Lenovo: negativa l’acquisizione di Motorola

Lenovo ha mostrato i dati del suo bilancio trimestrale e ha parlato delle difficoltà sorte con l'acquisizione del marchio Motorola.

1
207

L’acquisizione di Motorola non ha soddisfatto le aspettative finanziarie dell’azienda Lenovo.

E’ raro vedere così tanta autocritica nella relazione del bilancio trimestrale di un’azienda, ma Lenovo non si è mostrata timida oggi, parlando del proprio bilancio.

Gli sforzi di integrazione non hanno soddisfatto le aspettative

Così dice la società cinese sull’acquisizione di Motorola e sui successivi sforzi fatti per consolidare il marchio con il suo attuale marchio Lenovo. In Cina e negli Stati Uniti, mercati di telefonia mobile molto importanti, ci sono state deludenti flessioni: spedizioni verso la Cina in declino di un enorme 85 per cento e  prodotto considerato  “non avente successo” in Nord America.

Lenovo: negativa lacquisizione di Motorola lenovo motorola logo mwc 2015 4 TechNinja

Lenovo: negativa l’acquisizione di Motorola

Lenovo dice che ha tratto molti insegnamenti dall’esperienza della chiusura dell’acquisizione di Motorola ed è pronto ad applicarli rapidamente. Un aspetto della sua nuova strategia è quella di avere due co-presidenti, con due differenti strategie: una per la Cina e un’altra per il resto del mondo.

In Cina, Lenovo si riorienterà intorno al suo conveniente marchio Zuk “per ricostruire la propria competitività”, mentre altrove la società prevede di continuare a crescere nei mercati emergenti “e tornare di nuovo in pista nel mercato statunitense, con un portafoglio di prodotti competitivi”. Questo progetto è già stato seguito con l’ultimo lancio di Moto G, la cui commercializzazione è focalizzata su India e Brasile, due paesi in cui il marchio Moto sta già andando bene.

Quali erano le aspettative che Lenovo aveva quando ha comprato Motorola da Google?

LA costruzione di un forte numero tre ed uno sfidante credibile per i primi numeri due smartphone,

così aveva risposto il CEO della società Yang Yuanqing, nel mese di ottobre 2014. Al contrario, è successo che il gruppo combinato Lenovo-Motorola è uscito fuori dai primi cinque vendor di smartphone a livello mondiale, soppiantato dai colleghi produttori cinesi Huawei, Oppo e Vivo. Huawei ha effettivamente risalito la china ed è diventato esattamente ciò che Lenovo intendeva: uno sfidante credibile, sia su scala globale che per qualità dei prodotti, per competere con Apple e Samsung.

Lenovo è ancora il più grande produttore di PC al mondo ed ha una solida base su cui costruire una ripresa nel campo mobile. Sarebbe necessario fare qualcosa di diverso per distinguersi, però, ed è necessario essere coraggiosi ed ambiziosi. Il Moto Z sarà probabilmente accompagnato da una serie di accessori di serie MotoMod, che aggiungeranno oggetti quali un pico proiettore, uno zoom e altoparlanti più potenti per il dispositivo di base. La serie Z verrà lanciata durante la conferenza Tech di Lenovo il 9 giugno; sarà l’occasione migliore per avere un’idea di dove l’azienda è diretta.