Messenger introduce i messaggi auto-distruttivi

Facebook sta per rilasciare una nuova funzionalità per Messenger che permette al mittente dei messaggi di impostare una data di auto-distruzione.

0
106

Se da una parte Facebook  permette di condividere la propria vita online, dall’altra sta lavorando per rendere la privacy dei propri utenti sempre più sicura. Dopo aver implementato su WhatsApp (ricordiamo che la nota app di messaggistica è stata acquistata dal gruppo Facebook) la crittografia end-to-end dei messaggi, pare che presto verrà aggiunta a Messenger, una nuova funzionalità di messaggi auto-distruttivi. L’informazione arriva da Twitter, con la pubblicazione  delle immagini che mostrano la caratteristica come parte di Messenger per iOS versione 68.0. Anche se questa è la versione attuale su App Store, pare che la nuova funzionalità sarà destinata ad una versione successiva.

https://twitter.com/iOSAppChanges/status/726803477922504704

Come funziona l’auto-distruzione

La nuova funzione consente al mittente di decidere la durata di ogni messaggio a intervalli di un minuto, quindici minuti, un’ora, quattro ore, un giorno e mai. Nel giorno della scadenza del messaggio, il destinatario non potrà più visualizzare il contenuto al suo  posto, un testo avvisa che si è abilitata l’auto-distruzione.

L’autenticità della nuova funzionalità è dubbia, poiché non è arrivata nessuna conferma dal     team di Mark Zuckerberg, ma considerando i problemi che Facebook sta attraversando con le autorità in materia di privacy, e i costanti aggiornamenti per poterla migliorare e proteggere, è facile pensare che ben presto sarano rilasciate le nuove funzionalità.

Messenger introduce i messaggi auto distruttivi messaggi auto distruttivi TechNinja

Facebook sta lavorando anche per aggiungere a Messenger la funzionalità di una chat segreta. Probabilmente sarà una conversazione basati su messaggi criptati end-to-end, molto simile a quella che recentemente WhatsApp ha impostato di default.

L’aggiunta delle nuove funzionalità su Messenger,  permettono a Marck Zuckerberg di guadagnare, nel prossimo future, nuove quote di mercato della messaggistica sugli smartphone.