Samsung Galaxy S7 Active: lo smartphone che non ha bisogno di cover

Il prossimo Samsung Galaxy S7 Active non avrà bisogno di cover? Dagli scatti rubati emergono dettagli interessanti.

In rete stanno circolando le prime foto del Samsung Galaxy S7 Active, la nuova versione del device della casa coreana che è stata in qualche modo confermata dal changelog dell’app Samsung Level dello scorso mese.

Le immagini in questione, che stiamo per mostrarvi, sono partite dal Vietnam e stanno facendo il giro del mondo. Si tratta di scatti che possono essere molto utili a capire come sarà il telefono e cosa dovremmo attenderci dallo stesso.

Samsung Galaxy S7 Active: lo smartphone che non ha bisogno di cover S7 Active foto 768x1024 TechNinja

Samsung Galaxy S7 Active: le caratteristiche

La prima cosa che balza agli occhi guardando le foto è che il dispositivo sempre dotato di una sorta di cover incorporata e, pertanto, con ogni probabilità non sarà necessario acquistarne una per proteggere lo smartphone. Infatti, come tutti i device della linea Active, anche in  questo caso dovrebbero essere abbandonati i materiali a cui siamo abituati: si opterà, a quanto sembra, per una scocca realizzata in policarbonato e con un bordo in gomma, che servirà a proteggere il telefono.

Samsung Galaxy S7 Active: lo smartphone che non ha bisogno di cover S7 Active foto 1 768x1024 TechNinja

Dalle foto, inoltre, si notano anche altri dettagli, tra cui, ad esempio, un tasto Home meno in rilievo che, con ogni probabilità, dovrebbe andare a ricoprire il lettore di di impronte digitali.

Si tratta, quindi, di un device che sembra essere veramente molto resistente e progettato per non subire danni anche in condizioni abbastanza estreme. Del resto, questa è proprio la mission di questa linea che riprende i dispositivi top di gamma e li rende ancora più resistenti e duraturi nel tempo.

Al momento, non si sa molto altro e, tra l’altro, non si sa se il telefono sarà un’esclusiva AT&T o verrà reso disponibile per tutti. Anche il fatto che la fonte sia vietnamita desta qualche sospetto sulla veridicità dello scatto ma, come sempre quando si tratta di queste cose, si concede il beneficio del dubbio e si prende tutto con le pinze.

Staremo a vedere cosa accadrà nell’immediato futuro e cosa scopriremo in merito al device.