Microsoft: crollano le vendite del Lumia -73%

Una bella batosta per Microsoft e per i suoi smartphone: nel giro di un anno, sia il Lumia che il Windows Phone calano di vendite, superando il 50% di differenza rispetto all’anno precedente. Cosa è successo?

Lumia: il confronto

Già lo scorso anno si erano venduti meno Lumia e Windows Phone rispetto all’anno precedente, ma il confronto con i dati di quest’anno è un cimitero. Si parla di un calo di vendite del 73% (per un totale di poco più di 2 milioni di pezzi venduti) per Lumia, come evidenziato da un report ufficiale di Microsoft. Com’è possibile?

Microsoft aveva già notato il trend negativo, non investendo più nello smartphone, ma comunque la società non era riuscita a recuperare i 5,4 miliardi di dollari che aveva speso due anni fa. Secondo Microsoft, sarebbero milioni i pezzi rimasti invenduti nei magazzini, ma le fonti ufficiali parlano solo di vendite deboli e non di vere e proprie perdite.

Anche il prossimo trimestre non sembra favorire Microsoft, che, però, ha annunciato di non volersi arrendere: non ci saranno altri investimenti, però si provvederà con una campagna di marketing ad hoc per fronteggiare l’emergenza.

Secondo i rumors, il problema con i Lumia è stato causato dalla diffusione sul mercato dei Windows Phone, anche questi, però, non in linea con le vendite della concorrenza (Apple e Microsoft su tutte).

Microsoft: crollano le vendite del Lumia  73% Lumia 2 TechNinja

Concorrenza e non solo

La concorrenza e il Windows Phone non sono il vero problema: Microsoft ha capito che il target è troppo inflazionato. Si continuerà a investire nel Windows Phone e nelle app dedicate, ma questa volta si andrà a colpire un target di utenza ben definito: le aziende e chi ha bisogno di componenti hardware di tutto rispetto.

Acquistando Nokia, Microsoft aveva pensato di risolvere la situazione sfruttando un brand noto nel settore dei cellulari, ma anche questa trovata commerciale non ha funzionato. Ora, si spera che con app dedicate, si riesca a dare risalto almeno al Windows Phone, anche se anche qui non manca la concorrenza.

La strada per Microsoft resta in salita, ma probabilmente ai piani alti c’è una strategia ancora sconosciuta agli utenti. Staremo a vedere, nell’attesa che Microsoft dia una risposta concreta ai rumors, ma soprattutto al nuovo target che cercherà sì qualcosa di funzionale, ma anche qualcosa legato ai tempi.

Difficile prevedere ora se ci saranno nuovi modelli di Lumia in giro: sicuramente, in questo momento è tempo di riflettere sulle perdite e cercare di risollevare la situazione, certi che l’arsenale di Microsoft ha ancora molto da offrire.