Home Blog

Miglior mouse wireless economico: comodità senza fili con i consigli di TechNinja!

Dimenticate le scrivanie invase da cavi di ogni genere: il presente è wireless. Ce ne rendiamo conto ogni giorno, quando connettiamo lo smartphone alla rete Wi-Fi di casa, o quando ci isoliamo comodamente grazie alle nostre cuffie Bluetooth, senza fili penzolanti che intralciano o rendono difficili alcuni movimenti. Se fino a non troppi anni fa i dispositivi dotati di connessione senza fili erano molto più costosi dei corrispettivi cablati, oggi la differenza di prezzo si è annullata quasi del tutto: ve ne accorgerete presto, leggendo questa guida, con la quale ci siamo posti l’obiettivo di trovare il miglior mouse wireless economico.Miglior mouse wireless economico: comodità senza fili con i consigli di TechNinja! miglior mouse wireless economico TechNinjaAbbiamo già parlato della scelta del miglior mouse economico, ma in quel caso i dispositivi proposti erano tutti dotati di cavo: alcuni sentono ancora la necessità di avere un mouse cablato, vuoi per esigenze particolari, vuoi per abitudine; per tutti gli altri, invece, passare al lato oscuro (e senza fili) non può che rappresentare un enorme vantaggio.

Perchè, vi starete chiedendo allora, i mousi wireless sono ancora visti di mal occhio? La risposta è da trovare nel fatto che il cambiamento fa sempre paura, tanto più se accompagnato da brutte esperienze precedenti. Esempio banale: chi ha provato un mouse wireless qualche anno fa l’avrà trovato meno preciso di uno con cavo, nonostante il costo più elevato, e avrà dovuto fare i conti con batterie scariche in pochissimo tempo, con grande spreco di tempo (acquistarle e sostituirle) e di denaro.

Il progresso, però, avanza inesorabilmente, e quello che ieri sembrava un problema insormontabile, oggi non è altro che un simpatico ricordo. I mouse wireless di ultima generazione sono affidabili quanto quelli cablati, non hanno nessun problema di compatibilità (e ci mancherebbe, visto che il mondo dell’informatica spinge sempre più verso i dispositivi senza filo) e hanno fatto enormi passi avanti anche per quanto riguarda i consumi. Se alimentato da batterie (di tipo AA o AAA), il miglior mouse wireless economico può garantire un anno di utilizzo con una sola batteria; meglio ancora, l’abbattimento dei prezzi delle componenti ha reso disponibili mouse wireless con batteria integrata (e ricaricabile) anche nella fascia low budget.

Miglior mouse wireless economico: caratteristiche principali

Un mouse wireless resta comunque un mouse, per questo al momento dell’acquisto dobbiamo badare alle stesse caratteristiche che terremmo in considerazione per un mouse dotato di cavo. Innanzitutto, occorre sapere che tipo di sensore monta il mouse: esso può essere ottico o laser, ed entrambe i tipi hanno pregi e difetti. I mouse con sensore ottico sono i più diffusi nella fascia bassa, perchè più economici da produrre, offrono una buona precisione, ma non possono essere utilizzati su specchi o superfici in vetro. I mouse con sensore laser, invece, sono in genere più costosi, e vengono utilizzati anche in ambito professionale per via della loro insuperabile precisione: sono utilizzabili su qualsiasi superficie, ma sono molto sensibili alla polvere.

Capito il tipo di sensore presente a bordo del mouse, non ci resta che scoprire qual è la sua risoluzione, e se essa è modificabile: la risoluzione è espressa in DPI, e indica il rapporto tra spostamento del mouse fisico (in pollici) e spostamento del cursore (in pixel). Un mouse economico ha, in genere, una risoluzione pari a 1000 DPI: ciò signficia che per ogni spostamento del mouse di un pollice (2,54 cm) il cursore si sposterà di mille pixel. Sebbene non sia una misura che indichi in senso assoluto la qualità di un mouse, per usi specifici è richiesto un numero di DPI piuttosto alto.

Miglior mouse wireless economico: comodità senza fili con i consigli di TechNinja! miglior mouse wireless economico 2 TechNinjaComodità d’uso

Forma, peso e materiali del mouse sono tre caratteristiche strettamente collegate tra loro: il miglior mouse wireless economico dovrebbe essere comodo da impugnare, evitando fastidi causati da un uso prolungato, leggero (non troppo, ma tenete conto che al suo interno verranno inserite anche delle pile) e con parti in gomma nelle parti di maggior contatto, per aumetare presa e stabilità.

Alimentazione e connessione

Vengono poi le caratteristiche peculiari dei mouse wireless, ovvero l’alimentazione e il tipo di connessione. Come già detto prima, i mouse economici senza fili sono quasi tutti alimentati da batterie stilo: in questo caso, la durata per ogni singola batteria è spesso indicata nella scheda tecnica o sulla confezione del dispositivo. Per i mouse con batteria integrata, invece, valutate la capacità della batteria (espressa in mAh) e il sistema di ricarica (in genere tramite cavo USB). Per la connessione al pc, ormai tutti i mouse wireless sfruttanno o la tecnologia Bluetooth, o protocolli wireless a 2,4 GHz , i sistemi più efficienti su brevi distanze (in genere, fino a 10 metri): controllate che nella confezione del mouse sia incluso il ricevitore, un piccolo dispositivo (un centimetro circa nelle versioni Nano, le più diffuse) che, inserito in una porta USB del computer, permette di avviare la comunicazione tra mouse e pc. A differenza di qualche anno fa, oggi è veramente difficile trovare un mouse che necessiti di installazione: si tratta quasi sempre di dispositivi Plug and Play, che sfruttano driver generici già presenti sul pc, ma può sempre capitare di trovare un mouse con driver proprietari, in genere installabili da un CD presente in confezione.

Miglior mouse wireless economico sotto i 10 euro

JETech Mouse Wireless

Miglior mouse wireless economico: comodità senza fili con i consigli di TechNinja! JETech Mouse Wireless TechNinjaUn dispositivo non blasonato occupa la prima posizione della classifica, il JETech Mouse Wireless: attenzione, però, ciò non significa che si tratti di una periferica di bassa qualità, che anzi è riuscita a conquistare l’esigente clientela di Amazon. I motivi sono tanti: il prezzo è molto basso, la qualità è buona pur non trattandosi di un marchio noto, le caratteristiche tecniche sono di tutto rispetto.

Il sensore è, infatti, di tipo ottico, e la sua risoluzoine può essere impostata a 800, 1200 e 1600 DPI. Il dispositivo si connette al pc tramite un ricevitore Nano a 2,4 GHz, che può essere riposto nella parte inferiore del mouse, e che garantisce una stabile connessione fino a 8-10 metri. L’alimentazione è garantita da un’unica batteria di tipo AA, non presente in confezione, la cui durata è allungata dal modalità standby, che riduce i consumi mentre il mouse (in vendita su Amazon) non è in uso.

ACQUISTA SU AMAZON AL MIGLIOR PREZZO

TeckNet Pro Mouse WirelessMiglior mouse wireless economico: comodità senza fili con i consigli di TechNinja! TeckNet Pro Mouse Wireless TechNinjaIn genere prodotti economici e fin troppo interessanti sulla carta deludono le aspettative, ma non è questo il caso del TeckNet Pro Mouse Wireless, per alcuni versi il miglior mouse wireless economico in questa fascia di prezzo. Partiamo dal fatto che questo mouse offre due tasti aggiuntivi, posizionati sul lato sinistro, che possono rivelarsi molto utili per alcuni utilizzi (programmi di grafica, ad esempio).

Più che buono anche il sensore ottico, impostabile a 800,1200,1600,2000 e 2600 DPI: aldilà dei numeri, non si tratta di un prodotto professionale, ma comunque valido per un uso quotidiano. Plug and Play, compatibilità assoluta con tutti i sistemi Windows, il TeckNet Pro vanta anche un ricevitore nano con distanza massima pari a 15 metri, e un’autonomia pari a 24 mesi con due batterie AA; se siete interessati all’acquisto, è disponibile su Amazon.

ACQUISTA SU AMAZON AL MIGLIOR PREZZO

HP X3000

Miglior mouse wireless economico: comodità senza fili con i consigli di TechNinja! HP X3000 TechNinjaChi era in cerca di un marchio noto, tirerà un sospiro di sollievo: nella caccia al miglior mouse wireless economico è ora il turno dell’HP X3000, elegante dispositivo disponibile in diverse colorazioni e dall’interessante rapporto qualità prezzo. Dotato di sensore ottico da 1200 DPI, offre un’esperienza d’uso sufficiente, grazie anche alla forma ergonomica e alla presenza di grip laterali texturizzati, che aumentano la presa.

Le dimensioni sono leggermenti inferiori alla media, ed il ricevitore è di tipo Nano: il mouse viene alimentato da un’unica batteria AA, che garantisce fino a 12 mesi di autonomia, rendendo l’utilizzo del dispositivo molto economico. Insomma, HP X3000 è la scelta ideale per chi non ha esigenze particolari e vuole affidarsi alla sicurezza di un marchio noto: è acquistabile su Amazon ad un prezzo molto interessante.

ACQUISTA SU AMAZON AL MIGLIOR PREZZO

Miglior mouse wireless economico sotto i 20 euro

HP X3500

Miglior mouse wireless economico: comodità senza fili con i consigli di TechNinja! HP X3500 TechNinjaQuesta volta è il turno di HP X3500, un mouse wireless che riprende e migliora alcune caratteristiche del fratello minore sopra analizzato. In particolar modo, il sensore ottico ha una risoluzione che sale a 1600 DPI, con il mouse che ne guadagna in stabilità e comodità d’uso.

In quanto al resto, vale il discorso fatto prima: l’HP X3500 è elegante nella sua colorazione nera, la particolare forma (che HP dice essere frutto di decenni di studi) lo rende comodo e ambidestro, un’unica batteria AA garantisce 12 mesi di autonomia. HP X3500, dotato di ricevitore Nano a 2,4 GHz, è in vendita su Amazon.

ACQUISTA SU AMAZON AL MIGLIOR PREZZO

Logitech M185

Miglior mouse wireless economico: comodità senza fili con i consigli di TechNinja! Logitech M185 TechNinjaLogitech è uno dei principali produttori di periferiche per computer, e non poteva non avere un dispositivo candidato al titolo di miglior mouse wireless economico: il Logitech M185. Questo mouse è la scelta ideale per chi cerca un dispositivo estremamente portatile: le dimensoni sono sensibilmente inferiori alla media, e il ricevitore (richiudibile nel vano batterie) non a caso è chiamato “plug and forget”, inserisci e dimentica, perchè quasi invisibile e con connessione automatica.

Il Logitech M185 non brilla per il sensore ottico presente a bordo, con risoluzione pari a 1000 DPI, comunque usabilissimo se non si hanno pretese di professionalità: il mouse, in vendita su Amazon, viene alimentato da un’unica batteria AA, presente in confezione, che garantisce 12 mesi di utilizzo.

ACQUISTA SU AMAZON AL MIGLIOR PREZZO

HP Z3700

Miglior mouse wireless economico: comodità senza fili con i consigli di TechNinja! HP Z3700 TechNinjaL’HP Z3700 si distacca enormemente dai mouse visti sino ad ora, tutti caratterizzati da un design “tradizionale”, e ammica l’occhio a dispositivi ben più costosi come il Magic Mouse di Apple. Certo, dal punto di vista tecnico la differenza è abbissale (ma il prezzo è sensibilmente inferiore), ma avere un mouse bello a vedersi, anche se non professionale, è comunque una buona cosa.

Piacevole il contrasto tra i tasti e il corpo del mouse, eleganti anche le plastiche vagamente metallizzate: il corpo è appiattito, ma non per questo poco comodo. Il sensore ottico da 1200 DPI è sempre sufficiente, e la batteria AA che alimenta il mouse, presente in confezione, garantisce fino a 16 mesi di autonomia. Molto piccolo il ricevitore USB a 2,4 GHz, richiudibile nel vano batterie; HP Z3700 è in vendita su Amazon.

ACQUISTA SU AMAZON AL MIGLIOR PREZZO

Miglior mouse economico wireless sotto i 30 euro

Logitech M280

Miglior mouse wireless economico: comodità senza fili con i consigli di TechNinja! Logitech M280 TechNinjaIl miglior mouse ergonomico senza fili in questa fascia di prezzo è il mouse wireless Logitech M280: la forma anatomica garantisce un comfort introvabile in altri prodotti delal stessa fascia di prezzo, ma lo rende utilizzabile solo ai destrimani. Le plastiche sono buone, così come il grip gommato nella parte sinistra che offre un buon appoggio per la mano durante l’utilizzo.

Non particolarmente brillante il sensore ottico da 1000 DPI, mentre ottima è l’autonomia, che con una sola batteria AA, già presente in confezione, permette addirittura 18 mesi di autonomia. Logitech M280 è in vendita su Amazon.

ACQUISTA SU AMAZON AL MIGLIOR PREZZO

Siamo giunti al termine della nostra classifica: come abbiamo visto, i mouse wireless sono oggi alla portata di tutti, e i prodotti di fascia bassa non sono più scadenti gadget usa e getta, ma periferiche di tutto rispetto che, se non si necessita di funzionalità avanzate, garantiscono un’ottima esperienza d’uso. Come sempre, potete utilizzare il nostro box dei commenti per eventuali domande, come anche per suggerirci uno o più prodotti che, per voi, potrebbero candidarsi al titolo di miglior mouse wireless economico.

Apple Watch Serie 3 con eSIM, ma niente supporto per chiamate vocali e Android

Con l’intenzione di migliorare l’esperienza di utilizzo del suo smartwatch, la compagnia di Cupertino starebbe lavorando al rilascio di una terza generazione di Apple Watch dotato di supporto LTE, che consentirà di velocizzare alcune procedure attuali. Tuttavia, secondo una nota condivisa questa mattina dall’analista di KGI Securities, Ming-Chi Kuo, il nuovo dispositivo con rete cellulare non potrà effettuare chiamate vocali.

L’analista di KGI afferma che mentre un servizio di chiamate vocali potrebbe andare a sostituire la funzionalità di chiamata su iPhone, la nuova rete dati potrebbe essere introdotta con il solo scopo di andare a migliorare l’esperienza d’uso nella trasmissione dei dati. Di conseguenza, ritiene che Apple Watch Serie 3 non supporterà ancora le chiamate vocali tradizionali, almeno per quest’anno.

Apple Watch Serie 3: in arrivo a settembre?

Al contrario, lo smartwatch dell’azienda californiana potrebbe supportare i servizi VoIP come FaceTime e Skype, come già fanno gli attuali Apple Watch Serie 2. Per Kuo questa mossa avrebbe due importanti vantaggi di fondo. Per prima cosa le collaborazioni con gli operatori telefonici saranno più semplici e miglioreranno la possibilità di cooperazione con altri fornitori. E la connettività 3G potrà essere eliminata, semplificando così il design dell’antenna e favorendo l’implementazione di nuove componenti interne.

Apple Watch Serie 3 con eSIM, ma niente supporto per chiamate vocali e Android apple watch 3 lte TechNinja

Inoltre, l’analista di KGI, basandosi sulla evidente mancanza di uno spazio sufficiente, ritiene che la versione LTE di Apple Watch potrebbe impiegare una eSIM al posto di uno slot fisico per una SIM, offrendo così la possibilità di condividere lo stesso numero di telefono con un iPhone associato. Come già riportato ieri, la connettività LTE potrebbe essere limitata solo ad alcuni mercati specifici, a causa della mancanza di supporto completo in tutti i paesi del mondo. Inoltre, le voci trapelate hanno già riferito che i principali operatori telefonici degli Stati Uniti, tra cui Verizon, AT&T e T-Mobile, offriranno supporto completo per Apple Watch 3.

Anche se attualmente Apple è impegnata in una battaglia legale con Qualcomm, Kuo crede che l’azienda utilizzerà i chip di Qualcomm per la sua terza generazione di smartwatch, poiché ha da offrire una tecnologia superiore a quella di Intel, grazie alla capacità di produrre processori piccoli ad alta efficienza energetica.

Apple Watch Serie 3 con eSIM, ma niente supporto per chiamate vocali e Android apple watch esim TechNinja

Infine, l’analista prevede che Apple potrebbe ancora una volta escludere Android dal suo ecosistema di prodotti, a causa della difficoltà nel produrre un’applicazione dedicata che consenta di integrare perfettamente Apple Watch con uno smartphone Android, ricreando la medesima esperienza d’uso di un iPhone.

Apple Watch Serie 3 potrebbe essere presentato a settembre al fianco dei tre nuovi iPhone 8, 7s e 7s Plus. La connettività LTE dovrebbe essere il punto di forza principale del dispositivo e, mentre ci sono state alcune voci che indicando importanti cambiamenti di progettazione, Kuo ha riferito che non ci saranno evidenti differenze nel fattore forma.

iPhone 8: svelato il modulo di ricarica wireless e spuntano i primi concept della HomeBar

A distanza di circa un mese dalla presentazione ufficiale dei tre nuovi iPhone che Apple dovrebbe introdurre quest’anno, uno OLED da 5.8 pollici e due LCD con display da 4.7 e 5.5 pollici, i rumor e i concept sui tre dispositivi si stanno facendo sempre più forti. Nelle ultime ore sarebbero trapelate in rete alcune immagini ufficiali del modulo di ricarica wireless che sarà implementato su iPhone 8, iPhone 7s e iPhone 7s Plus offrendoci un breve sguardo a come questo potrebbe funzionare.

Le immagini in questione, condivise dal blog Weibo questa mattina, mostrano quello che a tutti gli effetti sembrerebbe un modulo di ricarica senza fili che va posizionando sotto la scocca posteriore in vetro del dispositivo, consentendo in questo modo il trasferimento di corrente elettrica per induzione.

iPhone 8: ricarica wireless in ritardo sulla tabella di marcia

Secondo le speculazioni di questi ultimi mesi, si ritiene che questa nuova tecnologia di ricarica della batteria non sarà esclusiva del modello premium, iPhone 8, ma verrà montato anche su entrambe le versioni 7s. A confermalo sono gli schemi di progettazione, che prevedono che il vetro sarà impiegato come unico materiale per tutti i tre smartphone.

Ricordiamo che questo sistema di ricarica non sarà l’unico metodo per la carica della batteria. Apple manterrà invariata la posizione dell’ingresso Lightning sui nuovi Device, introducendo con tutta probabilità il caricabatterie wireless come accessorio acquistabile a parte.

iPhone 8: svelato il modulo di ricarica wireless e spuntano i primi concept della HomeBar ricarica wireless iphone 8 TechNinja

I rumor suggeriscono che la funzionalità di ricarica wireless utilizzerà una tecnologia Qi standard, piuttosto che un sistema prodotto dalla stessa compagnia, quindi esiste una buona probabilità che i tre iPhone potranno sfruttare accessori di terze parti, ma con certificazione Apple.

Inoltre, alcune precedenti rivelazioni ritengono che il software che consentirà la ricarica senza fili nei nuovi iPhone potrebbe non essere pronto in tempo come aggiornamento di iOS 11. È invece più probabile che nei primi mesi questa funzionalità non potrà essere utilizzata, forse per lasciare tempo alle aziende di commercializzare i propri dock di ricarica.

iPhone 8: svelato il modulo di ricarica wireless e spuntano i primi concept della HomeBar ricarica senza fili iphone 7s TechNinja

iPhone 8: ecco svelata la HomeBar con il tasto Home virtuale

Negli ultimi mesi abbiamo assistito ad una serie di interessanti rendering che hanno cercato di immaginare come potrebbe apparire la nuova HomeBar di iPhone 8 con il nuovo tasto Home virtuale. E questa mattina, l’affidabile leaker John Calkins ha rilasciato un nuovo concept basato sulle recenti dichiarazioni, fornendo una panoramica su quali cambiamenti questa tecnologia apporterà ad iPhone.

Il rendering in questione immagina in realtà una versione innovativa di iOS, probabilmente la 12, che però pare piuttosto realistica sul prossimo top di gamma di Apple. Le funzionalità mettono in risalto il display OLED del dispositivo, privo ovviamente di cornici e con tasto Home virtuale.

iPhone 8: svelato il modulo di ricarica wireless e spuntano i primi concept della HomeBar iphone 8 homebar TechNinjaLa HomeBar sarà in grado di mostrare notifiche, accedere a scorciatoie e widget in modo ancora più intuitivo, con un grado di personalizzazione del 100%. Il nuovo tasto Home virtuale mantiene le stesse caratteristiche di quello attuale, ma anche esso riceve un aggiornamento estetico.

Nel rendering, Calkins sottolinea anche alcuni cambiamenti relativi alle applicazioni, Siri e altro ancora. Il centro notifiche è ancora più facile da utilizzare e tutto è raggruppato nella parte inferiore del display. Il display AlwaysOn è un’altra novità che consentirebbe di avere accesso rapido a ora, data e notifiche, ma si tratta di una funzione che difficilmente vedremo in iOS 11.

iPhone 8: svelato il modulo di ricarica wireless e spuntano i primi concept della HomeBar iphone 8 ricarica wireless TechNinja

Grazie al design senza bordi di iPhone 8, il concept illustra anche come applicazioni e interfacce potrebbero essere ridisegnate per sfruttare le parti di display aggiuntive. Il leaker mostra quella che è un interfaccia principalmente studiata per iPhone 8, senza riferimenti sulle versioni 7s. La modalità Dark crea una soluzione di continuità con lo schermo, ma anche questa è una funzione che Apple non sta ancora considerando.

I tre nuovi iPhone potrebbero vedere la luce del sole tra il 6 e il 12 settembre, durante l’annuale keynote di fine estate. Mentre iPhone 8 sarà un dispositivo innovativo, ricco di novità hardware, le due versioni 7s e 7s Plus introdurranno pochi cambiamenti estetici ed interessanti novità sotto la nuova scocca in vetro.

Miglior mouse economico: i consigli per l’acquisto di TechNinja

I mouse hanno dato il via alla diffusione di massa dei computer, svincolando gli utenti dalle ostiche interfacce testuali e aprendo le porte ad utilizzi prima semplicemente impossibili. Questa periferica (la cui ideazione viene attribuita, in un certo senso erroneamente, a Steve Jobs) ha oggi raggiunto un ottimo rapporto qualità prezzo, poichè anche nella fascia estremamente bassa del mercato si trovano dispositivi più che sufficienti. I mouse laser e ottici (a queste due tipologie appartengono quasi tutti i mouse recenti), infatti, sono economici da costruire, e non avendo parti meccaniche in movimento (se non i tasti), non incappano quasi mai in problemi legati all’usura. Per questo motivo, chi è alla ricerca del miglior mouse economico, ha l’imbarazzo della scelta, ma anche la difficoltà di doversi orientare tra un numero enorme di prodotti.

Miglior mouse economico: i consigli per lacquisto di TechNinja miglior mouse economico TechNinjaNiente paura, perchè trovare il mouse più adatto alle proprie esigenze non è difficile: occorre solo avere un’infarinatura generale sul mondo dei mouse, e identificare da subito le feature che maggiormente ci interessano.

Miglior mouse economico: caratteristiche principali

In questa classifica andremo a cercare il miglior mouse economico per un uso “nella media”: non quindi, mouse da gaming (in genere più costosi e performanti), nè mouse professionali (pensati per un uso in certi casi estenuante e prestazioni sopra la media). Insomma, un dispositivo che possa offrire una piacevole esperienza d’uso, che costi poco, e che duri il più possibile.

Poichè per un uso classico del mouse non è necessario badare troppo ai dettagli puramente tecnici, ci soffermeremo su alcune caratteristiche che potrebbero sembrare marginali, ma che in questo caso fanno veramente la differenza. Più pratica che teoria, in un certo senso: ad esempio, spesso trascurata è la lunghezza del cavo, salvo poi trovarsi con un mouse che semplicemente non arriva dalla scrivania al computer, tanto più se si tratta di un pc fisso.

Allo stesso modo, quasi mai si bada al peso e alla forma del mouse che si acquista, caratteristiche che invece influiscono enormemente sull’effettiva comodità di utilizzo. Il peso non dovrebbe essere nè troppo elevato, per evitare l’affaticamento dovuto ad un uso intensivo del mouse, ma nemmeno troppo basso, per evitare di avere tra le mani un dispositivo tanto leggero da essere eccessivamente fragile e instabile. Per la forma, il discorso è un po’ più lungo: stabilito che è pressochè impossibile provare un mouse prima dell’acquisto, è bene optare per un dispositivo di forma standard, non troppo piccolo (a meno che le dimensioni ridotte non siano un’esigenza) e privo di fronzoli che tanto vanno di moda negli ultimi tempi, ma che in prodotti economici non fanno altro che dar fastidio.

Miglior mouse economico: i consigli per lacquisto di TechNinja miglior mouse economico 2 TechNinjaA fare la differenza nella comodità d’uso sono anche i materiali: optate sempre per plastiche di buona qualità, che diano al mouse una certa solidità, e rivestimenti in gomma più o meno morbida nei punti di contatto con la mano, per aumentare la presa e il piacere d’utilizzo. Dal punto di vista software, sappiate che negli ultimi tempi i problemi legati a driver e compatibilità sono quasi del tutto scomparsi: in ogni caso, controllate che il vostro sistema operativo sia tra i supportati dal mouse, e che non necessiti di driver specifici (Plug and Play) o che, qualora ne necessiti, essi siano compresi nel CD d’installazione (se presente) o scaricabili facilmente da internet.

Sebbene abbiamo detto che per i mouse ad uso “domestico” non è necessario guardare le caratteristiche puramente tecniche, è bene sapere che il principale valore riguardante il tipo di sensore presente su un mouse è il numero di DPI (Dots Per Inches). Per essere più precisi, questo valore indica di quanti pixel si sposta il cursore per ogni pollice (2,54 centimetri) di spostamento fisico del mouse: se, ad esempio, il numero di DPI è pari a 1200, vuol dire che ogni volta che il mouse verrà spostato di 2,54 centimetri, il cursore sullo schermo si sposterà (ovviamente nella stessa direzione) di 1200 pixel. E’ diffusa ed erronea opinione credere che più alto è questo numero, più preciso è il mouse: semplicemente, ad un valore maggiore corrisponde una velocità del cursore maggiore, situazione che alcuni prediligono, altri no.

Miglior mouse economico sotto i 10 euro

HP X900

Miglior mouse economico: i consigli per lacquisto di TechNinja HP X900 TechNinjaSe si dispone di un budget estremamente ridotto per l’acquisto di un nuovo mouse, ma non si vuole rinunciare alla sicurezza di un marchio noto, non si può che scegliere l’HP X900, il mouse più entry level tra gli entry level. Difficilmente troverete un mouse ad un prezzo più basso (se non addentrandovi tra cinesate di dubbia qualità): non a caso, l’HP X900 è il mouse più venduto su Amazon.

Design classico ed ergonomico, compatibilità con tutti i sistemi Windows (da Vista in poi) e MacOS (da Mac OS X 10.x in poi), lo rendono la soluzione low budget ideale per quasi ogni tipo di computer. Il sensore da 1000 DPI fa bene il suo lavoro, mentre i tre tasti fisici (di cui uno integrato sotto la rotella di scorrimento) sono pensati per durare il più possibile; ottima anche la lunghezza del cavo USB, pari ad 1,5 metri. HP X900 è in vendita su Amazon.

ACQUISTA SU AMAZON AL MIGLIOR PREZZO

Mouse AmazonBasicsMiglior mouse economico: i consigli per lacquisto di TechNinja Mouse AmazonBasics TechNinjaNon tutti sanno che Amazon ha in vendita, da qualche tempo, un gran numero di prodotti a marchio proprio (AmazonBasics): si tratta di dispositivi molto economici, non pensati per un uso professionale, ma che permettono di godere dell’infallibile garanzia Amazon ad un prezzo molto basso. Tra questi figura il Mouse AmazonBasics, un mouse che punta all’essenzialità ed alla convenienza.

Il design è semplice e funzionale, con le dimensioni leggermente inferiori alla media e le plastiche rivestimenti da una sottile finitura in gomma, per aumentare presa e comodità. Il sensore da 1000 DPI è veloce e preciso per un uso non professionale, il cavo da 1,5 metri non crea mai problemi e la compatibilità è assicurata con tutti i computer dotati di USB. Il Mouse AmazonBasics, ovviamente, è disponibile su Amazon.

ACQUISTA SU AMAZON AL MIGLIOR PREZZO

Logitech B100Miglior mouse economico: i consigli per lacquisto di TechNinja Logitech B100 TechNinjaQuasi ognuno di noi ha un dispositivo Logitech in casa: tastiere, webcam, mouse e controller, non c’è device che la società svizzera non abbia in vendita sul mercato, spesso con un ottimo rapporto qualità prezzo. Questa filosofia di pensiero segue anche il Logitech B100, uno dei mouse più apprezzati nel segmento basso del mercato.

Non brilla per il sensore, da 800 DPI, che è comunque più che sufficiente per un uso tradizionale, ma eccelle per il design e l’ergonomia, che Logitech ha ripreso da mouse anche molto più costosi. Per evitare spiacevoli intoppi, particolarmente lungo è il cavo USB a 1,8 metri. Anche in questo caso, Logitech B100 non dovrebbe aver nessun problema di compatibilità (sopratutto con sistemi Windows): è in vendita su Amazon ad un prezzo molto interessante.

ACQUISTA SU AMAZON AL MIGLIOR PREZZO

HP X1000Miglior mouse economico: i consigli per lacquisto di TechNinja HP X1000 TechNinjaVersione leggermente migliorata (e più costosa) del già visto HP X900, anche l’HP X1000 è un ottimo candidato per il titolo di miglior mouse economico. Dal punto di vista tecnico, cambia poco o nulla: sempre tre i tasti fisici (di cui uno implementato nella rotella dello scroll), sempre da 1000 DPI il sensore ottico, preciso, veloce ed affidabile.

Migliora notevolmente il design, non tanto per l’ergonomia, già buona per il X900, quanto per l’eleganza e la cura dei materiali: due le plastiche utilizzate, una nera lucida per la parte centrale del mouse, una tendente al grigio e opaca per le zone periferiche. HP X1000 è in vendita su Amazon.

ACQUISTA SU AMAZON AL MIGLIOR PREZZO

Miglior mouse economico sotto i 20 euro

Logitech M150Miglior mouse economico: i consigli per lacquisto di TechNinja Logitech M150 TechNinjaSalendo leggermente di prezzo il livello qualitativo si innalza notevolmente: i mouse visti finora erano sì affidabili e di qualità, ma ancorati ad un uso estremamente basico. Con questo Logitech M150, invece, inziamo a scoprire le maggiori potenzialità di un mouse leggermente più costoso, come ad esempio la rotellina dello scroll capace di muoversi in quattro direzioni, non solo su e giù, ma anche destra e sinistra (feature interessante anche per chi usa software grafici).

Il sensore non è ottico, ma laser, offrendo maggiore precisione anche a parità di risoluzione (1000 DPI). Gradevole il design arrotondato, come anche la plastica nera lucida: lateralmente, le finitura in gomma morbida garantiscono una presa sicura e priva di fastidi alle mani. Il Logitech M150 è in vendita su Amazon.

ACQUISTA SU AMAZON AL MIGLIOR PREZZO

CSL TM137UMiglior mouse economico: i consigli per lacquisto di TechNinja CSL TM137U TechNinjaAbbiamo detto inizialmente che il miglior mouse economico è un dispositivo che non ha la velleità di voler essere usato professionalmente, ma ciò non significa che possa proporre caratteristiche interessanti anche per chi necessita di un mouse da lavoro. Il CSL TM137U, ad esempio, ad un prezzo molto basso offre il comfort e l’usabilità di mouse verticali ben più costosi.

Il design verticale permette alla mano di tenere una posizione più rilassata durante l’utilizzo, eliminando lo stress e i dolori causati da un uso intenso e scorretto dei mouse tradizionali. In più, invece che i tre tasti tradizionali, il CSL TM137U è provvisto di 5 tasti, di cui due utilizzabili per muoversi avanti e indietro tra le pagine. E’ presente anche un selettore per scegleire la risoluzione del sensore ottico tra 1000 e 1600 DPI. Il CSL TM137U  è in vendita su Amazon.

ACQUISTA SU AMAZON AL MIGLIOR PREZZO

Asus UX300Miglior mouse economico: i consigli per lacquisto di TechNinja Asus UX300 TechNinjaAnche Asus si inserisce nella nostra caccia al miglior mouse economico, con l’Asus UX300, un dispositivo dal buon rapporto qualità prezzo. Il design ergonomico da un lato lo rende molto comodo da impugnare (con curve che seguono l’andamento della mano e grip in gomma nella parte laterale), dall’altro lo rende adatto solo per destrimani (non è ambidestro, quindi valutate bene al momento dell’acquisto).

Anche in questo caso troviamo cinque tasti fisici (sinistra, destra, tasto dello scroll, avanti e indietro), più un selettore di DPI, impostabili a 1000 e 1600 DPI. L’Asus UX300 è in vendita su Amazon.

ACQUISTA SU AMAZON AL MIGLIOR PREZZO

Miglior mouse economico sotto i 30 euro

Logitech M500Miglior mouse economico: i consigli per lacquisto di TechNinja Logitech M500 TechNinjaPoichè la parla “economico” può essere interpretata in diversi modi, abbiamo di inserire nella nostra caccia al miglior mouse economico anche un mouse che costa (anche se di poco) più di 20 euro: il Logitech M500, un dispositivo noto anche tra chi ha bisogno di un prodotto semi-professionale, ma ha un budget molto ridotto. Innanzitutto, il design ne agevola molto l’utilizzo, grazie alla forma anatomica e le curve che seguono il naturale andamento della mano.

Il sensore laser da 1000 DPI è preciso e scattante, mentre i tasti fisici sono programmabili e permettono numerosi tipi di utilizzo (ad esempio, la rotellina può muoversi anche orizzontalmente), grazie anche al software LogitechSetPoint che permette di impostare due modalità, rotazione libera per un uso stabile e uniforme, e scorrimento di precisione, per lavori più certosini e mirati. Il Logitech M500 è in vendita su Amazon.

ACQUISTA SU AMAZON AL MIGLIOR PREZZO

Abbiamo visto come il mondo dei mouse offra dispositivi interessanti e molto validi anche per chi ha un budget quasi inesistente: potendo investire qualche euro in più, già in questa fascia di prezzo si può trovare il miglior mouse per lavorare economico, senza sacrificare funzioni, comodità d’utilizzo e precisione. Se avete provato altri mouse, e ne siete rimasti piacevolmente sorpresi, suggeriteceli pure attraverso il box dei commenti in basso.

Apple Watch Serie 3: connettività LTE e presentazione con iPhone 8 a settembre

All’inizio del mese di agosto, il noto sito Bloomberg è stata la prima fonte ufficiale a parlare della possibilità di assistere ad una terza generazione di Apple Watch con connettività LTE al debutto nei prossimi mesi. La stessa considerazione è stata fatta dal noto analista di KGI Securities, Ming-Chi Kuo, posizionando la rete dati come aggiornamento chiave dalla prossima generazione di smartwatch della compagnia californiana.

Una nuova relazione di oggi, fatta dalla CNBC sembra essere concorde con quanto riferito fino ad oggi dalle altre fonti, ma rivela una novità inedita. Sembrerebbe che Apple abbia in programma di presentare i nuovi Apple Watch Serie 3 accanto ai tre nuovi iPhone in occasione del keynote del mese di settembre.

Apple Watch Serie 3 insieme ad iPhone 8 e Apple TV?

Questa decisione sarebbe prettamente concorde con quanto fatto dalla società americana con la seconda generazione di Apple Watch, presentata appunto al fianco di iPhone 7 durante il keynote dello scorso autunno. Per quanto riguarda le date di commercializzazione negli Apple Store, non è ancora possibile fare una stima, considerando il rilascio di Apple Watch Serie 1, avvenuto circa a 8 mesi dalla presentazione.

Apple Watch Serie 3: connettività LTE e presentazione con iPhone 8 a settembre apple watch serie 3 4g TechNinja

Tuttavia, il rapporto della CNBC suggerisce che l’Apple Watch Serie 3 sarà in commercio subito dopo la sua presentazione di settembre. I modelli con connettività cellulare saranno in grado di effettuare chiamate vocali, ascoltare musica streaming e molto altro, del tutto indipendenti da rete Wi-Fi o da iPhone. Stando alle speculazioni, gli smartwatch di terza generazione di Apple possederanno una SIM virtuale, in quanto le dimensioni non consentiranno l’implementazione di uno slot apposito.

Mentre si ipotizza che la maggior parte degli operatori telefonici americani dovrebbero portare la propria rete sui dispositivi, la situazione non è ancora chiara per quanto riguarda Italia e resto del mondo. La CNBC afferma che Apple starebbe cercando partnership con client telefonici in Europa, ma non vi è ancora nulla di confermato.

Il rapporto dell’analista di KGI della giornata di ieri, sembra suggerire che il dispositivo non supporterà rete 3G ma solamente LTE 4G. Questo significa che l’Apple Watch Serie 3 potrebbe giungere ancora una volta senza modulo LTE in quei paesi dove la copertura 4G non è ancora pienamente supportata.

Apple Watch Serie 3: connettività LTE e presentazione con iPhone 8 a settembre apple watch serie 3 lte TechNinja

Kuo ritiene che la connettività LTE sarà la vera novità principale di questo aggiornamento hardware, mentre non ci saranno cambiamenti nelle dimensioni o nel fattore forma. Non è tuttavia ancora del tutto chiaro quali saranno le altre caratteristiche di questi smartwatch, anche se una maggiore durata della batteria e migliori performance sono probabilmente i migliori candidati.

Non resta che aspettare gli inviti all’evento di settembre che Apple potrebbe iniziare a rilasciare verso la fine di agosto. Secondo le previsioni il keynote si terrà il 6 o il 12 settembre, supponendo che i dispositivi saranno tutti pronti per la presentazioni. Tra le novità che potrebbero fare la propria apparizione sul palco californiano troviamo tre nuovi iPhone, nuovi Apple Watch e un inedita Apple TV da 4K.

iPhone 7s sarà più spesso a causa del nuovo chassis in vetro

Durante il keynote di quest’anno si prevede che la compagnia di Cupertino rilascerà tre nuovi iPhone: due modelli con schermo LCD da 4.7 e 5.5 pollici chiamati rispettivamente, iPhone 7s e iPhone 7s Plus e un innovativo modello OLED da 5.8 pollici, attualmente definito iPhone 8. Mentre quest’ultimo dispositivo sarà caratterizzato da un display senza cornici, gli altri due Device dovrebbero costituire degli aggiornamenti minori degli attuali iPhone di punta.

Tra le principali novità che saranno introdotte nei nuovi iPhone 7s da 4.7 e 5.5 pollici ci sarà il ritorno del vetro come materiale costruttivo per il chassis dei dispositivi, attualmente realizzati in alluminio. Secondo un report di questa mattina, oltre a donare un design più elegante il nuovo materiale potrebbe costringere la società ad incrementare lo spessore dei dispositivi.

iPhone 7s più grande dei precedenti modelli?

A riportare la notizia è stato il blog tedesco Giga Apple, il quale avrebbe ricevuto l’informazione da un produttore di cover vicino a fonti all’interno di Foxconn, supply chain cinese della stessa Apple. Nel documento citato dal blog tedesco si parla di un aumento di spesso di circa 0.1 mm su iPhone 7s, anche se un secondo rapporto riferisce che ci sarà un generale incremento di spessore anche sul modello da 5.5 pollici.

iPhone 7s sarà più spesso a causa del nuovo chassis in vetro iphone 7s in vetro TechNinja

La scelta dell’azienda non sarebbe una vera e propria novità, in quanto anche con iPhone 6s, Apple ha aumentato lo spessore del suo smartphone per riuscire ad implementare il nuovo 3D Touch all’interno del display. Se quanto affermato dovesse rivelarsi corretto, questa mossa potrebbe essere scaturita dalla necessità di avere più spazio a disposizione per il corretto funzionamento della ricarica wireless ad induzione.

Se non ci dovessero essere ulteriori variazioni, gli iPhone 7s presenteranno uno spessore di circa 7.21 millimetri, maggiore rispetto ai 7.1 mm di iPhone 7 e iPhone 6s. Analogamente iPhone 6 è stato progettato con uno spessore di 6.9 millimetri, passati a 7.1 mm con iPhone 6s. Anche se può sembrare tanto, il cambiamento non causato alcuna differenza sulle dimensioni degli accessori, e la cosa potrebbe ripersi ancora quest’anno.

iPhone 7s sarà più spesso a causa del nuovo chassis in vetro iphone 7s dimensioni TechNinja

Il documento rileva anche una piccola variazione nella larghezza del dispositivo, passando da 67.14 millimetri ad una dimensioni di 67.27 mm. Allo stesso modo la lunghezza di iPhone 7s dovrebbe aumentare da 138.1 a 138.44 millimetri. Inoltre, a causa dell’incremento di spessore, la lente della fotocamera dovrebbe risultare leggermente meno sporgente di quella attuale, per un design complessivamente più uniforme.

Oltre alle voci di oggi, iPhone 7s è apparso in numerosi rumor delle scorse settimane, tutti concordanti che il vetro sarà il materiali costruttivo principale. Anche iPhone 8 presenterà un design in vetro, e secondo le ultime indiscrezioni sarà disponibile al lancio in tre colorazioni nero, argento e un inedita oro rame.

Migliori chiavette USB: ecco le pendrive più convenienti da acquistare

Qual è il modo migliore di trasferire uno o più file da un dispositivo all’altro? Difficile dirlo: attualmente, i sistemi cloud sono un’alternativa molto valida per lo spostamento di file su un numero pressocchè infinito di device, senza rischio che essi vadano persi (se non per errore dello stesso utente); purtroppo, però, in Italia la Fibra Ottica (sebbene in forte espansione) non è ancora presente dappertutto, relegando moltissimi utenti alle connessioni ADSL tradizionali da 7, 10 e 20 Mega, che offrono discrete velocità di Download, ma velocità di Upload ridicole, rendendo il Cloud eccessivamente scomodo da utilizzare (tempi di caricamento di ore e ore). L’opzione migliore resta appoggiarsi alle chiavette USB, dette anche pendrive, dei dispositivi estremamente comodi da portare con sè, facili da utilizzare, e dotati di una memoria interna sempre più grande (le migliori chiavette USB arrivano anche a diversi Terabyte di grandezza).

Migliori chiavette USB: ecco le pendrive più convenienti da acquistare migliori chiavette USB TechNinjaI vantaggi delle chiavette USB sono tantissimi: nei tagli di memoria più piccoli hanno un costo veramente esiguo (i modelli più economici costano pochi euro), sono comodissimi da trasportare, grazie alle dimensioni ridotte (esistono chiavette Nano grandi un centimetro o poco più) e al peso inesistente (pochi grammi), e il loro utilizzo è alla portata di tutti. Si tratta, infatti, di device quasi sempre Plug and Play, che non necessitano di installazione, nè di driver: basta inserirli in una porta USB, presente in ogni computer (e non solo), e copiare o trasferire i file su di essi, come faremmo con una qualsiasi cartella.

Migliori chiavette USB: caratteristiche principali

Quando si acquista una nuova chiavetta USB, la prima domanda da porsi dovrebbe essere: “cosa intendo trasferire con questa pendrive?”, ovvero, “di quanto spazio ho bisogno?“. Se si sta acquistando una chiavetta USB per un uso sporadico, magari per spostare file di testo o foto non troppo ingombranti, la soluzione ideale è scegliere una pendrive che abbia una capacità pari ad 8 o 16 GB: un taglio maggiore sarebbe inutile, mentre uno minore (che difficilmente troverete ancora in vendita) addirittura antieconomico, perchè per risparmiare qualche euro (o anche meno) vi ritrovete con uno spazio a disposizione estremamente ridotto.

Se si invece si hanno esigenze particolari, come ad esempio la necessità di trasferire grandi quantità di foto e video ad alta risoluzione, il mercato offre tantissime chiavette USB in tagli da 32, 64 e 128 GB, come anche altre, per un uso piuttosto professionale, dai 256 GB in poi. Qualora si necessitasse di tali quantità di spazio, però, sarebbe buona cosa prendere in considerazione l’acquisto di un SSD portatile (di cui abbiamo fatto anche una classifica dei migliori), un’unità a stato solido estremamente più veloce delle chiavette tradizionali.

Oggi, grazie agli ultimi standardi USB 3.0, anche le chiavette USB hanno raggiunto velocità di trasferimento piuttosto elevate: l’USB 3.0, infatti, permette una velocità massima teorica pari a 4,6 Gb/s, circa 10 volte maggiore a quella del precedente USB 2.0. In realtà, la velocità di una chiavetta USB non dipende soltanto dallo standard USB utilizzato (in ogni caso, è preferibile acquistare una pendrive USB 3.0, poichè è sempre compatibile anche con standard precedenti), ma dal tipo di memoria installato e dal controller a bordo della chiavetta stessa: situazione rara, si potrebbe trovare una chiavetta USB 2.0 più veloce di una 3.0, grazie ad una qualità delle componenti maggiore.

Migliori chiavette USB: ecco le pendrive più convenienti da acquistare migliori chiavette USB 2 1 TechNinjaSia che acquistiate una pendrive USB 3.0, sia che ne scegliate una USB 2.0, controllate la velocità effettiva della chiavetta, sia in scrittura che in lettura (la differenza tre le due operazioni è notevole): attenzione, perchè le velocità riportate dai produttori sono estremamente teoriche e ottimistiche; verosimili e accurati sono i test velocità della chiavetta USB effettuati dagli stessi acquirenti, che spesso vengono postati su Internet per aiutare nella scelta gli altri compratori.

Riguardo il tipo di connessione USB delle pendrive, c’è da dire che non è solo lo standard a cambiare, ma anche il tipo di connettore: gran parte delle chiavette USB hanno un USB di tipo A, ma non mancano quelle che sono provviste anche di un secondo connettore Micro-USB, che permette di collegarle a smartphone e tablet, rendendo estremamente semplice il trasferimento di file tra pc e device mobili. Negli ultimi tempi, anche l’USB di tipo C sta acquistando popolarità, poichè è sempre più presente su computer ed ultrabook, come su molti altri dispositivi.

Ci sarebbero numerose altre caratteristiche accessorie da considerare nella scelta delle migliori chiavette USB, ma elencarle tutte sarebbe veramente troppo: l’importante è che, tenuto conto delle specifiche già elencate, si faccia attenzione a comprare una chiavetta USB robusta, che sia realizzata con materiali di qualità (buone plastiche o, anche, metallo) e che non abbia troppe componenti cedevoli o poco stabili.

Migliori chiavette USB sotto i 20 euro

Lexar JumpDrive S57 16GB

Migliori chiavette USB: ecco le pendrive più convenienti da acquistare Lexar JumpDrive S57 16GB TechNinjaPoca spesa, tanta resa, la Lexar JumpDrive S57 da 16GB è una chiavetta USB essenziale, che con poco più di 10 euro di spesa permette di portarsi a case una pendrive da 16 GB, con collegamento USB 3.0 e velocità di trasferimento piuttosto elevata. Le dimensioni sono nella norma (non Nano, però), la costruzione è semplice ma non per questo di scarsa qualità.

Dal punto di vista hardware, non si può veramente chiedere di più a questo prezzo: la Lexar JumpDrive S57 offre 16 GB di spazio, con i file che possono essere protetti grazie alla crittografia AES a 256 bit: la velocità di trasferimento teorica è 130 MB/s, che nella pratica scende a 110-120 MB/s in lettura e 80-90 MB/s in scrittura. La Lexar JumpDrive S57 da 16GB è in vendita su Amazon, ed è perfettamente retrocompatibile con l’USB 2.0.

ACQUISTALO SU AMAZON AL MIGLIOR PREZZO

SanDisk Ultra Fit da 16 GB

Migliori chiavette USB: ecco le pendrive più convenienti da acquistare SanDisk Ultra Fit da 16 GB TechNinjaSe avete invece bisogno di una chiavetta USB molto piccola (magari perchè dovete tenerla inserita in pianta stabile nell’autoradio), la SanDisk Ultra Fit da 16 GB: in questo caso, le dimensioni sono veramente ridotte, come ridotto è anche il prezzo. Una volta inserita in una porta USB, questa pendrive scompare quasi totalmente, lasciando a vista solo il piccolissimo retro in plastica.

Lo standard è l‘USB 3.0, che permette alla chiavetta di raggiungere delle prestazioni eccezionali per un pendrive Nano: circa 130 MB/s teorici in lettura, che diventano 50-60 MB/s in scrittura. La SanDisk Ultra Fit, che è dotata anche di un LED rosso che ne indica il funzionamento, è disponibile su Amazon.

ACQUISTALO SU AMAZON AL MIGLIOR PREZZO

Kingston DTDUO3 da 32GB

Migliori chiavette USB: ecco le pendrive più convenienti da acquistare Kingston DTDUO3 da 32GB TechNinjaTra le migliori chiavette USB sotto i 20 euro, molto interessante è la Kingston DTDUO3 da 32GB, una delle pendrive più complete in questa fascia di prezzo. Punti di forza della Kingston DTDUO3 sono le dimensioni estremamente contenute (formato Nano), che però non le impediscono di poter salvare a bordo ben 32 GB di file, e di essere dotata di due connettori USB 3.0, uno di tipo A per le porte USB tradizionali, un altro di tipo MicroUSB per connettere la chiavetta a smartphone e tablet, purchè dotati di OTG.

C’è, però, un rovescio della medaglia: trasporatibilità, capacità e intercompatibilità si pagano con una velocità di trasferimento dei file nettamente inferiore ai dispositivi rivali. Nella versione da 32 GB, infatti, la Kingston DTDUO3 si ferma ad appena 70 MB/s in lettura, che diventano addirittura 15 MB/s in scrittura: troppo pochi per una chiavetta USB che resta comunque molto interessante, e che potete acquistare su Amazon.

ACQUISTALO SU AMAZON AL MIGLIOR PREZZO

SanDisk Ultra Flair da 32 GB

Migliori chiavette USB: ecco le pendrive più convenienti da acquistare SanDisk Ultra Flair da 32 GB TechNinjaRealizzata in metallo, la SanDisk Ultra Flair da 32 GB è una chiavetta USB molto resistente ed elegante, comoda da portare con sè senza troppe preoccupazioni. La connessione USB 3.0 permette di sfruttare adeguatamente le potenzialità della chiavetta, che in lettura supera tranquillamente i 110 MB/s (anche se, in teoria, potrebbe toccare quota 150 MB/s), mentre in scrittura delude non poco, non riuscendo quasi mai a superare i 40-50 MB/s.

Difetto da non trascurare è il fatto che molti utenti abbiano segnalato un eccessivo riscaldamento della chiavetta USB mentre è in funzione, soprattutto in fase di scrittura, problema accentuato dal corpo in metallo. La SanDisk Ultra Flair da 32 GB è in vendita su Amazon.

ACQUISTALO SU AMAZON AL MIGLIOR PREZZO

Migliori chiavette USB sotto i 40 euro

Corsair Slider X1 Flash da 64GB

Migliori chiavette USB: ecco le pendrive più convenienti da acquistare Corsair Slider X1 Flash da 64GB TechNinjaSe avete bisogno di più spazio, ma preferite che la vostra pendrive continui ad avere dimensioni ridotte, tra le migliori chiavette USB trovate la Corsair Slider X1 Flash da 64GB. Corsair è uno dei più grandi produttori al mondo di componenti per computer, e la nota qualità dei suoi dispositivi si palesa anche in questa chiavetta USB, solida e comoda da utilizzare grazie al design a slitta, che elimina il fastidio di perdere il tappo di copertura.

I 64 GB a bordo di questa pendrive sono veramente tanti, considerato anche il prezzo a cui viene venduta: purtroppo, però, non è particolarmente rapida nel trasferimento dei file, con la velocità di lettura che oscilla intorno ai 70 MB/s, cifra che scende a circa 20 MB/s in scrittura. Un LED blu indica l’operatività della Corsair Slider X1 Flash da 64GB, che è in vendita su Amazon e gode di 5 anni di garanzia Corsair.

ACQUISTALO SU AMAZON AL MIGLIOR PREZZO

Transcend Jetflash 710S da 32 GB

Migliori chiavette USB: ecco le pendrive più convenienti da acquistare Transcend Jetflash 710S da 32 GB TechNinjaTra le migliori chiavette USB rientra anche la Transcend Jetflash 710S da 32 GB, e non potrebbe essere altrimenti: è veramente difficile trovare un difetto a questa pendrive, eccezion fatta per il rapporto GB/euro non troppo conveniente. In ogni caso, se per voi 32 GB non sono pochi, avrete il piacere di acquistare una chiavetta USB 3.0 di ottima qualità.

Partiamo col dire che ha delle dimensioni veramente microscopiche, tanto che, una volta inserita, l’unica parte a fuoriuscire è una sorta di asola che facilita l’estrazione e rende possibile utilizzare la pendrive come portachiave. Il fatto che sia piccola, però, non significa che sia poco solida, tutt’altro: la Transcend Jetflash 710S da 32 GB ha un body full-metal, che la rende resistente ad acqua, polvere ed urti. Buona la velocità di lettura, pari a 80 MB/s, ancor di più quella di scrittura, spesso superiore ai 20 MB/s (tanto per una chiavetta Nano). La Transcend Jetflash 710S da 32 GB è in vendita su Amazon.

ACQUISTALO SU AMAZON AL MIGLIOR PREZZO

SanDisk Ultra Dual da 64 GB

Migliori chiavette USB: ecco le pendrive più convenienti da acquistare SanDisk Ultra Dual da 64 GB TechNinjaChiude la classifica sulle migliori chiavette USB una pendrive dotata di doppio connettore USB 3.0, per pc e televisioni (USB-A) e smartphone e tablet (MicroUSB): stiamo parlando della SanDisk Ultra Dual da 64 GB, robusta chiavetta USB, comoda da portare in tasca grazie alle dimensioni ridotte, e dall’intrigante designa a slitta, per far comparire uno o l’altro connettore. Un anello metallico posto intorno al body permette di utilizzare la chiavetta come portachiave.

La velocità di trasferimento teorica è pari a 150 MB/s, valora irraggiungibile nella pratica che si abbassa notevolmente in fase di scrittura. Per semplificare la gestione dei file tramite smartphone e tablet, è presente sul Play Store un’app dedicata gratuita, chiamata SanDisk Memory Zone. La SanDisk Ultra Dual da 64 GB è acquistabile su Amazon.

ACQUISTALO SU AMAZON AL MIGLIOR PREZZO

Come abbiamo visto, tra le migliori chiavette USB non figurano soltanto dispositivi costosi, ma anche e soprattutto numerose pendrive economiche, che offrono tanto spazio ed una buona velocità ad un prezzo molto piccolo. Quella da noi offerta è solo una panoramica sul vasto mondo dei dispositivi portatili per l’archiviazione: se avete avuto modo di provare altri prodotti validi, potete suggerirceli grazie al box dei commenti in basso.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

• Miglior SSD esterno: guida all’acquisto delle unità a stato solido USB dall’ottimo rapporto qualità prezzo

iPad Pro: ecco perchè il connettore Smart non ha successo

Con il lancio del primo iPad Pro, Apple ha svelato il nuovo connettore Smart, introducendo un nuovo sistema di connessione per accessori di terze parti con il proprio dispositivo in modo più semplice ed intuitivo. Tuttavia, a distanza di due anni dal rilascio del suo dispositivo, il connettore Smart non ha ottenuto il successo sperato dalla società californiana. Ora, secondo un rapporto della Fast Company di inizio settimana, la compagnia di Cupertino starebbe intensificando le proprie collaborazioni con produttori di accessori per incrementare l’adozione di questa tecnologia.

Alcune aziende svelano che la scelta di non impiegare il connettore Smart per lo sviluppo di nuovi prodotti compatibili con iPad Pro, sarebbe del tutto correlata a tempi di produzione troppo lunghi e a prezzi troppo elevati, ritenendo invece il Bluetooth l’alternativa più valida. Incipio ha riferito che con la tastiera Logitech con connettore Smart già in commercio, è in attesa di realizzare qualcosa di più funzionale.

iPad Pro: Apple continua a puntare sul connettore Smart

L’azienda produttrice di cover e accessori per smartphone e tablet afferma di star valutando attentamente se rilasciare una nuova tastiera con connettore Smart per iPad Pro, considerando la già imponente presenza della Smart Keyboard e dell’alternativa di Logitech.  La nuova periferica dovrebbe presentare qualche novità hardware capace di convincere gli utenti all’acquisto.

Incipio non è l’unica società a riferire di avere problemi con i tempi di produzione dei dispositivi, i quali richiedono lunghe procedure di sviluppo e di realizzazione. Infatti, il fattore di competitività è discriminante nella produzione di un nuovo accessorio, di conseguenza ogni azienda deve essere il più veloce possibile nel produrre e lanciare in commercio un prodotto. In generale, se i tempi di produzione superano i sei mesi, il progetto non viene neanche preso in considerazione.

iPad Pro: ecco perchè il connettore Smart non ha successo ipad pro smart connector TechNinja

L’amministratore delegato di Brydge, società che ha alle spalle un largo portfolio di tastiere Bluetooth, rivela di non avere attualmente alcun tipo di interesse nello sviluppare una nuova tastiera con tecnologia Smart Connector, in quanto considerata troppo costosa e “incredibilmente limitante”.

Nonostante le dichiarazioni concordanti delle differenti aziende, il connettore Smart è considerata una tra le tecnologie più avanzate nel settore informatico, tuttavia, Apple starebbe sbagliando il tipo di utilizzo. Il CEO di Brydge riferisce che non sarebbe completamente da escludere che in un futuro la società impiegherà questa tecnologia nei suoi prodotti, ma solo se l’impiego sarà corretto.

Da parte sua, la compagnia di Cupertino afferma che ci sono molti produttori che stanno attualmente lavorando su nuovi accessori con compatibilità per il connettore Smart, anche se è ancora da vedere quando questi accessori saranno ufficialmente rilasciati sul mercato.

iPhone 8: Foxconn svela il nome del nuovo colore oro rame

Nella prima settimana di agosto, grazie ad una serie di rendering rilasciati dal sito di microblog cinese Weibo, è stato svelato che il prossimo iPhone 8 di Apple potrebbe giungere con sole tre colorazioni e al fianco di un’opzione nera e una bianca, ci sarebbe un’inedita configurazione in oro rame, più scura dell’attuale oro rosa.

Mentre fino ad oggi si è solamente speculato su questo nuovo colore, mostrato a confronto con le altre due opzioni nel video dello Youtuber Danny Winget, il noto leaker Benjamin Geskin ha condiviso un post su Twitter proveniente da Foxconn, supply chain della compagnia di Cupertino, svelando in anteprima il nome di questa terza configurazione: Blush Gold.

iPhone 8: sarà veramente un edizione limitata?

Oltre ai riferimenti al nuovo colore, il post sembra suggerire che la colorazione Blush Gold potrebbe debuttare con solo due formati di spazio di archiviazione, da 64 e 128 GB. Se confrontati con gli storage attuali, Apple dispone di iPhone 7 nelle varianti argento, oro, nero opaco e oro rosa in tutte le capacità di memoria 32, 128 e 256 GB, limitando solo la versione Jet Black a 128 e 256 GB. Questa limitazione per il nuovo dispositivo potrebbe indicare che anche il Blush Gold sarà una versione speciale.

La scorsa settimana, il noto analista di KGI Securities, Ming-Chi Kuo, ha dichiarato che tutti i prossimi iPhone saranno disponibili in tre colorazioni, nero, argento e oro, senza tuttavia fare alcun tipo di riferimento alla variante in oro rame, che ha fatto la sua comparsa in diversi video concept a seguito dell’originale rapporto di Weibo. I potenziali colori di iPhone 8 sono diventati oggetto di discussione in seguito a riferimenti scoperti all’interno del firmware di HomePod, il quale ha anche confermato l’effettivo display privo di cornici, con barra superiore dedicata ad ospitare fotocamera FaceTime, speaker audio e sensori di vario genere.

iPhone 8: Foxconn svela il nome del nuovo colore oro rame iphone 8 blush gold TechNinja

L’ipotesi comune è che un design di questo tipo sarebbe meglio in nero, perché sarebbe la soluzione più elegante per creare una perfetta combinazione di colori tra il display OLED e la lunetta superiore, in particolare quando lo schermo è spento. Mentre i principali rendering mostrati fino ad oggi mostrano iPhone 8 con cornici in tinta con la scocca posteriore, è plausibile che questa caratteristica sia puramente indicativa e che subirà variazione nel modello definitivo.

Anche se sembrerebbe che il prossimo smartphone di Apple giungerà solamente in tre colorazioni, in un precedente rapporto lo stesso Geskin aveva suggerito che la società californiana rilascerà il suo dispositivo top di gamma in quattro colori, con una nuovissima opzione trasparente, per cui ancora nulla sul design sembra essere ancora certo.

Mentre il recente firmware di HomePod sembra non fare riferimento in alcun modo ai colori di iPhone 8, esso ha comunque svelato una serie di importanti dettagli a riguardo. Tra i più degni di nota vi è sicuramente il nuovo design del dispositivo e le funzioni avanzate di riconoscimento del volto. In attesa del rilascio in autunno, vi consigliamo di seguirci per rimanere aggiornati su tutti gli ultimi svolgimenti.

Migliori tablet cinesi: guida alla scelta dei migliori in commercio

Mentre fino a qualche anno fa, la scelta per l’acquisto di dispositivi tecnologici si limitava ad uno scontro tra l’azienda americana Apple e quella sudcoreana Samsung, la sempre maggiore presenza del mercato orientale sta portando anche in Italia un numero sempre maggiore di smartphone e tablet. Nel seguente articolo abbiamo deciso di raccogliere una classifica dei migliori tablet cinesi, con alcuni consigli per l’acquisto in funzione delle esigenze professionali ed economiche.

I tablet cinesi oltre ad offrire ottimi componenti hardware, capaci di competere con dispositivi più costosi, sono spesso disponibili sul mercato a prezzi nettamente più economici della concorrenza. Spesso si pensa erroneamente che economico sia sinonimo di un prodotto scadente, ma non c’è nulla di più sbagliato. Infatti, l’evoluzione della tecnologia ha permesso ai produttori orientali di implementare ottime componenti a prezzi ridotti, raggiungendo i Big del settore, come ad esempio ha fatto Huawei.

Migliori tablet cinesi: specifiche più importanti

Pur avendo tutti specifiche pressoché simili, i migliori tablet cinesi devono possedere alcune caratteristiche fondamentali, quali velocità di calcolo e semplicità di utilizzo, per rientrare nella nostra classifica. Ma partiamo con ordine e analizziamo quali devono essere le funzionalità più importanti di questa categoria di dispositivi.

Display

In primo luogo, le dimensioni dello schermo. La maggior parte dei tablet cinesi economici offrono display di circa 7/8 pollici nel formato IPS LCD, che rappresenta anche lo standard più acquistato se si vuole un dispositivo più grande di uno smartphone, ma comunque contenuto. Altri tablet cinesi dispongono di schermi leggermente più grandi, passando ai 9/10 pollici, che rappresenta una valida alternativa al PC, quando si viaggia.

Migliori tablet cinesi: guida alla scelta dei migliori in commercio tablet cinesi 4g lte TechNinja

La scelta di un display IPS costituisce quasi una garanzia, in quanto avremo la certezza di uno schermo con colori discretamente fedeli e ottimi angoli di visuale. La risoluzione al contrario potrebbe non essere un fattore altrettanto importante. È la densità di pixel l’elemento che determina una buona visuale, maggiore è la densità, minori sono le dimensioni, migliore sarà la risoluzione dello schermo. In generale, consigliamo una densità di almeno 220 pixel per pollice.

Spazio di archiviazione

Tra i tablet cinesi economici non si trovano grandi capacità di archiviazione, ma questo fattore può essere facilmente risolto attraverso l’ausilio di una microSD, ovviamente se il dispositivo possiede un ingresso ad hoc. Consideriamo sufficienti un minimo di 16 GB, considerando che metà o più della memoria viene normalmente occupato da sistema operativo e dalle applicazioni pre installate, che potrebbero non consentire la rimozione.

Fotocamera

Come su tutti i tablet, anche nei migliori tablet cinesi, le fotocamere a disposizione non scattano immagini ad alta qualità, ma in generale possiedono tutti specifiche molto simili. Comunque non aspettatevi di poter realizzare video o scatti particolarmente belli, potrebbe però rappresentare una caratteristica utile in determinate circostanze.

Migliori tablet cinesi: guida alla scelta dei migliori in commercio tablet cinesi economici TechNinja

Processore

Può essere facile essere ingannati nel credere che un tablet avrà prestazioni migliori in funzione dei GHz del processore o della RAM a disposizione. Al contrario, possono nascondere un buon potenziale anche dispositivi con specifiche alla carta inferiori.

Software

Trattandosi di dispositivi prodotti principalmente in oriente, la scelta del dispositivo è piuttosto limitata e mentre la maggior parte utilizzando versioni personalizzate di Android, in alcuni siti come GearBest è possibile acquistare a prezzi relativamente bassi dei tablet cinesi con Windows 10, l’ultimo sistema operativo prodotto da Microsoft.

Android per certi punti di vista costituisce un ottimo sistema operativo, ma non tutti i migliori tablet cinesi lo supportano allo stesso modo. L’utilizzo di Android può risultare facile a chi già possiede un dispositivo con questo software, e la possibilità di scaricare applicazione dal Google Play Store può costituire un fattore positivo in più.

Se invece Android vi sembra troppo limitato e siete alla ricerca di qualcosa di più performante che metta a disposizione più funzionalità, allora i tablet cinesi Windows 10 sono i più indicati alle vostre esigenze. Questi spesso consentono di utilizzare le applicazioni più famose nel settore dei computer desktop, oltre a consentire di collegare periferiche esterne grazie alla presenza di porte USB o slot SD.

Migliori tablet cinesi: guida alla scelta dei migliori in commercio google play store TechNinja

Connettività 4G

Alcuni tablet cinesi 4G LTE possono risolvere problemi di utilizzo in assenza di connessioni WiFi disponibili nei dintorni, consentendovi di rimanere produttivi anche dove sarebbe altrimenti impossibile. La connessione dati potrebbe così rappresentare un fattore importante, ma solo se le vostre esigenze lo richiedono.

Migliori tablet cinesi sotto i 250 euro

Apriamo come sempre la nostra classifica inserendo i migliori tablet cinesi economici, che possono essere acquistati per qualche centinaio di euro, ma capaci di offrire buone prestazioni grafiche e di calcolo, e una semplice interfaccia utente.

Chuwi H10 Pro 2

Migliori tablet cinesi: guida alla scelta dei migliori in commercio Chuwi H10 Pro 2 TechNinja

Per chi ha esigenze di passare rapidamente da un sistema operativo mobile ad un software desktop, il Chuwi H10 Pro 2 è il perfetto compromesso. Questo tablet cinese ha un display da 10.1 pollici con risoluzione Full HD da 1920×1200 pixel e 350-nits di luminosità, il tutto incorniciato in una scocca metallica, dallo spessore di appena 8.5mm. Il corpo in alluminio consente la possibilità di collegare una tastiera esterna magnetica, dotata di due porte USB per trasferire documenti e file.

Inoltre, la HiPen H2 funziona perfettamente per scrivere a mano libera o disegnare. Al suo interno troviamo 4 GB di RAM ad alta velocità e processore Intel Cherry Trail con 64 GB di spazio di archiviazione, espandibile fino a 128 GB grazie allo slot per la scheda SD. La batteria da 6500 mAh consente un uso fino a 8 ore con una singola carica. Il processore consente di utilizzare funziona dual-boot per utilizzare Android e Windows 10. Presenti anche due fotocamere, una anteriore e una posteriore, entrambe da 2.0 megapixel.

COMPRALO AL MIGLIOR PREZZO

ASUS ZenPad 10

Migliori tablet cinesi: guida alla scelta dei migliori in commercio ASUS ZenPad 10 TechNinja

ASUS ZenPad 10 è un tablet con display da 10.1 pollici IPS touch screen vivido e adattiva tecnologia di visualizzazione OGS che supporta formato 1280×800 pixel. Questo tablet permette di rimanere consessi e produttivi grazie al processore Quad Core Intel Atom da 1.2 GHz e la RAM da 2GB DDR3 per Multitasking avanzato. Il suo design con profili in alluminio supporta attacco magnetico per la tastiera esterna Bluetooth. Il display è caratterizzato dal sistema di contrasto intelligente che ottimizza ogni immagine prima di riprodurla, mentre la tecnologia Tru2Life si occupa di migliorare la nitidezza.

La tastiera Bluetooth presenta anche l’ASUS Audio Dock che consente di riprodurre i contenuti multimediali fino a 12 ore, anche in modalità wireless fino a 10 metri di distanza. La fotocamera posteriore da 5.0 megapixel è un altro elemento di forza di questo tablet che sfrutta tecnologia PixelMaster. L’interfaccia utente ZenUI presenta oltre un migliaio di funzionalità e consente di passare rapidamente da Android 5.0 a Windows. La Z Stylus assicura invece 1024 livelli di pressione per simulare perfettamente la scrittura a mano libera.

COMPRALO AL MIGLIOR PREZZO

Lenovo TB3

Migliori tablet cinesi: guida alla scelta dei migliori in commercio Lenovo TB3 TechNinja

Lenovo TB3 è uno tra i migliori tablet economici capace di supportare rete 4G. Dotato di un display da 8 pollici multi-touch IPS con risoluzione 1280 x 800 pixel, consente di riprodurre foto e video di alta qualità, mentre la RAM da 2 GB garantisce prestazioni elevate. Il processore MT8735P Quad-Core da 1.0 GHz combinato con i 16 GB di memoria interna, espandibile fino a 64 GB tramite scheda SD, assicura fluidità in ogni operazione. La connettività 4G è il vero plus di questo tablet, permettendo un utilizzo completo anche in assenza di reti wireless.

Il sistema operativo Android 6.0 presenta Parental Control, per trasformare il TB3 in un dispositivo per l’apprendimento dei propri figli, senza tuttavia perderne la supervisione in qualsiasi momento. La batteria da 4290 mAh è ottima e assicura carica completa per un intera giornata. La fotocamera posteriore da 5.0 megapixel scatta belle foto, ma non è di certo il punto di forte di questo piccolo tablet.

COMPRALO AL MIGLIOR PREZZO

ALLDOCUBE Free Young

Migliori tablet cinesi: guida alla scelta dei migliori in commercio ALLDOCUBE Free Young TechNinja

Sbloccato per l’utilizzo in tutto il mondo, l’ALLDOCUBE Free Young è un tablet cinese 4G LTE perfetto per l’uso quotidiano, dotato di un display touch screen da 8 pollici, potenziato da software Android 7.0 Nougat per un’esperienza d’uso ottimale. La fotocamera posteriore è la vera potenza di questo tablet, ben 13 megapixel per catturare ogni momento in qualsiasi situazione. La connettività 4G supporta ogni tipo di banda tra cui GSM, CDMA e TDD.

Il display è un Full HD con risoluzione 1920×1200 pixel nel formato IPS, con riproduzione fedele dei colori. La tecnologia OGS è in grado di ridurre lo spessore del dispositivo, incrementando contemporaneamente la sensitività del touch. Tutte le funzionalità sono garantite dai 3 GB di RAM e dal processore MTK8783 Quad-Core a 64-bit. Disponibili 32 GB di spazio di archiviazione che tuttavia non possono essere espansi.

COMPRALO AL MIGLIOR PREZZO

Great Wall L803

Migliori tablet cinesi: guida alla scelta dei migliori in commercio Great Wall L803 TechNinja

Great Wall L803 è un tablet cinese 4G con un display touch screen vivido, dotato di tecnologia GF2 e di visualizzazione adattiva. Il processore MediaTek MTK8735 Quad Core da 1.3 GHz rende più facile navigare nell’interfaccia utente, gestendo ogni applicazione in modo rapido ed intuitivo. Esso rappresenta la giusta combinazione tra prestazioni ed efficienza energetica, consentendo un rapido multitasking, risposte precise e un grafica mozzafiato.

Il display da 8.0 pollici con risoluzione 1280 x 800 pixel riproduce i colori in modo discretamente fedele e possiede un buon angolo di visuale. Al suo interno troviamo 1 GB di RAM e memoria da 8 GB espandibile fino a 64 GB. La connettività Bluetooth 4.0 garantisce connessione con molti dispositivi esterni, riducendo l’impatto sulla batteria.

COMPRALO AL MIGLIOR PREZZO

Migliori tablet cinesi sopra i 250 euro

La seconda categoria è costituita dai tablet cinesi con funzionalità da top di gamma, ma a prezzi ancora competitivi. Questi modelli possiedono la possibilità di essere utilizzati anche come PC portatili, grazie alla compatibilità con tastiere esterne e al supporto di Windows 10.

Xiaomi Mi Pad 3

Migliori tablet cinesi: guida alla scelta dei migliori in commercio Xiaomi Mi Pad 3 TechNinja

La scocca metallica in alluminio spazzolato piacevole al tatto è solo un degli elementi premium di questo Xiaomi Mi Pad 3, che poco riprende dal brand Xiaomi. Questo tablet ha un buon display da 7.9 pollici che occupa l’intera schermata anteriore del Device. Si tratta di uno schermo IPS ad alta risoluzione, 2048 x 1536 pixel, particolarmente luminoso e con un buon angolo di visuale. Al suo interno spicca il processore Hexa-Core MediaTek MT8176 da 2.1 GHz e ben 4 GB di RAM, con scheda grafica GX6250 e 64 GB di spazio di archiviazione, NAND FLASH.

Le prestazioni offerte dalla RAM sono discrete, ma non ottime. Ottima invece l’autonomia offerta dalla batteria di 6600 mAh che assicura 10 ore di utilizzo. Buono anche il comparto fotocamere, 13 megapixel per la posteriore e 5 megapixel per l’anteriore, che registrato filmati in Full HD. Per quanto riguarda il comparto software, abbiamo un Android 7.0 Nougat con interfaccia personalizzata Xiaomi MIUI 8.0.

COMPRALO AL MIGLIOR PREZZO

ASUS ZenPad S

Migliori tablet cinesi: guida alla scelta dei migliori in commercio ASUS ZenPad S TechNinja

L’ASUS ZenPad S è il top di gamma della categoria tablet di ASUS, dalle componenti hardware di alta qualità e dalle buone capacità di calcolo. Questo tablet dispone di un display IPS da 8 pollici con risoluzione 2048 x 1536 pixel che vanta un ottima riproduzione dei colori e offre ampi angoli di visuale. Al suo interno troviamo processore Intel Atom Z3580 Quad-Core da 1.83 GHz con Boost fino a 2.33 GHz. La potenza grafica è garantita dalla GPU PowerVR G6430 che assicura immagini di alta qualità per l’uso di Internet, applicazioni di editing fotografico e casual gaming.

La configurazione base monta 64 GB di spazio di archiviazione, espandibili fino a 128 GB tramite scheda SD. Ottimo anche il comparto fotografico, in particolare la fotocamera posteriore da 8 megapixel che scatta foto di buona qualità. Rapida la connessione e il trasferimento di file e documenti grazie all’uso della innovativa porta USB Type-C. Per quanto riguarda il sistema operativo, il ZenPad S supporta Android 5.0. Buona l’autonomia grazie alla batteria da 4000 mAh.

COMPRALO AL MIGLIOR PREZZO

Huawei MediaPad M2

Migliori tablet cinesi: guida alla scelta dei migliori in commercio Huawei MediaPad M2 TechNinja

Prodotto dalla ormai famosa azienda Huawei, il Huawei M2 è un tablet dotato di display da 10 pollici touch screen con tecnologia IPS e risoluzione 1920×1200 pixel dai colori e nitidezza piuttosto discrete. per quanto riguarda il comparto funzionalità non manca di nulla, a partire dalla connettività LTE che consente così connessione dati e rapida navigazione internet. Abbiamo poi Wi-Fi e GPS.

All’interno abbiamo un processore Octa-Core 2.0 GHz Hisillicon Kirin 930 capace di offrire prestazioni elevate ed un alta efficienza. Buono anche il comparto grafico grazie alla GPU Mali-T628, mentre i 3 GB di RAM consentono un multitasking elevato ed eseguono giochi, applicazioni e navigazione internet in modo più che fluido. I 16 GB di memoria interna possono essere ampliati attraverso l’uso di scheda SD fino a 128 GB di capacità. Entra quindi a pieno titolo in questa nostra classifica dei migliori tablet cinesi.

COMPRALO AL MIGLIOR PREZZO

Cube Mix Plus

Migliori tablet cinesi: guida alla scelta dei migliori in commercio Cube Mix Plus TechNinja

Il Cube Mix Plus è uno tra i migliori tablet cinesi: è tablet con un cuore da computer, capace di prestazioni di calcolo da vero top di gamma. Il design in alluminio conferisce un ottimo feedback al tatto, ma le dimensioni e soprattutto il peso si fanno sentire nell’uso quotidiano. Il display da 10.6 pollici è un IPS full HD con risoluzione 1920×1080 pixel con funzioni di multi-touch, capace di offrire buoni angoli di visuale, fatta eccezione dell’uso all’aperto. Ma il vero punto di forza di questo tablet cinese lo si trova al suo interno, dove è implementato un potente processore Intel Core M3-7Y30 Kaby Lake da 1.6 GHz, la stessa che monta lo Xiaomi Mi Notebook Air 12.5.

Ad affiancare il performante chip, abbiamo 4 GB di RAM a 1866MHz e un unità di memoria SSD da 128 GB. Non elevato il comparto fotografico, appena 5 megapixel per la fotocamera posteriore. Tra le numerose porte a disposizione spicca quella tipo C, che velocizza il trasferimento dati. La batteria da 4300 mAh non è molto grande, ma sufficiente a garantire 5 ore di lavoro continuativo.

COMPRALO AL MIGLIOR PREZZO

Teclast X5 Pro

Migliori tablet cinesi: guida alla scelta dei migliori in commercio Teclast X5 Pro TechNinja

Tra i migliori tablet cinesi esiste anche una valida alternativa al Surface Pro 4 di Microsoft, il Teclast X5 Pro è un tablet con sistema operativo Android che supporta l’uso di Windows 10 Home, grazie al potente processore Intel Core M3-7Y30, denominato Kaby Lake, aiutato anche dalla RAM da 8 GB e dall’unità flash SSD da ben 256 GB. Il display IPS da 12.1 pollici è piuttosto grande e offre una risoluzione da 19230×1200 pixel, ma non supporta l’utilizzo tramite penna.

Il comparto connettività è più che buono, nello specifico troviamo modulo Wi-Fi e Bluetooth 4.2 per quanto riguarda il wireless, e due porte USB-C, una micro HDMI e una microUSB. Anche la scheda grafica Intel HD Graphic 615 offre ottime prestazione, ottimizzata per dare il massimo consumando il minimo.

COMPRALO AL MIGLIOR PREZZO

Fitbit: arrivano le prime immagini del prossimo rivale di Apple Watch

A seguito dell’acquisizione del marchio Pebble lo scorso dicembre, è stato riportato che l’azienda americana specializzata nella produzione di dispositivi per il monitoraggio dell’attività fisica, Fitbit, starebbe lavorando al suo nuovo smartwatch di punta, previsto al debutto nel corso del 2017. Fino ad oggi, si era solamente sentito parlare del nuovo Device della società di San Francisco, ma una nuova serie di immagini inizia a fare luce sul possibile design del prossimo rivale di Apple Watch.

I nuovi rendering si allineano perfettamente con quanto è stato mostrato nel mese di maggio, soprattutto per quanto riguarda il fattore forma dello smartwatch di Fitbit. La parte anteriore evidenzia un display touch screen a colori con tre tasti fisici distribuiti rispettivamente due a destra e uno a sinistra. La fonte di oggi suggerisce anche che il dispositivo sarà disponibile in tre differenti colorazioni, argento e cinturino Navy, oro rosa e cinturino blu e nero con cinturino nero. Dal punto di vista estetico, il nuovo smartwatch riprende lo stesso aspetto del Fitbit Blaze, rilasciato lo scorso anno, ma vi è un importante cambiamento per quanto riguarda le componenti interne.

Fitbit sfida Apple Watch con un nuovo sensore IR

Nella porzione posteriore dell’orologio di Fitbit, si può vedere che la scocca metallica si estendo un pò fuori dal resto dell’orologio, probabilmente una scelta di progettazione per consentire al sensore per il monitoraggio della frequenza cardiaca di registrare letture più accurate. Inoltre, i rendering rivelano che i nuovi sensori non saranno più verdi, come quelli utilizzati da Apple Watch, ma saranno rossi.

Fitbit: arrivano le prime immagini del prossimo rivale di Apple Watch fitbit sfida apple watch TechNinja

La scelta di passare ad un sensore rosso non rappresenta solamente un cambio di colore, ma principalmente una novità nel tipo di tecnologia di monitoraggio impiegata. E’ plausibile supporre che questa tonalità di sensori si riferisca ad una tecnologia ad infrarossi, suggerendo così la capacità di registrare la frequenza cardiaca in modo ancora più accurato, oltre alla possibile introduzione di nuove funzionalità quali monitoraggio dei livelli di ossigeno e di altri parametri vitali.

Oltre a questo, tra le altre funzioni che questo dispositivo avrà da offrire troviamo conteggio passi, monitoraggio del sonno, registrazione dell’attività fisica, supporto completo per le notifiche da smartphone e molto altro ancora.

Non è ancora chiaro quale sarà il possibile prezzo del nuovo top di gamma di Fitbit ne quale sarà la data esatta di lancio, ma la società a riferito a Wareable che lo smartwatch sarà disponibile per il periodo natalizio. Con il suo dispositivo Fitbit spera di riconquistare il suo trono nel settore dei dispositivi indomabili, sfidando un Apple Watch che offre ancora la migliore combinazione di fitness tracker e funzioni di smartwatch.

iPhone 8: nuovo sguardo al colore oro rame, mentre slitta il rilascio a novembre

Negli scorsi giorni, una serie di rapporti hanno suggerito che il prossimo iPhone 8 sarà disponibile al debutto in tre differenti colorazioni. Al fianco ai due tipici colori nero e bianco (argento), si aggiunge una terza configurazione inedita in oro rame, come via di mezzo tra gli attuali oro giallo e oro rosa. Mentre quasi tutte le precedenti perdite si sono concentrate sulla variante Jet Black, il nuovo video dello Youtuber Danny Winget offre uno sguardo preliminare a tutte le tre alternative.

I tre prototipi di iPhone 8 sono i soggetti delle osservazioni di Winget nel video che potete vedere nel seguente articolo, con alcuni riferimenti a quali potrebbero essere le effettive caratteristiche fisiche dei tre modelli. Le varianti in bianco e in oro rame, ad esempio, presentano profili bianchi ad incorniciare lo schermo, mentre l’opzione nera è raffigurata in tinta unita. A fornire sostegno alle due lastre di vetro troviamo un telaio in acciaio inossidabile, con colorazione corrispondente a quella della scocca posteriore, quindi oro rame per il modello in tale variante, argento per quella bianca e nero per il Jet Black.

iPhone 8: nuovo sguardo al colore oro rame, mentre slitta il rilascio a novembre iphone 8 oro rame 1 TechNinja

iPhone 8 sarà disponibile in soli tre colori?

Mentre una serie di rumor avevano precedentemente affermato che iPhone 8 non sarebbe giunto nella colorazione Jet White, completamente bianco, una nota dell’analista di KGI Securities, Ming-Chi Kuo, sostiene che il dispositivo del decimo anniversario di iPhone giungerà in tre colori, tra cui appunto il bianco. In un precedente rapporto, Kuo ha anche affermato che il prossimo top di gamma dell’azienda californiana sarebbe debuttato in una variante trasparente, tuttavia, non ci sono ancora giunte conferme a riguardo.

Mentre la colorazione in nero è sicuramente la più elegante e conferisce ad iPhone 8 una soluzione di continuità, la nuova variante in oro rame potrebbe rappresentare la configurazione più ricercata dagli utenti, nonostante un design più spezzato. Sarà anche interessante assistere al ritorno dell’iPhone in bianco, dopo aver abbandonato questa colorazione con il rilascio di iPhone 6, a favore di un chassis in alluminio.

iPhone 8: nuovo sguardo al colore oro rame, mentre slitta il rilascio a novembre iphone 8 concept TechNinja

L’iPhone 8 dovrebbe essere annunciato nel mese di settembre al fianco dei due iPhone 7s e 7s Plus con design interamente in vetro e acciaio inossidabile, a favore della nuova funzione di ricarica wireless. Mentre le versioni S dovrebbero essere rilasciate nello stesso mese, un rapporto delle ultime ore sembra suggerire che per poter mettere mano sul nuovo top di gamma si dovrà attendere fino al mese di novembre.

iPhone 8 debutto posticipato a novembre?

Nuove dichiarazioni provenienti dal The Korea Herald, citando fonti reali, sembrano suggerire che iPhone 8 potrebbe non vedere la luce prima del mese di novembre, a causa di ritardi nella produzione del display OLED con Touch ID. La notizia sarebbe concordante con le ipotesi dello stesso Kuo, secondo il quale il dispositivo OLED potrebbe giungere in quantità piuttosto limitata al fianco dei due iPhone con schermo LCD.

iPhone 8: nuovo sguardo al colore oro rame, mentre slitta il rilascio a novembre iphone 8 touch id TechNinja

Il motivo di questo ritardo sarebbe correlato ad una serie di problemi tecnici per Samsung Electronics nell’integrare lo scanner di impronte digitali nel nuovo display OLED destinato ad iPhone 8. A confermare questi problemi vi è la stessa scelta di Samsung di implementare il Touch ID sul retro del proprio Galaxy S8. Si potrebbe così riaprire la possibilità di assistere ad una soluzione analoga anche per iPhone 8, come alcuni rumor hanno suggerito negli scorsi mesi.

Al di là dei ritardi, iPhone 8 dovrebbe giungere con una serie di importanti novità hardware, tra cui troviamo la nuova tecnologia di ricarica senza fili, e il sistema di SuperCharge quando collegato al caricabatterie con cavo Lightning. Tra le altre novità abbiamo il display OLED, funzionalità di realtà aumentata, fotocamere migliorate, riconoscimento 3D dei volti e tanto altro ancora. Ci aspettiamo la stessa tecnologia di ricarica wireless anche su iPhone 7s e 7s Plus oltre a piccole migliore interne.

Miglior SSD esterno: guida all’acquisto delle unità a stato solido USB dall’ottimo rapporto qualità prezzo

La lunga e gloriosa era dei dischi rigidi, i cosiddetti HDD (Hard Disk Drive), è quasi giunta al termine: nell’ultimo decennio le componenti presenti all’interno dei computer hanno subito delle trasformazioni e dei miglioramenti a dir poco incredibili, con prestazioni anche centuplicate nel giro di pochi anni. Processori, schede video, memorie RAM, sono stati protagonisti di un progresso senza interruzioni, ma così, almeno per un certo periodo, non è stato per gli hard disk, o, più in generale, per tutto il mondo dell’archiviazione dati, che solo negli ultimi anni ha subito un forte scossone grazie all’avvento degli SSD (Solid State Drive), dei dischi rigidi a stato solido collegabili direttamente alla scheda madre (posizionandoli dunque all’interno del case), o anche attraverso l’interfaccia USB. In questa guida ci occuperemo proprio di quest’ultimo tipo, cercando di individuare il miglior SSD esterno, un dispositivo che unisca la velocità di lettura e scrittura dei dischi a stato solido, la capienza dei dischi meccanici e la portabilità delle chiavette USB.

Miglior SSD esterno: guida allacquisto delle unità a stato solido USB dallottimo rapporto qualità prezzo miglior SSD esterno TechNinjaC’è da dire, innanzitutto, cosa sia un SSD, così da poter poi comprendere quali sono le caratteristiche che maggiormente ci devono indirizzare verso l’acquisto di uno o di un altro modello: partiamo col dire che i dischi rigidi tradizionali sono di tipo meccanico, ovvero funzionano grazie ad una testina che legge i dati memorizzati su un disco magnetico in rotazione. Poichè i dati sono disposti su zone diverse della superficie del disco, è inevitabile che la testina debba attraversare anche “zone morte”, vuote o contenenti file che non ci interessano in quel momento: questo sistema aumenta i tempi di lettura e scrittura dei file, riducendo frattanto la solidità dell’hard disk, visto che un urto mentre le parti meccaniche sono in movimento/rotazione, anche leggero, può portare alla rottura del sistema disco/testina.

Gli SSD, invece, non hanno parti in movimento, e risultano quindi essere più piccoli e resistenti: inoltre, la velocità di scrittura e lettura è estremamente maggiore, perchè utilizzando la tecnologia flash (che ha alla base celle di transistor), non è rallentata da “zone morte”, con un accesso pressocchè immediato ad ogni modulo di memoria flash (nel caso degli SSD, di tipo NAND). Non temete, per scegliere il miglior SSD esterno non è necessario che teniate a mente tutte queste informazioni, ma questa prima infarinatura vi servirà per orientarvi meglio tra le caratteristiche vere e proprie, che scopriremo tra poco.

Miglior SSD esterno: caratteristiche principali

Il primo aspetto da considerare nella scelta del miglior SSD esterno è come esso verrà collegato al pc: di norma, per gli SSD interni il collegamento avviene tramite connessione SATA, ma nel nostro caso l’interfaccia utilizzata è quella USB. Oggi, gli SSD esterni sono dotati tutti di connessione USB 3.0, che garantisce velocità di trasferimento fino a 10 volte maggiori rispetto al vecchio (ma diffusissimo) standard USB 2.0. In termini pratici, un SSD con collegamento USB 3.0, se connesso ad una porta USB 3.0 del pc, può arrivare fino ad una velocità teorica di trasferimento pari a 600 Megabyte al secondo; se connesso ad una porta USB 2.0, esso funzionerà ugualmente (si dice che è retrocompatibile), ma lo standard 2.0 farà da collo di bottiglia, limitando la velocità a 60 Megabyte al secondo (velocità di molto inferiore a quella raggiungibile dagli SSD).

Miglior SSD esterno: guida allacquisto delle unità a stato solido USB dallottimo rapporto qualità prezzo miglior SSD esterno 2 TechNinjaGli SSD, come già ricordato, raggiungono velocità di trasferimento dei dati molto elevate: i valori da considerare sono quindi due, ovvero la velocità di lettura e la velocità di scrittura, con la seconda sempre di poco inferiore alla prima; in un buon SSD esterno entrambi i valori dovrebbero essere prossimi ai 400 MB/s. La grandezza dell’SSD, ovvero la quantità di spazio disponibile per l’archiviazione, che in genere è detta anche taglio di memoria (uno stesso modello di SSD è, talvolta, disponibile in diversi tagli), dipende dalle singole esigenze dei compratori: si va dai 128 GB fino a diversi Terabyte di grandezza. Nello scegliere il miglior SSD esterno, è bene tenere conto anche delle dimensioni e del peso del dispositivo (che, proprio per la sua natura “portatile”, dovrà essere comodo da trasportare), così come dal suo assorbimento energetico (soprattutto se lo si userà in mobilità collegato ad un notebook; infine, è buona norma controllare anche la garanzia del produttore, ovvero il tempo di vita stimato del dispositivo, superato il quale l’SSD potrebbe iniziare a perdere in prestazioni.

Miglior SSD esterno sotto i 100 euro

Kingfast P600

Miglior SSD esterno: guida allacquisto delle unità a stato solido USB dallottimo rapporto qualità prezzo Kingfast P600 TechNinjaTra i produttori di SSD, oltre ai marchi noti, sono comparsi nomi nuovi, soprattutto provenienti dalla Cina: spesso la qualità dei loro dispositivi è sensibilmente inferiore rispetto a quella dei colleghi blasonati, ma non mancano piacevole eccezioni. Kingfast, ad esempio, si è imposto come uno dei principali produttori di SSD economici, anche esterni, e proprio tra questi ultimi figura il Kingfast P600, un dispositivo di archiviazione che pesa appena 27 grammi, dalle dimensioni estremamente contenute e realizzato in lega di allumino e magnesio (non avrete problemi a metterlo in borsa).

In un dispositivo tanto piccolo Kingfast è riuscita a farci stare un’unità a stato solido da 128 GB, capace di raggiungere i 450 MB/s in lettura e i 405 MB/s in scrittura. La connessione avviene tramite un cavo USB 3.0 di tipo C, presente nella confezione, e non è necessaria alcuna installazione (Plug and Play). Kingfast P600, che gode di 3 anni di garanzia, è in vendita su Amazon.

ACQUISTA SU AMAZON AL MIGLIOR PREZZO

Verbatim Vx450

Miglior SSD esterno: guida allacquisto delle unità a stato solido USB dallottimo rapporto qualità prezzo Verbatim 47680 Vx450 TechNinjaRitornando tra i marchi noti, il Verbatim Vx450 è un dispositivo da prendere sicuramente in considerazione come miglior SSD esterno sotto i 100 euro: solido e compatto (il corpo è realizzato in metallo), offre uno spazio di archiviazione pari a 128 GB, nonostante pesi solo 16 grammi (un vero e proprio peso piuma tascabile). Il collegamento con il computer avviene tramite cavo USB 3.0 (presente in confezione), e le velocità raggiunte sono ottime in lettura (450 MB/s), un po’ carenti in scrittura (295 MB/s teorici).

Verbatim Vx450 è disponibile su Amazon, e può essere una valida alternativa all’acquisto di una chiavetta USB dall’ampio storage.

ACQUISTA SU AMAZON AL MIGLIOR PREZZO

Miglior SSD esterno sotto i 200 euro

Samsung T3 MU-PT250B-EU

Miglior SSD esterno: guida allacquisto delle unità a stato solido USB dallottimo rapporto qualità prezzo Samsung T3 MU PT250B EU TechNinjaSe i 128 GB ci stanno stretti, alziamo leggermente il nostro budget e troviamo il Samsung T3 MU-PT250B-EU, un vero e proprio best buy di categoria: sarà il marchio Samsung, sarà l’indiscutibile qualità di questo prodotto, fatto sta che questo SSD esterno si è rivelato essere l’amico insostituibile di chi ha bisogno di un dispositivo per l’archiviazione estremamente portatile e performante.

Grande quanto una carta di credito (sebbene più spesso), con un peso pari a 51 grammi, il Samsung T3 MU-PT250B-EU offre ben 250 GB di spazio disponibile, con una velocità teorica pari a 450 MB/s sia in lettura che in scrittura (sebbene, nella pratica, la differenza tra queste due operazioni si faccia sentire) grazie alla tecnologia proprietaria V-NAND di Samsung. La connessione avviene tramite USB 3.1 e Samsung T3 MU-PT250B-EU, che è in vendita su Amazon, dispone anche di crittografia AES a 256 bit per la sicurezza dei file.

ACQUISTA SU AMAZON AL MIGLIOR PREZZO

SanDisk SSD Extreme 500 Portatile 480 GB

Miglior SSD esterno: guida allacquisto delle unità a stato solido USB dallottimo rapporto qualità prezzo SanDisk SSD Extreme 500 Portatile 480 GB TechNinjaTanti GB a poco prezzo? Il SanDisk SSD Extreme 500 Portatile 480 GB è sicuramente un’opzione di cui tenere conto: disponibile in diversi tagli di memoria (con variazione del rapporto GB/euro e della velocità), particolarmente interessante è la versione da 480 GB, che per poco meno di 200 euro offre una velocità teorica pari a 430 MB/s in lettura e 400 MB/s in scrittura. 

Questo SSD esterno è estremamente piccolo e resistente (pesa 77 grammi), e si interfaccia al pc grazie alla connessione USB 3.0: grazie al software Software SanDisk Secure Access , poi, è possibile criptare i file trasferiti, così da aumentarne la sicurezza. SanDisk SSD Extreme 500 Portatile 480 GB è disponibile su Amazon.

ACQUISTA SU AMAZON AL MIGLIOR PREZZO

Samsung T3 MU-PT500B-EU

Miglior SSD esterno: guida allacquisto delle unità a stato solido USB dallottimo rapporto qualità prezzo Samsung T3 MU PT500B EU TechNinja500 GB è la quantità di spazio massima che potete chiedere ad un SSD esterno sotto i 200 euro: queste dimensioni ha Samsung T3 MU-PT500B-EU, dispositivo gemello della versione da 250 GB vista in precedenza, che per qualche decina di euro in più offre il doppio dello spazio; non è caso è l’SSD più venduto su Amazon.

Per le caratteristiche tecniche, valgono le stesse dette per la versione da 250 GB: 51 grammi di peso, velocità teorica stimata in 450 MB/s sia in lettura che in scrittura, cifratura dei file grazie alla crittografia AES a 256 bit. Samsung T3 MU-PT500B-EU è disponibile su Amazon.

ACQUISTA SU AMAZON AL MIGLIOR PREZZO

Miglior SSD esterno sotto i 500 euro

Transcend ESD400

Miglior SSD esterno: guida allacquisto delle unità a stato solido USB dallottimo rapporto qualità prezzo Transcend ESD400 TechNinjaSe cercate un SSD esterno 1 TB, sappiate che i prezzi aumentano sensibilmente: c’è da dire, però, che un tale quantità di spazio apre le porte a numerosi utilizzi (installare sistemi operativi completi su drive esterno, ad esempio). Il Transcend ESD400 offre un Terabyte di spazio nelle dimensioni di un carta da gioco, pesando appena 54 grammi: nella confezione è presente anche una custodia per trasportarlo in sicurezza.

Grazie all’interfaccia USB 3.0 e al supporto all’UASP, il Transcend ESD400 raggiunge velocità pari a 410 MB/s in lettura e 380 MB/s in scrittura. Il tasto fisico OneTouch permette il backup completo con un solo click, mentre il software Transcend Elite rende semplice la gestione dei file. Transcend ESD400 è in vendita su Amazon.

ACQUISTA SU AMAZON AL MIGLIOR PREZZO

Grazie alle connessioni USB 3.0 è stato possibile creare SSD esterni dalle prestazioni quasi del tutto identiche a quelle ottenute collegando un’unità a stato solido direttamente alla scheda madre: i dispositivi disponibili sono tanti, e offrono prestazioni enormemente superiori ad HDD e chiavette anche nella fascia più bassa: se avete altri SSD esterni da suggerirci, non dovete far altro che scriverlo nel box dei commenti in basso.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI

• Migliori chiavette USB: ecco le pendrive più convenienti da acquistare

iPhone 8: il tasto Home virtuale sarà ridimensionabile e rimovibile dal display

Una recente analisi del firmware di HomePod, il primo speaker di demotica intelligente di Apple previsto al debutto in dicembre, riporta alcune informazioni riguardanti il funzionamento del tasto Home virtuale di iPhone 8, concentrandosi in particolare sulle interazioni tra applicazioni, utenti e la nuova area funzione.

Lo sviluppatore Steven Troughton Smith ha suggerito tramite alcuni tweet nella giornata di ieri, come la compagnia di Cupertino suddividerà le funzionalità del nuovo display da 5.8 pollici del prossimo top di gamma, dedicato all’implementazione di una versione virtuale del tasto Home. Secondo Smith, la nuova area funzione potrà essere espansa, ridotta ed eliminata dalla schermata principale in base al tipo di utilizzo dell’utente, adattandosi alle varie applicazioni, in modo simile a quanto visto con la Touch Bar sui nuovi MacBook Pro.

iPhone 8 avrà area funzione personalizzabile?

Inoltre, in base a ciò che si è evidenziato dal firmware del HomePod, le barre delle app potranno essere estese al di sotto dell’interfaccia utente del pulsante Home, mentre l’API non rivela se sarà possibile modificare i colori degli asset. Questa ultima voce suggerisce che la compagnia di Cupertino intende utilizzare un indicatore di pulsanti Home ad alto contrasto, capace di adattarsi ad ogni tipo di sfondo.

iPhone 8: il tasto Home virtuale sarà ridimensionabile e rimovibile dal display iphone 8 tasto home TechNinja

I video a schermo intero minimizzeranno l’area del pulsante Home, presumibilmente in modo dinamico e simile ai controlli nascosti del contenuti in un lettore video. Alcune app in iOS già adoperano questo sistema, come la barra strumenti inferiore in Safari che scompare e riappare automaticamente quando si scorre nella pagina.

Resta ancora da vedere come i video saranno rappresentati a schermo intero sul display OLED. Il codice scoperto alla fine di luglio parla di una risoluzione dello schermo di 2436×1125 pixel, che corrisponde anche alle specifiche hardware previste da Ming-Chi Kuo.

In una nota agli investitori a febbraio, Kuo ritiene che il prossimo iPhone 8 sarà caratterizzato da un display da 5.8 pollici con risoluzione di 2800×1224 pixel senza tasto Home, di cui 5.1 pollici saranno utilizzabili nelle applicazioni. Se l’area funzione dovesse invece poter essere ridimensionata, come afferma Smith, il video a tutto schermo presenterà un aspect ratio nettamente più ampia.

iPhone 8: il tasto Home virtuale sarà ridimensionabile e rimovibile dal display iphone 8 area funzione TechNinja

Lo sviluppatore continua a sottolineare che non vi è ancora alcuna prova che Apple inserirà altri elementi dell’interfaccia utente, come la barra degli strumenti, nell’area funzione. È ancora solamente un ipotesi che iPhone 8 possa implementare alcuni comandi in una zona semi-fissa sullo schermo per semplificare alcune operazioni.

La distribuzione involontaria del firmware del HomePod di Apple, ha di certo fornito nuovi chiarimenti riguardanti il prossimo smartphone di punta dell’azienda. Le precedenti scoperte includono il nuovo display senza bordi con una piccola rientranza sul profilo superiore, attua ad ospitare sensori e fotocamera FaceTime HD, tecnologia di riconoscimento facciale 3D, fotocamera posteriore 4K a 60 fps e molto altro ancora.

In particolare, secondo gli sviluppatori che hanno analizzato il firmware di Homepod, iPhone 8 utilizzerà il riconoscimento facciale per autenticare i pagamenti e sbloccare il dispositivo, mettendo così in secondo piano il sensore per le impronte digitali.

iPhone 8: arriva il primo confronto preliminare con iPhone 7s Plus

Dopo mesi di continui rumor e speculazioni sui prossimi smartphone che la compagnia di Cupertino presenterà in occasione del suo consueto keynote di autunno, nelle ultime settimane si sono rafforzati sempre di più i video raffiguranti i prototipi dei nuovi iPhone 8, iPhone 7s e 7s Plus, dandoci ormai un idea chiara di quale potrebbe essere, a tutti gli effetti, il design definitivo.

Dopo aver dato uno sguardo più che approfondito ad iPhone 8, nel nuovo video in questione, creato dal noto Youtuber americano Danny Winget, si può assistere al primo mockup fisco di iPhone 7s Plus, ancora una volta prodotto sulla base di rendering CAD e i più recenti rumor.

iPhone 8 e iPhone 7s messi a confronto

Come era stato anticipato da alcune immagini svelate nella giornata di ieri, i modelli di iPhone 7s Plus e iPhone 8 soggetti del video di Winget sono caratterizzati dalle tipiche scritte di Conformità Europea e di smaltimento delle batterie, che Apple ha rimosso dagli attuali smartphone top di gamma, per lasciare spazio al solo logo “iPhone” e all’indicazione “Progettato in California, Assemblato in Cina”. Tutte le informazioni sono infatti ora inserite all’interno della voce Informazioni nelle Impostazioni dell’iPhone.

iPhone 8: arriva il primo confronto preliminare con iPhone 7s Plus iPhone 8 arriva il primo confronto preliminare con iPhone 7s Plus e1502359326345 TechNinja

Mentre, da queste indicazioni si intuisce a colpo d’occhio che l’unità in questione sia fittizia, la stessa cosa non può essere affermata per il suo design, il quale potrebbe essere basato su reali schemi di progettazione. Non è infatti una novità che le supply chain cinesi di Apple siano responsabili di perdite di dati sensibili, quali disegni CAD, documenti e schemi di componenti interne.

Come si può notare nel video, il modello di iPhone 7s Plus è molto simile ad iPhone 7 Plus per quanto riguarda il posizionamento dei tasti fisici, come il fattore forma e le dimensioni. L’unica differenza evidente è la nuova scocca posteriore in vetro, che sembra essere caratterizzata da bande per le antenne più sottili rispetto agli attuali modelli. Apple prevede, infatti, di implementare il vetro come materiale principale a favore dell’implementazione della funzionalità di ricarica wireless.

iPhone 8 e iPhone 7s Plus: le prime differenze

Nel suo video Winget continua ad evidenziare le presunte caratteristiche dei due smartphone di Apple, soffermandosi maggiormente su quelle che sono le ovvie differenze estetiche tra i due modelli. Mentre iPhone 7s Plus mostra un design del tutto analogo a quello degli attuali iPhone, iPhone 8 appare ancora una volta senza cornici e con un display discretamente più ampio.

In particolare, la versione iPhone 8 dello youtuber mette in risalto la presenza dei bordi bianchi sulla faccia anteriore del dispositivo, fattore che contraddice quanto è stato detto dai recenti rapporti secondo cui Apple intende limitare le opzioni di colore frontale al nero. Rimane ancora ignoto se l’azienda californiana preveda di rilasciare una versione anche con cornici bianche nelle prossime configurazioni.

iPhone 8, un nuovo video conferma il nuovo telaio

Ma, i rumor della giornata su iPhone 8 sembrano non fermarsi qui. Al contrario un secondo video pubblicato da Techastic nella giornata di oggi, svela quello che potrebbe essere il telaio del dispositivo. Quello che lascia pensare si tratti di un componente reale è la sua colorazione nera, perfettamente coerente con i recenti rumor.

iPhone 8: arriva il primo confronto preliminare con iPhone 7s Plus iphone 8 oro rame TechNinja

I mockup mostrati nei due video, pur rappresentando modelli fittizi, sono entrambi molto simili tra loro e del tutto identici alle immagini fornite dal noto Leaker Sonny Dickson. Inoltre, una perdita della giornata di ieri ha evidenziato la comparsa di una nuova colorazione in Oro Rame per il prossimo iPhone, anche esso dotato degli stessi simboli CE e smaltimento delle batterie, visti oggi. Considerando così i tempi con cui sono stati riportati tali video, è ragionevole pensare che si trattino di prototipi provenienti tutti dalla medesima fonte.

Apple dovrebbe rilasciare il suo innovativo iPhone 8 accanto a due serie 7s, caratterizzate da piccoli cambiamenti estetici e da un hardware interno più potente, in occasione del suo evento di fine settembre. Il nuovo smartphone di punta dovrebbe introdurre importanti novità tecnologiche, tra cui riconoscimento del viso, fotocamere 3D, display senza tasto Home, capacità di registrazione video 4K a 60 fps, SmartCam e tanto altro ancora, come è stato anche svelato involontariamente dal Firmware di HomePod alla fine del mese di luglio.

Migliore telecamera IP: videosorveglianza wireless a basso costo

Le telecamere IP hanno reso possibile creare sistemi di videosorveglianza domestici a basso costo, e, cosa ancora più importante, semplici da installare anche autonomamente. Numerosi sono i vantaggi di questo tipo di telecamere, che, a differenza di quelle a circuito chiuso, non registrano su cassetta, DVD o hard disk, ma inviano le immagini in tempo reale, tramite Internet (la sigla IP sta proprio per Internet Protocol): questa immagini possono essere visualizzate attraverso uno smartphone o un computer, o addirittura essere salvate su piattaforme cloud (a volte sono gli stessi produttori delle telecamere a fornire una certa quantità di spazio online), per essere visionate in un secondo momento. Dire qual è, attualmente, la migliore telecamera IP, è cosa alquanto dura: in commercio si trovano centinaia e centinaia di modelli, con prezzi che oscillano dalle poche decine di euro, fino ad arrivare a sistemi completi che ne costano più di qualche migliaia.

Migliore telecamera IP: videosorveglianza wireless a basso costo migliore camera IP TechNinjaI fattori da considerare sono molti, e non bisogna farsi abbindolare dal prezzo più alto, perchè spesso, soprattutto se si tratta della videosorveglianza di interni e di ambienti non particolarmente a rischio, possono bastare anche dispositivi molti economici, con somma gioia del nostro portafoglio. Prima di passare alla scelta della migliore telecamera IP, diamo uno sguardo a quelle che sono le caratteristiche che essa dovrebbe avere.

Migliore telecamera IP: caratteristiche principali

Prima di capire qual è la migliore telecamera IP che possiamo acquistare, dobbiamo fare mente locale e capire qual è l’uso che ne andremo a fare: questi dispositivi, infatti, ben si adattano a molti utilizzi, ma è sempre meglio stabilire sin dall’inizio quali sono le feature che maggiormente ci interessano, e quelle di cui invece possiamo fare a meno. Se, ad esempio, vogliamo utilizzare la telecamera IP come un baby monitor, per controllare la stanza dei bambini, è indispensabile che essa sia dotata di visione notturna e di microfono, così da poter restituire l’audio proveniente dalla camera. Quando si utilizza la telecamera, invece, come sistema di videosorveglianza in stanze molto grandi, è preferibile che essa sia motorizzata (cioè in grado di effettuare piccole rotazioni), o che abbia una lente grandangolare dagli ampi angoli di visione, per non lasciare zone scoperte: queste stesse caratteristiche sono consigliate anche per le telecamere da esterno, che in più devono essere maggiormente resistenti (impermeabili, innanzitutto), viste le condizioni più dure all’aria aperta.

Tutte le telecamere IP però, indifferentemente dall’uso che se ne andrà a fare, condividono delle caratteristiche comuni, e sono quelle che riguardano la qualità di registrazione. Poichè si tratta a tutti gli effetti di videocamere, la prima caratteristica da analizzare è la risoluzione, che influisce enormemente sulla qualità delle immagini: non bisogna dimenticare che le riprese dovranno essere trasmesse tramite internet, e che quindi non è necessario raggiungere risoluzioni fantasmagoriche (a meno che non si disponga di un’ottima connessione); il formato standard, ormai, è l’HD (1280×720 pixel), ma anche formati meno esosi, come il VGA (640×480 pixel) possono rivelarsi sufficienti. Importante, in tal senso, è anche il formato utilizzato dalla telecamera, poichè formati più recenti, con migliori sistemi di compressione, rendono possibile effettuare riprese in alta risoluzione che occupano poco spazio, rendendo possibile lo streaming anche su reti più lente.  La qualità delle immagini che visualizzeremo, infine, dipende anche dalle qualità delle lenti, così come dall’apertura focale; non è necessario, invece, che il frame rate sia particolarmente elevato, ma è bene che esso si attesti almeno sui 25-30 FPS.

Migliore telecamera IP: videosorveglianza wireless a basso costo migliore camera IP 2 TechNinja

Ci sono poi caratteristiche accessorie, che abbiamo già anticipato, come la presenza di sensori in grado di rilevare movimenti anomali (motion detection) e avvisare l’utente tramite messaggio o email: alcune telecamere IP riescono addirittura a seguire il soggetto in movimento, grazie alla rotazione di piccoli motori, che possono essere controllati anche dall’utente tramite smartphone o pc. Altre feature, come la possibilità di riprendere in assenza di luce (visione notturna), sono indispensabili in alcuni casi (videosorveglianza notturna o in ambienti chiusi e poco luminosi), meno in altri: allo stesso modo può essere utile l’audio bidirezionale, ovvero la possibilità non solo di ascoltare l’audio proveniente dalla zona ripresa, ma di comunicare a sua volta utilizzando al telecamera come uno speaker (e lo smartphone/pc come microfono).

In ultimo, bisogna valutare (sempre in base alle proprie esigenze) i tipi di collegamento di cui dispone la telecamera: stabiliamo che due collegamenti sono assolutamente necessari, quello ad Internet, e quello alla rete elettrica. Il primo, può avvenire tramite Wi-Fi (come quasi sempre accade), o anche tramite Ethernet, aumentando le prestazioni (un cavo in più, però, e la necessità di avere una router nelle vicinanze); il secondo, invece, avviene nella maggior parte dei casi grazie ad un alimentatore, che connette la camera alla rete elettrica, ma esistono soluzioni (nel caso di dispositivi a basso consumo energetico) che prevedono l’alimentazione attraverso lo stesso cavo Ethernet (tecnologia chiamata Power over Ethernet, PoE), rendendo possibile l’installazione anche in assenza di una presa elettrica. Alcune telecamere, infine, possono anche salvare le registrazioni in assenza di Internet, inserendo al loro interno una scheda SD, ma c’è da dire che la ripresa continua riempe in breve tempo grandissime quantità di spazio.

Migliore telecamera IP sotto i 30 euro

Telecamera IP di Allarmshop

Migliore telecamera IP: videosorveglianza wireless a basso costo Telecamera IP di Allarmshop TechNinjaUn vero e proprio best-buy nella fascia economica è la Telecamera IP di Allarmshop, che permette di creare un ottimo sistema di videosorveglianza da remoto spendendo poche decine di euro. La camera è in grado di effettuare riprese in HD (720p) inviandole in tempo reale, tramite connessione Wi-Fi o Ethernet, a computer e smartphone, con tanto di app dedicata per sistemi Apple e Android. Presenti un microfono ed un altoparlante, per usare la telecamera come un interfono.

E’ dotata del sistema Pan Tilt, che le permette di ruotare fino a 270 gradi in orizzontale e 90 gradi in verticale: i motori di rotazione sono controllabili anche da smartphone. La Telecamera IP è inoltre dotata di infrarossi per la registrazione notturna, così come di sensori che rilevano il movimento, inviando una notifica sullo smartphone ogni volta che ciò avviene; presente anche uno slot SD, per salvare in locale le immagini. La Telecamera IP di Allarmshop è in vendita su Amazon, con incluso nella confezione l’adattatore dell’alimentazione.

ACQUISTA SU AMAZON AL MIGLIOR PREZZO

Camera LESHP di Sricam

Migliore telecamera IP: videosorveglianza wireless a basso costo Camera LESHP di Sricam TechNinjaLa Camera LESHP di Sricam è una telecamera IP piccola, elegante, e dotata della sola connessione Wi-Fi: è pensata per un utilizzo domestico, tanto come baby monitor che come sistema di videosorveglianza non invasivo. Le riprese hanno risoluzione HD (1280×720 pixel), ed un frame rate stabile sui 25 frame al secondo; l’angolo di visione è pari a 90 gradi, e permette di catturare un’ampia porzione di spazio, mentre lo zoom 4x permette di ingrandire determinate regioni di spazio.

Grazie alla tecnologia IR-CUT, la telecamera è in grado di ottime riprese notturne fino agli 8-10 metri di distanza dall’obiettivo, mentre il sistema microfono-altoparlante permette di ricevere e inviare audio tramite lo smartphone. La connessione avviene tramite Wi-Fi, e l’alimentazione tramite un adattatore presente in confezione. La camera LESHP di Sricam, che è in vendita su Amazon, è inoltre dotata di sensore di movimento (è possibile impostare sia un allarme sonoro che l’invio di una mail), ed è possibile installare una scheda SD fino a 128 GB per la registrazione in locale.

ACQUISTA SU AMAZON AL MIGLIOR PREZZO

TP-Link NC200

Migliore telecamera IP: videosorveglianza wireless a basso costo TP Link NC200 TechNinjaIl marchio TP-Link è conosciuto soprattutto per prodotti come modem, router e Wi-Fi extender dal buon rapporto qualità prezzo: non tutti sanno che, però, produce numerosi dispositivi anche in altri “settori”. La TP-Link NC200, ad esempio, è una valida telecamera IP, ricca di pregi e difetti: o la si odia, o la si ama. Partiamo dai pregi: il design è molto curato, l’installazione è immediata, il sensore di movimento è non perde un colpo e, particolarità molto interessante, una volta connessa al Wi-Fi la telecamera funzione come un range extender, aumentando la copertura della rete in casa.

D’altro canto, e passiamo ai difetti, la TP-Link NC200 ha una risoluzione molto bassa (640×480 pixel), non è dotata di visione nottura, e molti lamentano problemi nell’audio e un cattivo sviluppo dell’app dedicata. Ognuno deve trarre le proprie conclusioni: certo è, che al prezzo a cui viene venduta su Amazon, resta più che un buon affare.

ACQUISTA SU AMAZON AL MIGLIOR PREZZO

Migliore telecamera IP sotto i 50 euro

IP Camera di Clever dog

Migliore telecamera IP: videosorveglianza wireless a basso costo IP Camera di Clever dog TechNinjaUna IP Camera che non sembra una ansiogena telecamera? Sicuramente la IP Camera di Clever dog, un dispositivo estremamente moderno e “smart”. Il design cilindrico conferisce alla camera una forma desueta, mentre la possibilità di connetterla tramite Wi-Fi o rete 3G/4G, unita al fatto che viene alimentata tramite porta Micro USB (è presente il cavo ma non l’alimentatore, che potrebbe essere anche una power bank), rende il dispositivo di Clever dog estremamente portatile.

Le riprese hanno una risoluzione inferiore all’HD, ma superiore al VGA (720×576 pixel), con frame rate molto basso (15 FPS): questo, unito al sistema di compressione H.264, permette ai file video di essere molto leggeri, potendo salvare sette giorni di riprese continue su una SD da 32 GB (granezza massima supportata). Non mancano i sensori IR, per la ripresa notturna, così come i sensori di movimento e l’audio bidirezionale: la IP Camera di Clever dog è disponibile su Amazon.

ACQUISTA SU AMAZON AL MIGLIOR PREZZO

Telecamera IP LESHP di Sricam

Migliore telecamera IP: videosorveglianza wireless a basso costo Telecamera IP LESHP di Sricam TechNinjaLa migliore telecamera IP per esterni, in questa fascia di prezzo, è la Telecamera IP LESHP di Sricam, un dispositivo resistente è in grado di effettuare ottime riprese. Come appena detto, il vantaggio principale di questa camera è la certificazione IP66, che ne certifica l’impermeabilità e la resistenza agli agenti atmosferici (freddo intensoo, pioggia, vento, neve e sole). La connessione avviene tramite Wi-Fi o Ethernet, mentre per l’alimentazione è presente un apposito adattatore di rete.

Le riprese hanno risoluzione HD (1280×720 pixel), e i LED IR permettono la visione notturna fino a ben 15 metri di distanza: la compressione video è l’efficientissima H.264. Nella confezione della  Telecamera IP LESHP di Sricam, che è in vendita su Amazon, sono presenti anche le viti per il fissaggio a parete.

ACQUISTA SU AMAZON AL MIGLIOR PREZZO

Migliore telecamera IP sotto i 100 euro

D-Link DCS-5020L

Migliore telecamera IP: videosorveglianza wireless a basso costo D Link DCS 5020L TechNinjaLa D-Link DCS-5020L si candida come migliore telecamera IP motorizzata per interni: è un dispositivo semi-professionale, dal costo comunque contenuto, che può essere usato come vero e proprio sistema di videosorveglianza low-budget. Non manca nulla: la cam una risoluzione VGA (640×480 pixel), che potrebbe sembrare poco, ma le riprese sono ottime in ogni circostanza, anche di notte (fino agli 8 metri) grazie alla corona di LED IR presenti.

Le immagini, compresse secondo lo standard H.264, vengono trasmesse in tempo reale sia tramite Ethernet (con collegamento cablato) sia tramite Wi-Fi, con la telecamera che, intanto, svolge anche la funzione di range extender (aumenta la portata del segnale). LA D-Link DCS-5020L è totalmente motorizzata (pan, tilt e zoom 4x), può essere ancorata al soffitto tramite un apposito sistema di fissaggio, ed è dotata di un rilevatore di suoni e movimenti anomali (con sistema di notifica in caso di pericolo). Anche questa telecamera IP è in vendita su Amazon.

ACQUISTA SU AMAZON AL MIGLIOR PREZZO

HiKam A7

Migliore telecamera IP: videosorveglianza wireless a basso costo HiKam A7 TechNinjaAl ruolo di migliore telecamera IP da esterno (non professionale) aspira invece la HiKam A7, un dispositivo estremamente resistente (certificazione IP66), ma facilmente collegabile alla rete domestica: non necessita di alimentazione particolare (l’adattatore di rete, con cavo da 3 metri, è già presente in confezione), mentre la connessione avviene sia tramite Ethernet che Wi-Fi.

Il sensore da 1,3 Megapixel garantisce riprese in HD (1280×720 pixel), mentre i 24 LED infrarossi permettono le riprese notturne fino a ben 15 metri. Presente il rilevatore di movimento, così come una’interfeaccia Wireless 433 MHz per l’installazione di altri sensori esterni (non presenti in confezione); il sistema microfono-altoparlante rende la cam un vero e proprio interfono. HiKam A7 è in vendita su Amazon, con inclusa nella confezione una scheda SD da 16 GB per il salvataggio in locale.

ACQUISTA SU AMAZON AL MIGLIOR PREZZO

Come abbiamo visto, realizzare un sistema di videosorveglianza è, oggi, un’operazione molto semplice ed economica: numerosi sono i dispositivi in vendita, e trovare la migliore telecamera IP per il proprio scopo non è certo un grosso problema. Se siete rimasti soddisfatti una camera IP non presenti nella lista, e vi sentite di consigliarcela, potete usare il box dei commenti in basso.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI

• Migliori webcam: videochiamate e riprese di buona qualità ad un prezzo piccolo

I nuovi iPhone 2017 saranno lanciati in soli 3 colori?

Secondo una nuova nota condivisa oggi dal rispettabile analista di KGI, Ming-Chi Kuo, i prossimi iPhone 2017 di Apple, incluso iPhone 8, saranno disponibili in soli tre colori: nero, argento e oro.

Kuo aveva precedentemente affermato che iPhone 8 sarebbe stato disponibile in un numero limitato di colori, ma non aveva parlato degli altri due dispositivi. L’elenco dei colori da lui trasmesso corrisponde, apparentemente, ad una indiscrezione già trapelata in settimana.

Se le indiscrezioni sono giuste e Apple prevedesse davvero di introdurre l’iPhone in sole tre tinte, non vedremo il colore oro rosa o le molteplici tonalità di nero oggi disponibili con iPhone 7.

Quando sarà il lancio?

I nuovi iPhone 2017 saranno lanciati in soli 3 colori? iphone 8 new color 2 TechNinja

Secondo Kuo, tutti e tre i modelli di iPhone previsti per il 2017 supporteranno anche la carica veloce, anche se i consumatori potrebbero aver bisogno di acquistare un adattatore di alimentazione type C per abilitare tale funzionalità. L’attuale iPad Pro ha una funzionalità simile; infatti, utilizza l’adattatore di alimentazione USB-C da 29W di MacBook per la ricarica veloce.

A settembre verranno lanciati tutti e tre i modelli

Kuo sostiene che Apple darà il via alla produzione in massa di iPhone 8 verso la metà settembre, prima ancora di quanto egli stesso avesse preventivato; la società annuncerà contemporaneamente tutti e tre i modelli di iPhone a settembre, con il progetto di lanciarli anche nella medesima data. La versione OLED, tuttavia, inizialmente arriverà in numero limitato.  

Sebbene sia previsto un lancio a settembre, le forniture di iPhone 8 potrebbero essere vincolate fino al primo trimestre del 2018 a causa di una attesa domanda elevata.

LG V30 verrà presentato prima di IFA 2017

Dopo settimane di voci e di speculazioni, LG ha annunciato tramite social che il 31 agosto, a Berlino, verrà ufficialmente svelato il nuovo LG V30.

Il nuovo device verrà presentato un giorno prima del più grande show di tecnologia in Europa, IFA 2017, e sembra che i pre-ordini possano essere disponibili più o meno poco dopo l’annuncio stesso.

Specifiche attese

LG V30 verrà presentato prima di IFA 2017 LG V30 event invite 840x472 TechNinja

Il prossimo V30 dovrebbe presentare un display QHD + OLED FullVision da 6 pollici con angoli arrotondati, processore Snapdragon 835 di Qualcomm, batteria da 3200 mAh e un nuovo “barra galleggiante”.

Doppia fotocamera posteriore

Sembra, inoltre, che il telefono sia dotato di un sensore di impronte digitali e di una doppia fotocamera posteriore che LG sottolinea pesantemente durante l’evento di lancio del telefono cellulare:

LG V30 è in grado di catturare immagini ad alte prestazioni.

Nel complesso, LG V30 sembra essere il vero flagship di LG per la seconda metà del 2017. Secondo quanto riporta l’azienda, l’evento di lancio sarà trasmesso in diretta su YouTube e Facebook alle 9:05 am CET (4:05 EST).

Foxconn spiega perché iPhone 8 sarà così costoso

Numerose indiscrezioni hanno suggerito che il prossimo iPhone 8 non sarà economico. Una delle cose che più contribuiscono ad alzare il suo prezzo è il processo produttivo per la realizzazione del nuovo display OLED.

Secondo un esecutivo di Foxconn, il display è difficile da produrre a causa del “taglio speciale” necessario per creare la tacca nella parte superiore dello schermo. Come i suoi rivali più recenti, iPhone 8 dovrebbe essere dotato di un display edge-to-edge con cornici super-sottili. Tuttavia, Apple lo renderà unico, estendendolo fino al bordo superiore e circondando la fotocamera FaceTime e i sensori di riconoscimento del volto.

Prezzo alto: perché?

Quella “tacca” nella parte superiore del display, tuttavia, si sta dimostrando incredibilmente difficile da creare, almeno secondo quanto riporta il Vice Presidente di Foxconn, Luo Zhongsheng. Infatti, quel componente è così complicato che il 40% dei display prodotti per iPhone 8 risulta essere difettoso.

Foxconn spiega perché iPhone 8 sarà così costoso Foxconn TechNinja

Difficoltà di fabbricazione e costi elevati

Questo sta a significare che, oltre ad essere difficile fabbricarli in grandi quantità, i pezzi risultano anche incredibilmente costosi. Per tale motivo, i fan di Apple dovranno pagare un prezzo più elevato per il dispositivo del decimo anniversario; secondo le indiscrezioni, potrebbe superare, infatti, i 1.000 dollari.

Secondo le indiscrezioni, il nuovo display edge-to-edge di iPhone 8 consentirà agli utenti di avere più spazio rispetto a prima, con un fattore di forma simile a quello presente su iPhone 7. Inoltre, il device dovrebbe avere la ricarica senza fili, una batteria più grande e una migliore resistenza all’acqua.

Il post di Luo è stato rapidamente cancellato dopo la pubblicazione, probabilmente su richiesta di Apple e/o Foxconn.

Apple: disponibile la quinta beta di iOS 11, macOS 10.13 High Sierra, tvOS 11 e WatchOS 4

La nuova versione beta di MacOS High Sierra può essere scaricata dal Centro Sviluppatori Apple o in modalità remota, utilizzando il meccanismo di Aggiornamento Software presente nel Mac App Store.

La quinta beta di MacOS High Sierra, con numero di build 17A330h, contiene numerosi miglioramenti come l’integrazione dei File System di Apple, la migrazione da H.264 a H.265 e Metal 2, accanto ad altri perfezionamenti. Il precedente numero di build beta era 17A315i.

iOS 11: cosa cambia?

I cambiamenti più notevoli di iOS 11, in generale, riguardano miglioramenti back-end e una voce migliorata per Siri, oltre a miglioramenti dei servizi Pay e Photo di Apple. La funzionalità Do Not Disturb While Driving è stata introdotta durante la seconda beta. La quinta beta di iOS 11 ha il numero di build 15A5341f.

La funzionalità messaggi in iCloud è stata eliminata

La funzionalità messaggi in iCloud è stata eliminata, ma Apple la implementerà nuovamente con un successivo aggiornamento software; gli utenti possono, comunque,  continuare a ricevere e memorizzare messaggi su ciascun dispositivo e possono continuare ad eseguire il backup e il ripristino dei messaggi utilizzando iCloud Backup.

Le note di rilascio per la quinta beta di tvOS sono molto brevi, con pochissime modifiche specificate. La precedente build di tvOS era la numero 15J5333f, mentre la attuale è la 15J5347f.

La quarta beta di watchOS ha il numero 15R5345g; le precedenti versioni hanno risolto diversi problemi correlati al feedback aptico, alla riproduzione di musica, agli HomeKit di localizzazione e all’usabilità di Siri.

L’aggiornamento precedente risaliva al 24 luglio.

MIGLIORI GADGET TECH

GUIDE