Music, con le entrate garantite dagli abbonamenti, ha una sua logica su Android, un eventuale (e gratuito) iMessage, a quanto risulta, assolutamente no.

Inoltre, il servizio supporta già l’enorme mole di un miliardo (!) di dispositivi “attivi” che significano molti miliardi di iMessage giornalieri. La base è più che sufficiente per poter lavorare su prossime attività di intelligenza artificiale similmente a quanto avviene già, ad esempio in telegram. Il non detto, ma leggibilissimo tra le righe, è che allo stato Apple avrebbe timore, aprendo il servizio ad android, di non riuscire a supportare l’immensa mole di dati scambiati tra una moltitudine di dispositivi e, quindi, abbassare lo standard qualitativo di un servizio dell’importanza di iMessage.

La WWDC, supporto per SO di Google a parte, ha visto comunque qualche innovazione sulla piattaforma di scambio di messaggi made in Cupertino. Ad esempio stickers, animazioni di varia natura ecc. ecc.

Nulla di trascendentale ma, probabilmente, bastevole per dare una sensazione di novità all’utente medio. Ma soltanto all’utente medio iPhone. Gli altri si accomodino all’uscita. 🙂