Cosa aspettarsi dal WWDC 2016

In attesa del WWDC 2016 che avrà inizio stasera alle ore 19,00 facciamo il punto della situazione su quello che ci aspettiamo di vedere

0
129
apple

Questa sera alle ore 19.00 Apple rivelerà finalmente, in occasione del WWDC 2016, un vasto assortimento di nuove tecnologie ed iniziative sulle quali ha lavorato nel corso dell’ultimo anno.

Avevamo già visto alcune anticipazioni in un precedente articolo, ma oggi vogliamo integrare i contenuti con le ultime indiscrezioni e quelle che sono le nostre aspettative.

Il 10° anniversario

Quest’anno Apple rilascerà la decima generazione di smartphone, ma bisognerà attendere il mese di settembre per poter ammirare il prossimo iPhone 7. Ovviamente all’interno del WWDC 2016, mancherà l’occasione di presentare ai fan Apple la prossima generazione di smartphone.

Apple non cambierà radicalmente il design dell’iPhone, ma manterrà molte caratteristiche del precedente iPhone 6s e del 6s Plus.

Cosa aspettarsi dal WWDC 2016 varianti iphone 7 TechNinja

Sarebbe l’ideale se Apple potesse riallineare i propri smartphone, rinominandoli con il loro numero di generazione, in questo modo il prossimo iPhone che verrà rilasciato a settembre, potrebbe essere chiamato iPhone 10. Gli iPhone 6 e 6s potrebbero invece essere aggiornati e rilanciati con il nome di iPhone 8 e iPhone 9. In questo modo i potenziali acquirenti avrebbero a disposizione una visione più semplice delle opzioni per ciascun telefono.

iCloud con rivestimento in silicio

Quest’anno Apple ha spostato alcuni dei suoi servizi iCloud su Google cloud, che vanta un grandissimo vantaggio in ambito di Intelligenza Artificiale rispetto ad altre aziende. Una delle idee più stimolanti che ha illustrato Google in occasione del Google I/O 2016, è stato l’annuncio dello sviluppo di un silicio personalizzato che chiama Tensor Processing Unit (TPU). Google ha dichiarato che “TPU è su misura per applicazioni di apprendimento automatico, consentendo al chip di essere più tollerante ad una ridotta precisione di calcolo, il che significa che richiede meno transistor per il funzionamento”.

Cosa aspettarsi dal WWDC 2016 apple a9 TechNinja

Mentre Google illustra i suoi metodi per risolvere i problemi di apprendimento automatico, Apple si prepara a lanciare il chip A10. I processori della serie Ax di Apple includono la crittografia con accelerazione hardware, permettendo agli iPhone di eseguire la crittografia molto più velocemente rispetto ai dispositivi Android.

Apple adotta i migliori codec video per la compressione e decompressione di immagini, permettendo agli iPhone di catturare immagini migliori rispetto ad altri dispositivi, anche se utilizzano gli stessi sensori dei suoi concorrenti.

Molti progetti della serie Ax non sono stati ancora rivelati e la vetrina del WWDC 2016 potrebbe essere l’occasione adatta per conoscere i sofisticati progetti che Apple sta realizzando con la collaborazione di Samsung e TSMC.

Modalità Oscura iOS

Cosa aspettarsi dal WWDC 2016 dark mode 1 TechNinja

Abbiamo anticipato oggi che una delle prossime funzionalità di iOS sarà la Modalità Oscura. Ma perché è importante questa integrazione? Apple rilascerà nei prossimi anni, smartphone dotati di schermi OLED, che a differenza di quelli a LED, illuminano ogni pixel. Ciò comporta che per visualizzare un’immagine più luminosa, sarà richiesta più potenza e quindi un uso più intensivo della batteria.

Apple Watch: modalità di risparmio energetico

Lo scorso anno Apple ha introdotto la nuova modalità Low Power in iOS 9 per ottimizzare una serie di impostazioni di sistema estendendo così la durata della batteria. Apple ha bisogno di una modalità contraria, che non sia troppo legata al proprio profilo rendendo il dispositivo lento e poco autonomo. Se si indossa un Apple Watch, si arriva  a fine giornata con un po’ di batteria, ma se si svolge un allenamento, la batteria avrà una durata di poche ore.

Cosa aspettarsi dal WWDC 2016 applewatchbattery TechNinja

Apple dovrebbe offrire una valida alternativa, anche a discapito dell’autonomia della batteria. L’utente preferisce dover ricaricare due volte al giorno il dispositivo, o essere costretto a portare con sé il carica batterie, sapendo di poter contare su un indossabile che risponde velocemente, mantiene un display luminoso per poter controllare i risultati dell’allenamento e capace di rispondere a tutte le richieste inoltrate a Hey Siri.