Dalla Cina con furore le auto Volvo si muovono da sole

1
166

L’evoluzione delle auto che si muovono da sole ora ha anche il nome di una casa automobilistica: la prima a cogliere la sfida di Apple con Peugeot, Google e Intel con Yogitech è Volvo, che ha lanciato la sfida in Cina.

L’auto che si muove da sola

In realtà, c’è una differenza minima tra le auto di Volvo e quelle di Google/Intel. Le seconde sono pensate per muoversi da sole senza un guidatore, mentre le 100 auto che la casa automobilistica ha annunciato di stare facendo circolare in Cina hanno un guidatore, che, però, attraverso un sistema di controllo, può decidere di far muovere l’auto da sola quando vuole.

Insomma, se il test-drive funziona, le auto potranno viaggiare da sole mentre il guidatore pranza, aggiusta il look, oppure sta tranquillamente mandando messaggi al cellulare, mentre il volante si muove da solo. Un passo dalla fantascienza alla realtà alla quale Volvo stava pensando già da parecchio.

Dalla Cina con furore le auto Volvo si muovono da sole volvo auto TechNinja

Il fatto che la sperimentazione sia in Cina, però, crea non pochi problemi, tanto che possiamo parlare di un vero e proprio stress test. In Cina ci sono milioni di veicoli, inquinamento elevato con condizioni di visibilità spesso impossibili, ma per garantirsi anche il consenso del governo cinese, Volvo ha deciso di inserire nel progetto diverse società della repubblica orientale, oltre alle attività già presenti all’interno della società automobilistica in fatto di specializzazione hi-tech.

L’auto in fase di sviluppo in Cina, però, ha un altro “difetto” rispetto alla sperimentazione che si va dall’altra parte del mondo, a Mountain View, con le Google Car: le macchine di Volvo possono mettersi su strada da sole per un periodo limitato di tempo, poi un segnale vocale chiederà comunque aiuto al guidatore. D’altra parte, la società, per ora, sembra essere la prima a inserirsi in questo settore.

Come funzionerà

Il sistema di guida autonoma di Volvo funzionerà in questo modo: l’utente avvierà manualmente e come sempre il mezzo, impostando il navigatore con il percorso da fare e iniziando a guidare come sempre. Quando le luci presenti sul volante si accendono, in qualsiasi momento, il guidatore potrà lasciare la presa e lasciar guidare l’auto per un periodo di tempo, che viene segnalato da un timer posto sullo schermo dell’auto.

Nel frattempo, una voce guida informa il guidatore in tempo reale su quanto avviene. Quando serve il controllo del guidatore, le luci sul volante lampeggiano e la voce guida informa che è necessario riprendere in mano il volante. Se ciò non avviene in 60 secondi, la macchina parcheggia da sola e si ferma, come mostrato nel video promozionale di Volvo che vi abbiamo lasciato in alto.

Che sia l’inizio di una rivoluzione? Noi lo speriamo!