Facebook lancia un nuovo strumento per la prevenzione dei suicidi

Da oggi Facebook ha reso disponibile in tutto il mondo un nuovo strumento per la prevenzione dei suicidi. Ha coinvolto l'intera comunità per aiutare amici e familiari in difficoltà e che minacciano nei loro post, di compiere gesti estremi.

0
96
Facebook F8

Su Facebook molte persone condividono le proprie esperienze di vita e di viaggio, mostrando foto e post su come si divertono e vivono la propria quotidianità. Purtroppo i messaggi non sono sempre positivi e sta avanzando sempre più la nuova tendenza di pubblicare quelli che sono denominati messaggi suicidi. Non solo giovani, ma anche adulti e persone famose, approfittano del social network per salutare l’ ultima volta le persone care. Allarmato dalla situazione, il team di Facebook ha deciso di prendere dei provvedimenti lanciando strumenti di prevenzione contro i suicidi.

Pensandoci bene, non deve essere facile creare un algoritmo in grado di leggere tra le righe e riconoscere parole specifiche che potrebbero essere utilizzate da un probabile suicida.

Facebook lancia un nuovo strumento per la prevenzione dei suicidi Facebook TechNinja

Il social network ha deciso, come prima cosa, di coinvolgere la comunità virtuale, chiedendo agli stessi utenti di individuare eventuali messaggi sospetti, facendo clic sul menu a tendina e segnalandone lo stato. Questa operazione sarà contrassegnata e vagliata da un osservatorio specifico  che determinerà eventuali minacce per il soggetto.

Anche se potrebbe non essere una soluzione utile, rappresenta comunque un inizio. Le persone segnalate riceveranno supporto specifico per superare il difficile momento.

Ma ci sono alcuni dubbi che devono essere ancora chiariti. Per esempio, la persona segnalata può risalire a chi, dei suoi amici, ha contrassegnato il messaggio?

Strumento disponibile per tutti i Paesi

Facebook lancia un nuovo strumento per la prevenzione dei suicidi suicide tool fb TechNinja

Quello di Facebook non è uno strumento applicato per la prima volta. Inizialmente il piano di prevenzione dei suicidi è stato applicato a tutti i Paesi di lingua inglese; da oggi invece, è stato ampliato e reso disponibile a livello globale.

Gli utenti di Facebook che minacciano azioni estreme, avranno a disposizione alcune risorse, come per esempio delle linee di assistenza alle quali poter accedere in caso di bisogno.

La dottoressa Jennifer Guadagno, la ricercatrice che guida il progetto, ha dichiarato:”dato che Facebook è il luogo in cui si entra in contatto con amici e parenti, ci è sembrata una scelta naturale”.