iPhone, calo vendite: -44% in un trimestre

Le vendite nel primo trimestre del 2016 sono calate in casa Apple e a farne le spese sono soprattutto gli iPhone di ultima generazione. A quanto ammonta il calo? Vediamolo subito.

0
1481
calo vendite iPhone

Un periodo nero per la casa di Cupertino, che non fa registrare i soliti grandi numeri per quel che concerne le vendite di iPhone. Queste ultime sono, infatti, in netta diminuzione. Di quanto? Lo vediamo immediatamente, entrando nel vivo della questione e andando a spiegare il perché di questo calo che in molti non si aspettavano.

iPhone, calo vendite:  44% in un trimestre calo vendite iPhone TechNinja

iPhone: calo vendite

I dati che stiamo riportando sono stati diffusi dalla TrendForce, una nota società di analisi con sede a Taiwan, che ha messo in luce quello che per Apple può essere un enorme buco nell’acqua. Nell’ultimo trimestre, infatti, si nota un calo spaventoso delle vendite di quello che dovrebbe essere il device di punta della casa produttrice, ossia l’iPhone. 

Nello specifico, prendendo in considerazione il periodo di tempo che va da gennaio 2016 marzo 2016 sono stati venduti solo 42 milioni di device e, sebbene possa sembrare il contrario, il numero non è per nulla positivo. Lo si capisce se si guarda alle percentuali: si tratta di un calo pari al 43,8% rispetto a questo periodo e pari al 24% se si guarda lo stesso trimestre del 2015.

A dire il vero già lo stesso CEO di Apple, Tim Cook, aveva parlato di tale possibilità, ma sottolineando che l’inflessione sarebbe stata roba da poco, non troppo rilevante. Si può definire irrilevante un -44%?

Cause del calo delle vendite

Prima di rispondere alla domanda, è utile andare a vedere quali sono state le ragioni di tale inflessione. C’è da dire che la prima cosa che ha influito è, senza dubbio, la mancanza di innovazione. Gli ultimi modelli proposti da Apple sono tutti molto simili nelle funzioni e finanche nel design e, pertanto, un user non è spinto a cambiare l’iPhone acquistato lo scorso anno per uno sì più nuovo ma sostanzialmente molto simile a quello in proprio possesso. Inoltre, si deve anche considerare che al momento il mercato degli smartphone è alquanto saturo e, pertanto, o si lancia una bella novità oppure le vendite si attestano su livelli più bassi del solito.

Per riprendersi, quindi, bisogna innovare e, soprattutto, è necessario attirare la curiosità del pubblico degli users che, se non invogliati, non acquistano più device solo per il loro brand.

Cosa ne pensate di tutto ciò? Fatecelo sapere con un commento qui sotto!