Facebook illegale da oggi in Italia: i dettagli della legge Cirenga

Con 260 voti favorevoli e soli 15 contrari, passa a sorpresa un emendamento del senatore Cirenga che rende di Facebook illegale nel nostro paese e prevede pene fino a cinque anni di reclusione in caso di violazione. La ratio della legge difatti impone che Facebook sia oscurato nel territorio italiano, a causa delle molteplici violazioni legali che lo stesso sito ha attuato nel nostro territorio.

0
651

Con 260 voti favorevoli e soli 15 contrari, passa a sorpresa un emendamento del senatore Cirenga che rende di Facebook illegale nel nostro paese e prevede pene fino a cinque anni di reclusione in caso di violazione. La ratio della legge difatti impone che Facebook sia oscurato nel territorio italiano, a causa delle molteplici violazioni legali che lo stesso sito ha attuato nel nostro territorio.

“E’ un piccolo passo verso la riconquista della civiltà e dei valori democratici che hanno sempre ispirato questo paese”.

Queste le parole del Senatore Cirenga, fautore dell’emendamento che porta il suo nome.

“Facebook da anni viola la nostra giurisdizione. Il social network difatti ospita articoli diffamatori nei confronti di migliaia di cittadini, e cosa ancor più grave, ospita articoli bufala su noi politici, fomentando ancor più l’antipolitica e l’odio verso la nostra classe”.

Al centro dell’emendamento quindi, la volontà di oscurare totalmente i DNS del noto social network, il quale non sarà più visibile negli smartphone e nei dispositivi degli italiani già dal tardo pomeriggio. Ecco le repliche alla volontà di rendere facebook illegale sul nostro paese da parte delle varie forze politiche.

Facebook illegale da oggi in Italia: le repliche dei partiti di opposizione

Accolgono l’emendamento le forze politiche di maggioranza. Dura la replica dell’opposizione. E mentre la Lega proclama che porterà i cittadini nelle piazze per abolire quella che, a detta del leader del Carroccio si configura come una vera e propria limitazione delle libertà personali, i Cinquestelle proclamano che andranno direttamente a protestate sul terrazzo della villa del senatore. “E’ davvero impensabile che questo governo di eletti senza il consenso del popolo voglia dettare legge su ciò che i cittadini possono o non possono vedere sui loro dispositivi”, ed aggiungono “chiederemo una modifica della legge per salvaguardare almeno alcuni diritti dei meno abbienti. Proponiamo difatti che l’uso del social network venga vietato solo ai dipendenti pubblichi, e che in caso in cui essi lo utilizzino durante l’orario di lavoro, i loro buoni pasto siano devoluti al nostro fondo del microcredito”.

Facebook illegale da oggi in Italia: i dettagli della legge Cirenga senato della repubblica 1080x675 1024x640 TechNinja

Dura anche la replica di Forza Italia, che afferma “Se questo governo ha intenzione di rendere facebook illegale, il parlamento si vedrà diminuire le presenze e le sedute: è noto difatti che i parlamentari passino molto tempo ad informare i cittadini sui lavori parlamentari direttamente su facebook attraverso i loro smartphone e tablet, proprio durante le sedute. Pertanto chiederemo che Mediaset sia esonerata da questa legge, in modo da poter mostrare, con un canale apposito, in tempo reale ciò che viene scritto sul social network negli altri paesi”.

La legge è comunque destinata a far discutere. Facebook difatti riveste un ruolo molto importante, non solo in quanto social network su cui gli italiani spendono maggiormente il loro tempo online, ma anche e soprattutto come motore economico e pubblicitario.

E voi che ne pensate? è giusto che Facebook sia vietato sul territorio italiano. Fateci sapere la vostra opinione.

 

ARTICOLO CON CONTENUTI INVENTATI REALIZZATO PER PESCE D’APRILE