Facebook annuncia modifiche al NewsFeed

Facebook ha annunciato importanti modifiche al NewsFeed dopo l’avvio degli Instant Articles anche in Italia. Ecco tutte le novità.

Aggiornamenti: quali sono

Gli aggiornamenti di Facebook consentiranno agli algoritmi di associare i contenuti in base ai gusti degli utenti. Fin qui niente di nuovo, se non fosse che si sta calcolando, anche attraverso gli Instant Articles, quanto tempo l’utente resta in pagina una volta che ci ha cliccato sopra.

Di conseguenza, Facebook sarà in grado di valutare se la gente legge o meno quell’articolo e per quanto tempo ci resta, mostrando i risultati successivi di conseguenza. Se l’utente resta su un articolo di sport a lungo, allora Facebook mostrerà altri articoli di sport, ecc.

Se, invece, l’utente legge un articolo di gossip e resta per pochi secondi, non verranno visualizzati gli articoli di gossip nel NewsFeed, anche se l’utente ha messo “Mi piace” a quella pagina.

Altro aggiornamento messo in atto dal social network è il sistema delle pagine verificate: se una pagina risulta verificata, quindi Facebook è stato in grado di risalire al proprietario e alla sede della pagina, allora i post avranno delle visualizzazioni di poco superiori rispetto a una pagina non verificata.

Facebook annuncia modifiche al NewsFeed facebook newsfeed 2 TechNinja

Aggiornamenti in atto anche per chi ha ormai inserito gli Instant Articles: Facebook ha inserito un sistema di Ads, che intende fare concorrenza a Google Adsense e sistemi di affiliazioni che utilizzano i banner pubblicitari nei post.

Addio al clicca e ciao!

Facebook annuncia modifiche al NewsFeed facebook neesfeed 3 TechNinja

Il sistema di molte testate giornalistiche e non solo di ottenere click al proprio sito con titoli sensazionalistici e, a volte, non corrispondenti alla realtà, è definitivamente morto. A dirlo, sono gli aggiornamenti di Facebook più che gli annunci ufficiali.

L’idea è di rivoluzionare l’editoria partendo dal basso. Di conseguenza, il sistema che non teneva conto di quanto tempo l’utente restasse sul singolo post è ufficialmente finito, in favore dei contenuti di qualità, o almeno di quelli che piacciono di più agli utenti.

Facebook sarebbe solo all’inizio di una strategia volta a dare una spinta verso il social network, sempre più generalista e sempre più legato alle statistiche in base al comportamento degli utenti.

Cosa ne pensi di questi cambiamenti? Saranno utili o rischieranno di rendere sempre più difficile la vita alle pagine? Sarà sempre più necessario utilizzare la sponsorizzazione? Sicuramente, Facebook sta pensando ad aumentare il fatturato e non soltanto l’esperienza dell’utente… Staremo a vedere e vi terremo informati nel caso da Facebook e da altri social network ci fossero novità!