Microsoft con HoloLens: “Tutti i VR in connessione!”

Microsoft ha annunciato di voler portare il sistema HoloLens a un livello più alto, in collaborazione anche con altre realtà. Ecco come.

2
115

Microsoft intende fare un salto di qualità per quanto riguarda l’esperienza VR. Nonostante ogni piattaforma funzioni a modo suo, con Windows 10 potrebbe essere possibile, in un futuro, connettersi a dispositivi VR diversi. Ecco come.

Microsoft HoloLens e VR

L’annuncio è arrivato come un fulmine all’ultimo Computex 2016. Visto che ognuno ha il suo sistema per la realtà virtuale, allora si può pensare a un software comune, che consenta di connettersi a prescindere dal dispositivo VR scelto.

Il sistema si chiamerebbe Windows Holographic e si inserirebbe come progetto per Microsoft HoloLens e per le altre società che fossero eventualmente interessate. Per mettere tutto in moto, si userebbe il versatile Windows 10, ovviamente con le opportune modifiche.

In base all’idea di Microsoft, chi ha oggi un sistema Microsoft HoloLens, a progetto finito, potrebbe condividere contenuti e non solo con chi ha acquistato un VR HTC, oppure avere un avatar che consenta di interagire con gli altri senza essere fisicamente presenti.

L’idea innovativa è stata annunciata da Microsoft che, però, per attuarla, avrà bisogno di sapere cosa dicono le altre società in merito e quali saranno i partner commerciali in questa iniziativa. Trovare punti in comune sarà una bella sfida, ma Microsoft almeno è partita con slancio nell’annuncio ufficiale.

Microsoft con HoloLens: Tutti i VR in connessione! microsoft hololens 2 TechNinja

I favorevoli e gli esclusi

Per ottenere questo risultato con le Microsoft HoloLens, Microsoft starebbe già valutando collaborazioni con quella che, fino a questo momento, era la concorrenza, come:

  • HTC,
  • Acer,
  • Asus,
  • Dell,
  • HP,
  • Lenovo

e molti altri. Tra i grandi esclusi, invece, ci sarebbe Sony, perché il suo sistema VR sarebbe collegato in maniera troppo stringente alla PS4 e Oculus Rift. Qui, però, si parla di rumors, semplicemente perché, nelle vie ufficiali, Microsoft ha proposto la cosa a tutti.

L’idea ha una spinta commerciale fuori dal comune. Secondo le statistiche, entro il 2020 ci saranno 380 milioni i dispositivi VR acquistati e avere una piattaforma comune per primi potrebbe essere un punto di svolta per Microsoft, che ha avuto poca fortuna lato smartphone.

Se tutto dovesse rivelarsi fondato e il progetto andasse in porto, finiremo per toccare l’aria soli in una stanza, mentre un touch ci darà accesso a tutte le app che ci servono tramite il VR, a prescindere dal dispositivo che abbiamo deciso di comprare. Niente male questa idea di futuro, soprattutto ora che si sente sempre più vicino e che, man mano che la tecnologia avanza, il prezzo di questi device dovrebbe diminuire.

Cosa ne pensi di questa idea di Microsoft? Ti sembra una scelta giusta o azzardata?

Microsoft con HoloLens: Tutti i VR in connessione! microsoft hololens TechNinja