1 utente su 4 abbandona le app mobile dopo il primo utilizzo

Localytics ha condotto uno studio sull'utilizzo delle applicazioni mobile da parte degli utenti. Secondo i dati raccolti, il mercato delle app sarebbe in crisi e sono necessarie nuove idee per il suo rilancio

0
128
utilizzo apps

Secondo uno studio di Localytics sull’utilizzo di applicazioni mobile, vengono installate e utilizzate un numero molto piccolo di applicazioni e un utente su quattro utilizza l’app solo una volta. Non sono certo le applicazioni a mancare, se si considera che sull’App store sono disponibili oltre 1,5 milioni di applicazioni e su Google Play ve ne sono oltre 2 milioni.

Il rapporto di Localyst

1 utente su 4 abbandona le app mobile dopo il primo utilizzo %name TechNinja

Secondo Localytics gli utenti fidelizzati hanno registrato un leggero aumento passando dal 34 per cento del 2015 al 38 per cento del 2016. Ciò significa che il 62 per cento degli altri utenti, utilizzerà l’applicazione meno di 11 volte. Anche la fidelizzazione degli utenti iOS non registra dati incoraggianti: dal 32 per cento registrato nel 2015 è cresciuta al 36 per cento nel corrente anno.

La fidelizzazione è stata migliorata grazie alle notifiche in-app e alle mail, utili strumenti per  mantenere vivo l’interesse da parte dei propri utenti.

1 utente su 4 abbandona le app mobile dopo il primo utilizzo in app messaging user retention TechNinja

Il mercato delle app è in difficoltà e i dati emersi sono preoccupanti. Sembrerebbe che l’economia delle applicazioni sia assente, e a confermarlo sono gli stessi sviluppatori che hanno difficoltà a raggiungere gli utenti. Questa situazione si giustifica con la difficoltà da parte dell’utente di installare l’app o con la mancanza di spazio libero sul proprio dispositivo.

Nuove idee contro la crisi

1 utente su 4 abbandona le app mobile dopo il primo utilizzo android instant apps TechNinja

La buona notizia è che questa realtà ha portato a nuove idee su come dovrebbero funzionare le applicazioni. Google per esempio, in occasione del Google I/O ha presentato Instant Apps,  che permette agli utenti di lanciare le applicazioni senza doverle scaricare o installarle, semplicemente facendo clic sulla relativo URL. Apple dovrà considerare nuovi approcci per consentire ai suoi sviluppatori di continuare a sviluppare le applicazioni, se non vuole perdere l’interesse da parte degli stessi sviluppatori e degli utenti.