Apple citata in giudizio per videochiamate ed e-mail

Apple ha ricevuto sei denunce per aver violato i brevetti di Corydoras Technologies. L'imbarazzante citazione in giudizio, rivendica i diritti d'autore sulle videochiamate, blocco delle chiamate e altre funzionalità standard.

0
115

I problemi legali per Apple non hanno mai fine. Questa volta è stata citata in giudizio per una delle cause di brevetto più scioccanti della storia.

A portare Apple in tribunale, è stata una società texana, la Corydoras Technologies, che si occupa di brevetti e di citare le società per ottenerne i diritti d’autore. Si, avete capito bene! Il legale di Corydoras Technologies, reclama il diritto violato da Apple,  per un gran numero di brevetti, poiché iPhone e iPad, offrono la possibilità di effettuare chiamate e inviare messaggi di posta elettronica. Le caratteristiche reclamate sono in realtà funzioni standard degli smartphone.

Corydoras qualche mese fa aveva citato anche Samsung per simili violazioni.

I capi d’accusa

In totale sono sei le denunce rivolte ad Apple, aventi per oggetto modelli iPhone e iPad del 2010. Corydoras rivendica il brevetto relativo alla videochiamata che è simile a Face Time; alla visualizzazione della posizione geografica di una persona simile all’applicazione Find My Iphone e la possibilità di bloccare le chiamate.

Apple citata in giudizio per videochiamate ed e mail apple 2 TechNinja

Apple non  ha rilasciato dichiarazioni o commenti sulla citazione in giudizio.

Corydoras è stata nominata “troll dei brevetti” per la modalità in cui non vende nulla ma cerca di trarre profitto dalle  proprietà intellettuali progettate da altri. Queste aziende sono viste sotto una cattiva luce per via del loro modo di acquistare royalties con motivazioni ridicole; eppure alcuni troll dei brevetti riescono ogni anno a guadagnare milioni di dollari senza produrre nulla.

Non è stato reso noto l’importo richiesto ad Apple come risarcimento.