Samsung: nuove partnership con programmatori di videogiochi indie

Samsung sta cercando di stringere accordi con i programmatori di giochi indipendenti. Cosa sta accadendo?

0
54

Samsung sta cercando di mettere a punto una nuova politica finalizzata all’acquisizione in esclusiva di diversi videogiochi indie per mobile. Come? Ce lo dicono le parole del il vice presidente per le piattaforme emergenti, Mihai Pohontu che, durante il GamesBeat Summit 2016 ha spiegato dettagliatamente cosa sta accadendo sotto questo punto di vista.

Samsung: nuove partnership con programmatori di videogiochi indie samsung for developers TechNinja

Made for Samsung si apre ai programmatori indie

E’ stato rivelato che la casa produttrice sta cercando di stringere sempre più accordi con dei programmatori indipendenti che potrebbero impegnarsi nella progettazione di contenuti esclusivi per Samsung. Una notizia molto interessante, specialmente per coloro i quali amano giocare sul loro dispositivo mobile.

Il tutto dovrebbe avvenire attraverso un’estensione del già noto programma Made for Samsung anche a suddetti programmatori. Il programma in questione conta già partner di u  certo rilievo come, ad esempio, The Weather Channel o anche la CNN, due grossi nomi che si sono impegnati per creare delle applicazioni in esclusiva per Samsung. A questi potrebbero presto affiancarsi dei nuovi protagonisti del mondo del gioco indipendente, in modo tale da far acquisire alla casa produttrice la possibilità di offrire sempre più contenuti originali e in esclusiva.

Tuttavia, ottenere questo risultato non è per nulla semplice. Perché? Diamo uno sguardo alla concorrenza: App Store Play Store non lasceranno molto margine di manovra a Samsung. Nonostante tutto, in casa madre si dicono ottimisti dato che, come si è lasciato intendere, non verranno investite somme di denaro, bensì si mettono a disposizione dei programmatori quelli che possono essere i servizi e gli strumenti utili per la progettazione.  

Cosa ne verrà fuori da tutto questo? Al momento rimane tutto molto nebuloso e, come accade spesso quando si leggono proclami di questo genere, si dovrà attendere un po’ per ottenere delle risposte e vedere dei risultati concreti. L’ottimismo di Samsung, tuttavia, fa ben sperare.