La strategia di iMessage: rubare da Snapchat e Facebook

Come dichiarato nel keynote, iMessage si rinnova e punta a diventare una vera e propria piattaforma di messaggistica completa e accattivante.

0
185

I dirigenti di Apple hanno speso una grande quantità di tempo durante il keynote del WWDC per dire come iMessage sarà diverso con iOS 10: più colorato, con più funzionalità, più ingombrante. Nel tentativo di fare il proprio client di messaggistica nativo più attraente, soprattutto per gli utenti più giovani, Apple sta prendendo in prestito tutte le caratteristiche dei suoi concorrenti. Se ne va la semplice bolla blu che denotava in modo inequivocabile i proprietari di iPhone; al suo posto ci saranno un numero vertiginoso di modi per interagire che vanno ben oltre la parola scritta.

A partire da questo autunno, si potranno inviare testi in bolle personalizzate; rispondere scrivendo con le dita; inviare messaggi nascosti con “inchiostro invisibile” che richiedono un tocco per essere rivelati; inviare messaggi con animazioni a schermo intero; scarabocchiare su una foto in diversi colori; rispondere con adesivi; trasformare con emoticon le risposte scritte; rispondere con una delle sei reazioni “tapback”. In altre parole, potremo essere in grado di conversare con gli amici senza usare alcun tipo di testo.

Il servizio chat di Apple ora è una vera e propria piattaforma di messaggistica. Quasi ogni nuova caratteristica è qualcosa che si trova già in Facebook Messenger, Snapchat o Wechat ed è tutto progettato per supportare i diversi modi con i quali gli utenti adorano utilizzare oggi. Questo è ancora più evidente con l’arrivo delle nuove applicazioni per iMessage, estensioni di terze parti per aumentare le capacità di testo standard.

Gli utenti di Facebook Messenger o Wechat, potrebbero riconoscere questo come il set di strumenti che consente di inviare GIF, di condividere elaborate animazioni emoji, inviare pagamenti agli amici e disegnare scarabocchi con il dito. Apple, ormai, ha caratteristiche molto simili, nel tentativo di rendere i suoi servizi più popolari. Si potranno pagare gli amici attraverso Square o ordinare cibo attraverso DoorDash.

La strategia di iMessage: rubare da Snapchat e Facebook apple wwdc 20160613 2508.0 TechNinjaLa strategia di iMessage: rubare da Snapchat e Facebook

L’apertura di iMessage a sviluppatori di terze parti è un grosso affare, dice l’analista di Forrester, Frank Gillett. Esso consente ad Apple di

offrire una più naturale e fluida esperienza  per i clienti che si basa sulle innovazioni introdotte da Wechat e altri

ha aggiunto.

L’obiettivo è quello di trasformare iMessage in qualcosa che si desidera davvero utilizzare, a differenza di qualcosa che utilizziamo in maniera superficiale, senza pensarci. Fino ad oggi, i possessori di iPhone hanno usato iMessage semplicemente perché era proprio lì, integrato nel software del dispositivo ad un livello basilare. Ora, con la popolarità raggiunta dai prodotti concorrenti, molti dei quali lavorano multi-piattaforma sia su iOS e Android, Apple non può più fare affidamento sul fatto che l’applicazione è presente: iMessage deve essere migliore.

Naturalmente, prendere ispirazione dalle applicazioni di messaggistica più popolari non è qualcosa che ha fatto solo Apple. Google ha dedicato risorse significative durante la conferenza degli sviluppatori I/O il mese scorso per la sua applicazione per chat Allo e Duo video. Allo dovrebbe essere l’applicazione di messaggistica di serie, con tutte le caratteristiche originali ed emoji-friendly. Duo è un mix di FaceTime di Apple, con pesanti dosi di progettazione ispirate da Snapchat.

In genere, applicazioni come messaggi e musica sono come oggetti statici, legati agli aggiornamenti annuali del sistema operativo; in passato, quando Apple ha voluto correggere qualcosa su una di quelle applicazioni o fissare un bug,  è stata costretta ad aggiornare l’intero sistema operativo mobile.

La strategia di iMessage: rubare da Snapchat e Facebook apple wwdc 20160613 2530.0 TechNinjaQuesto significa che Apple è lento, molto più lento rispetto ai suoi concorrenti. Equiparando modifiche software con aggiornamenti hardware, la società ha ceduto continuamente terreno ai rivali che possono modificare e sperimentare senza fine. Questo può cambiare con iOS 10. Senza fare un annuncio sul palco, Apple ha deciso di separare le proprie applicazioni dal software di base iOS.

Questo significa che presto potremo essere in grado di disinstallare applicazioni come Azioni, Note, Meteo e molte altre che sono inutilizzate.

Ancora più importante, per Apple, sono applicazioni come messaggi che possono potenzialmente ricevere futuri aggiornamenti attraverso l’App Store, un modo molto più semplice e veloce di ottenere i cambiamenti.

Eppure, nonostante queste nuove aperture, Apple sembra poco disposto ad attraversare la linea verso Android. L’azienda è ancora della mentalità che il proprio hardware e software debbano lavorare in tandem, in stretta integrazione l’uno con l’altro. Portare iMessage ad Android sarebbe una mossa sconvolgente nel settore della tecnologia, di sicuro.

Tutto questo potrebbe non essere così lontano se Apple vuole che iMessage diventi una piattaforma di messaggistica seria e non solo uno strumento per vendere più iPhone. Soprattutto, se Apple vuole trasformare iMessage in un’app generatrice di denaro. In questo momento, non c’è un modo chiaro di guadagnare entrate con il servizio di chat.

Praticamente, ogni concorrente di iMessage offre un’opzione di cross-platform. E’ il vero motivo per il quale WhatsApp ha superato il miliardo di utenti e perché Facebook Messenger si avvicina alla stessa cifra. Apple dice che ha più di 1 miliardo di dispositivi iOS in tutto il mondo, ma molti dei suoi clienti che mantengono un ID Apple lo fanno su più dispositivi, da Mac a iPhone e iPad. Il numero uno che conta è la quota di mercato di iOS, che si aggira intorno al 23 per cento dei telefoni e tablet in tutto il mondo. Così, mentre iOS 10 mostra che Apple sta prestando attenzione ai più grandi nomi del mondo di messaggistica, ci potrebbe essere un momento in cui iMessage avrà bisogno di lasciare il giardino di Apple e di esplorare il mondo esterno.