Nel 2018 IoT avrà più dispositivi connessi rispetto agli smartphone

L'impiego e la crescita di dispositivi IoT è crescente, tanto che nel 2018 supererà i dispositivi smartphone. Secndo le stime si conteranno 28 miliardi di dispositivi, dei quali, 16 riguardanti IoT

0
63

Secondo la relazione Mobility Report, stilata da Ericsson, Internet of Things (IoT) potrebbe superare gli smartphone, ed essere la più grande categoria con dispositivi connessi.

Alla fine del 2015 sono stati registrati circa 400 milioni di dispositivi IoT e si prevede che il tasso di crescita sarà del 23 per cento l’anno, facendo raggiungere nel 2021 un totale di 28 miliardi di dispositivi connessi, dei quali 16 miliardi sono relativi all’IoT. Tale crescita sarebbe dovuta dal maggiore interesse da parte del settore industriale, dalla standardizzazione del 3GPP, dai servizi di abilitazione e sicurezza che beneficiano dei miglioramenti della nuova tecnologia. In Europa la crescita sarà pari al 400 per cento e sarà guidata dal segmento delle auto connesse.

Nel 2018 IoT avrà più dispositivi connessi  rispetto agli smartphone connected devices interactive TechNinja

I dispositivi IoT sorpasseranno gli smartphone nel 2018 e seguono due diverse tipologie ed esigenze di mercato .

  • Connessioni IoT Massive: sono caratterizzate da alti volumi di collegamento a basso costo, basso consumo energetico e piccoli volumi di traffico di dati. Per esempio gli edifici intelligenti, la logistica dei trasporti, i contatori intelligenti e il settore agricolo. Oggi circa il 70 per cento delle connessioni IoT si basano esclusivamente sulla rete GSM.
  • Connessioni IoT Critical: sono caratterizzate da esigenze di ultra-affidabilità e disponibilità, con bassa latenza. Per esempio la sicurezza del traffico, le applicazioni industriali, la produzione a distanza, l’assistenza sanitaria e la chirurgia a distanza. La penetrazione di IoT di LTE è di circa il 5 per cento