Microsoft cambierà il modo di creare applicazioni Windows

Moltissimi prodotti sono stati presentati ieri da Microsoft per gli sviluppatori del di applicazioni Windows.

0
73
applicazioni Windows

L’arrivo delle applicazioni Windows universali sono diventate un punto focale del mondo Microsoft visto che coprono un ampio ventaglio di opportunità visti tanti dispositivi che potenzialmente sono compatibili.

Con l’avvento della piattaforma universale di Microsoft, Universal Windows Platform, gli sviluppatori hanno ottenuto la possibilità di produrre applicazioni Windows in grado di girare su qualsiasi tipo di dispositivo con questo sistema operativo. Questa prospettiva ha fatto aumentare in modo esponenziale gli sviluppatori che hanno deciso di avvicinarsi a questo ambiente di sviluppo cosa che potrebbe migliorare le prestazioni del comparto mobile da sempre afflitto dalla carenza di software. Dopo un anno dall’avvento della piattaforma universale, Microsoft non può considerarsi soddisfatta delle prestazioni della sua piattaforma visto che il catalogo delle applicazioni di Windows 10 Mobile è ancora pesantemente rimaneggiato se confrontato con quello dei suoi rivali, Android e iOS.

Microsoft ha cambiato il modo di produrre applicazioni Windows

Microsoft cambierà il modo di creare applicazioni Windows desktop app converter TechNinja
Ieri si è tenuta l’importante conferenza BUILD 2016 durante la quale, il colosso informatico di Redmond ha deciso di introdurre uno strumento molto importante: il Desktop App Converter. Questa applicazione è un grandissimo regalo agli sviluppatori in quanto sarà possibile trasformare gli oltre diciasette milioni di programmi Win32 e .NET in applicazioni completamentamente compatibili con la piattaforma universale di Windows togliendo dall’equazione i fastidiosi passaggi impliciti in questo tipo di lavoro.

Portare le applicazioni Windows su UWP significa migliorare la sicurezza informatica e le prestazioni

Microsoft cambierà il modo di creare applicazioni Windows one TechNinja
Kevin Gallo, vice presidente di Microsoft Windows Developer, ha portato l’attenzione su un problema sempre più sentito: la sicurezza informatica. Attualmente gli utenti cercano le applicazioni su internet, cosa che potrebbe portare sul computer vari malware. Facendo passare il software dallo Store di Microsoft questo non può accadere perché tutto il materiale è controllato rendendo più sicura la vita digitale degli utenti. Dopo il “trattamento” delle applicazioni con il Desktop App Converter, esse avranno nuove ed interessanti funzionalità grazie all’aggiunta di API moderne che permettono non solo di rendere i prodotti più leggeri ma anche di risultare compatibili con Cortana e con i moderni sistemi di puntamento ottenendo un grande valore aggiunto.

Il rischio sta nell’arrivo di un grande numero di applicazioni Windows datate

Un grosso problema derivante dall’App Desktop Tool sta nel possibile arrivo di moltissimo software prodotto per le prime versioni del sistema operativo ormai non utilizzabili, per esempio Windows 95, cosa che potrebbe riempire lo Store di applicazioni praticamente inutili. Gallo ha ammesso la possibilità di un’evenienza del genere ma ha comunque tenuto a precisare che non tutte le applicazioni datate sono da considerarsi obsolete e comunque non vi sarà una sorta di “polizia degli sviluppatori”. Il vice presidente si dice sicuro che la maggiorparte del software sarà moderno e funzionale.

BUILD 2016: non solo applicazioni Windows ma anche strumenti di sviluppo

Microsoft cambierà il modo di creare applicazioni Windows xamarin TechNinja
Durante la serata di ieri, sono stati presentati alcuni strumenti di sviluppo come l’aquisto di Xamarin, il kit di sviluppo di Xbox One e la Bash Shell Unix. Un punto molto importante è rappresentato da Xamarin che permette agli sviluppatori di creare applicazioni native per vari sistemi operativi conoscendo unicamente il linguaggio di programmazione C#. In questo modo gli sviluppatori saranno in grado di creare applicazioni senza dover conoscere un gran numero di linguaggi di programmazione.

Microsoft ha davvero modificato il modo di creare le applicazioni Windows?

Il colosso informatico di Redmond nel suo BUILD 2016 ha creato le basi per facilitare gli sviluppatori a creare e popolare il Windows Store. Sicuramente, a mio parere, si è fatto un grandissimo passo in avanti ma ora bisogna vedere se arriveranno i frutti sperati in termini di applicazioni.