Home Blog

HMD Global ha raccolto 100 milioni di dollari per far crescere il business di smartphone Nokia

HMD Global, la cosiddetta “casa dei telefoni Nokia”, ha raccolto 100 milioni di dollari in un round di finanziamenti guidato dalla società svizzera VC Ginko Ventures, con la partecipazione di DMJ Asia Investment Opportunity e Wonderful Stars, una consociata del produttore di telefoni Nokia FIH Mobile.

HMD Global intende potenziare Nokia

Per rinfrescare la memoria, è necessario ricordare che Nokia non produce più telefoni. Nel 2016, l’azienda finlandese ha contribuito a creare un nuovo veicolo aziendale autonomo, HMD Global, che avrebbe sviluppato smartphone e feature phone firmati Nokia, con la filiale di Foxconn, FIH Mobile, responsabile della produzione. A dicembre, HMD Global ha concluso il suo primo anno completo del contratto di licenza di 10 anni con l’immissione sul mercato di sei smartphone e cinque feature phone; le spedizioni hanno superato i 70 milioni di unità. In febbraio, poi, ha lanciato altri cinque nuovi telefoni al Mobile World Congress (MWC).

HMD Global ha raccolto 100 milioni di dollari per far crescere il business di smartphone Nokia %name TechNinja

La valutazione della società supera un miliardo di dollari

Ora, con altri 100 milioni di dollari in banca, HMD Global ha dichiarato di aver raggiunto l’ambito status di “unicorno”, con una valutazione superiore a 1 miliardo di dollari. Quindi, secondo una dichiarazione rilasciata dalla società, HMD Global potrà permettersi investimenti strategici per scalare la propria attività ed espandere in modo aggressivo la linea di smartphone Nokia fino al 2018 e oltre.

La nostra ambizione è di fornire smartphone eccezionali che soddisfino i nostri fan rimanendo fedeli alle nostre radici finlandesi e ai segni distintivi per cui il marchio Nokia è sempre stato conosciuto.

ha osservato il CEO di HMD Glboal, Florian Seiche.

Puntiamo a essere tra i migliori produttori di smartphone a livello globale e il nostro successo, fino ad oggi, ci dà la sicurezza di proseguire ulteriormente su di un percorso di crescita nel 2018 e oltre.

Nell’intero 2017, HMD Global ha registrato un fatturato di 1.8 miliardi di euro, nonostante una perdita operativa complessiva di circa 65 milioni di euro.

WhatsApp: videochiamate di gruppo per alcuni fortunati

Da tempo, ormai, si vocifera che WhatsApp abbia in serbo alcune interessanti novità per i suoi utenti; tra le nuovi funzioni, c’è quella della videochiamata di gruppo.

Videochiamate di gruppo per pochi utenti

A questo proposito, WABetaInfo ha scoperto un’interessante funzione nella versione beta 2.18.52 per iOS e nella versione 2.18.145 per Android, ovvero le videochiamate di gruppo. Tuttavia, la nuova caratteristica sembra essere attiva solo per un ristretto numero di utenti selezionati.

WhatsApp: videochiamate di gruppo per alcuni fortunati %name TechNinja

La nuova funzione, anticipata e confermata da Facebook stessa durante l’ultimo F8, permette di effettuare videochiamate fino ad un massimo di 4 partecipanti. Questo potrebbe essere molto utile, soprattutto in ambito lavorativo.

E’ necessario aggiornare all’ultima beta disponibile per verificare se si dispone della nuova funzione

Per scoprire se si è uno tra i fortunati utenti a poter utilizzare la nuova funzione è necessario aggiornare l’applicazione all’ultima versione beta disponibile, effettuare una videochiamata con un contatto e verificare se è presente la voce relativa all’aggiunta di altri partecipanti. Tuttavia, sembra solo questione di tempo e WhatsApp potrebbe rilasciare a tutti la nuova funzione.

Samsung Galaxy Note 9 potrebbe diventare ufficiale a fine luglio

Samsung Galaxy Note 9 potrebbe fare il suo debutto ufficiale a fine luglio. Nonostante la serie Samsung Galaxy S9 abbia recentemente raggiunto il traguardo di 1 milione di vendite in Corea del Sud, le spedizioni sembrano essere in ritardo rispetto alle aspettative iniziali di Samsung. Per questo motivo, un nuovo rapporto afferma che il gigante degli smartphone porterà avanti il ??lancio del Galaxy Note 9.

Galaxy Note 9 in arrivo a luglio?

In realtà, la nuova informazione sostiene che Samsung presenterà ufficialmente il Galaxy Note 9 un mese prima del solito, verso la fine di luglio, con le vendite del suo prossimo fiore all’occhiello che dovrebbero partire dalla metà di agosto. Questa decisione consentirà al gigante coreano di fornire la propria linea di smartphone premium con una spinta significativa, dandole anche un vantaggio contro Apple. Dopo tutto, il rivale Samsung si aspetta il lancio della nuova lineup di iPhone a settembre ed un lancio anticipato dei propri smartphone potrebbe favorire l’azienda di silicon Valley.

Samsung Galaxy Note 9 potrebbe diventare ufficiale a fine luglio %name TechNinja

Le date di rilascio non sono ancora state ufficializzate

Nello specifico, il rapporto ribadisce i piani di Samsung di lanciare il Galaxy S10 a gennaio, nella speranza di massimizzare il potenziale di vendita del dispositivo per tutto il resto del 2019. Il secondo lancio, che dovrebbe attualmente avvenire verso la fine di febbraio, possibilmente al MWC 2019, vedrà il debutto del primo telefono pieghevole di Samsung.

Ufficialmente, Samsung deve ancora commentare il programma di lancio dei suoi dispositivi; non resta che attendere e vedere se il gigante coreano opterà, al contrario, per un programma di rilascio più tradizionale.

Il prossimo telefono di punta di Xiaomi potrebbe avere un sensore di impronte digitali in-display

Le indiscrezioni sul prossimo flagship di Xiaomi stanno iniziando a circolare sempre più; in questi giorni, é apparso un video su YouTube che ha mostrato quello che potrebbe essere il presunto Xiaomi Mi 8. Il nuovo dispositivo potrebbe disporre di un sensore di impronte digitali in-display.

Xiaomi Mi 8: alcune informazioni

Il video è breve, quindi non é possibile vedere cosa sta succedendo all’interno dell’interfaccia, ad eccezione del login dell’impronta digitale in-display. All’interno dei fotogrammi, è possibile scorgere anche quella che sembra essere la versione nove del MIUI, la famiglia di skin personalizzate di Xiaomi realizzate per i loro telefoni Android.

Il Mi 8 dovrebbe essere il successore del famoso Mi 6 dello scorso anno; non è del tutto chiaro il motivo per il quale la società abbia deciso di saltare il numero 7. Xiaomi, da allora, ha presentato altri due smartphone di fascia alta, il Mi Mix 2 e Mi Mix 2S, entrambi con display più grandi. Tuttavia, non sorprende che la societá abbia sperimentato tra i diversi cicli di prodotto prima di stabilirsi su di una nuova ammiraglia.

Riconoscimento facciale 3D e batteria da 4.000 mAh.

Alcune caratteristiche che potrebbero far parte del nuovo device sono il riconoscimento facciale 3D, il chipset Snapdragon 845, fino a 8 GB di RAM, 64 GB di memoria e una batteria da 4.000 mAh con supporto per la ricarica wireless.

Senza dubbio, la funzione più interessante sará quella relativa alla tecnologia di impronte digitali in-display che è ancora molto nuova. I primi esempi sono apparsi su Vivo X20 e Huawei Design Mate RS.

The Developers Union pubblica una lettera aperta ad Apple

Un gruppo di sviluppatori che si fa chiamare “The Developers Union” ha deciso di pubblicare una lettera aperta ad Apple con alcune richieste; a Cupertino viene chiesto un maggiore impegno per offrire agli utenti la possibilità di scaricare versioni di prove gratuite delle app ed ottenere, così, commissioni più ragionevoli.

Lettera aperta ad Apple

The Developers Union pubblica una lettera aperta ad Apple %name TechNinja

Sul sito si legge:

Cara Apple, noi crediamo che le persone che creano grandi software dovrebbero essere in grado di portare a casa il pane con questo lavoro e, per questo motivo, abbiamo creato The Developers Union, in modo da perorare lo sviluppo sostenibile nell’App Store.

In concomitanza del decimo anniversario dell’App Store che si terrá a luglio, chiediamo ad Apple di impegnarsi per consentire trial gratuite di tutte le app negli App Store, dopodiché cominceremo a sostenere pubblicamente commissioni più ragionevoli ed altri cambiamenti in direzione comunitaria, a favore degli sviluppatori.

Il team intende coinvolgere migliaia di sviluppatori

L’iniziativa, guidata da Brent Simmons, Jake Schumacher, Loren Morris e Roger Ogden, mira a coinvolgere migliaia di sviluppatori; entro giugno, in concomitanza con il WWDC 2018 di Apple, infatti, l’alleanza degli sviluppatori intende raccogliere 20.000 seguaci.

In realtá, le richieste proposte dall’unione sono qualcosa che gli sviluppatori chiedono da tempo; al momento, solo le applicazioni che prevedono un piano di abbonamento possono proporre versioni di prova, prima della sottoscrizione. Chi non sfrutta questo modello commerciale, invece, non può proporre il trial.

The Developers Union pubblica una lettera aperta ad Apple %name TechNinja

Riformulazione delle commissioni sui guadagni

Infine, le commissioni sui guadagni generati dalla vendita delle applicazioni sono un altro punto scottante. Attualmente, Apple ricava il 30%, mentre il restante 70% resta agli sviluppatori. Sia Apple che Google hanno modificato queste percentuali di recente, ma ci si aspettano ulteriori cambiamenti.

Gene Munster: Apple Glasses non verranno lanciati fino a dicembre del 2021

La scorsa estate, Gene Munster di Loup Ventures ha dichiarato che gli occhiali AR di Apple sarebbero stati lanciati nel 2020 e sarebbero diventati più importanti di iPhone. Ma questo era l’anno scorso. Munster, da lungo tempo osservatore di Apple, ora si aspetta che il wearable arrivi sul mercato un anno dopo rispetto a quanto inizialmente previsto. In un nuovo rapporto pubblicato online, Munster afferma che gli occhiali Apple saranno rilasciati nel 2021.

Apple Glasses previsti per il 2021

Munster ha detto che, dopo aver incontrato gli esperti di AR, un prodotto come Apple Glasses è ancora a pochi anni dall’essere pronto per il debutto ufficiale. Questo, in sostanza, conferma ciò che il CEO di Apple Tim Cook ha detto lo scorso ottobre quando ha affermato che la tecnologia per gli occhiali AR non era ancora matura. Munster sostiene che, con ogni probabilitá, Apple lancerà il suo headset AR a dicembre del 2021, invece della precedente prevista release di settembre 2020. Le previsioni immaginano che Apple venderá 10 milioni di unità nel suo primo anno, in linea con il numero di Apple Watch che la società aveva venduto durante il primo anno da esordiente.

Gene Munster: Apple Glasses non verranno lanciati fino a dicembre del 2021 %name TechNinja

Potrebbero avere un prezzo di vendita di circa 1.300 dollari

Con un prezzo medio di vendita di circa 1.300 dollari, il dirigente di Venture Capital prevede che Apple incassarerà una cifra pari a 13 miliardi di dollari dai suoi occhiali AR e questo durante i primi 12 mesi di disponibilità. Questo costituirà il 3% delle entrate fiscali 2022 di Apple. Munster ha riferito che Apple Watch, AirPods e Apple Glasses genereranno 71 miliardi di dollari di entrate per il 2023, rispetto ai 12 miliardi di dollari di quest’anno.

Detto questo, crediamo che l’AR sia reale e Apple sarà un beneficiario. Ci aspettiamo che il tema AR di Apple si evolva in tre fasi.

In primo luogo, in autunno ci aspettiamo da 2 a 3 nuovi iPhone Che uniranno iPhone X con un’ottica avanzata per AR (array VCSEL).

In secondo luogo, le app AR create utilizzando ARKit diventeranno lentamente la prossima corsa all’oro per gli sviluppatori, guidate da giochi, e-commerce e formazione.

Infine, prevediamo che Apple rilascerà Apple Glasses alla fine del 2021.

Il rapporto di Munster dice che i timori sulla privacy toccheranno gli occhiali AR, almeno all’inizio é menziona il fallimento di Google Glass nel 2014-2015, come prova che la società non era ancora pronta per un simile dispositivo. Tuttavia, é positivo verso i giorni a venire:

In futuro, non saremo in grado di vivere senza un AR indossabile e Apple sará pronta per vendercENe uno.

Il servizio di streaming di YouTube Music diventa ufficiale

YouTube avrebbe dovuto lanciare un servizio di streaming musicale dedicato e, dopo diverse indiscrezioni, la compagnia ha annunciato ufficialmente i suoi piani con l’effettivo avvio di YouTube Music, in programma per la prossima settimana.

YouTube Music è ufficiale

Il 22 maggio, YouTube lancerà ufficialmente il suo servizio di streaming musicale che sarà disponibile gratuitamente ma, ovviamente, verrà fornito con alcune restrizioni. Tra queste, potrebbero esservi la riproduzione in background e l’inclusione di annunci pubblicitari.

L’account Premium avrà un costo di 9,99 dollari al mese

Un account YouTube Music Premium avrà un costo per gli utenti di 9.99 dollari al mese; questo consentirà di rimuovere annunci e restrizioni; tuttavia, questo prezzo sembra piuttosto elevato, ad esempio rispetto a Spotify. Non resta che rimanere in attesa per vedere se Google sarà pronto a lanciare nuove funzionalità che ne giustifichino la differenza di prezzo. Sfortunatamente, non ci sono statistiche ufficiali che rivelino le dimensioni della libreria musicale.

Il servizio di streaming di YouTube Music diventa ufficiale gsmarena 001 TechNinja

Nel post ufficiale del blog, la società descrive alcune delle caratteristiche uniche del servizio di streaming, disponibile tramite le app Android e iOS standalone ed il lettore desktop. Una ricerca avanzata aiuterà gli utenti a cercare una canzone particolare anche se non se ne conosce il nome; inoltre, vi sarà una schermata iniziale personalizzata per scoprire nuova musica che si adatterà e modificherà dinamicamente.

Gli utenti che sono già abbonati a YouTube Red o Google Play Music, riceveranno YouTube Music Premium senza costi aggiuntivi. Tuttavia, chi non è membro e ha intenzione di ottenere il pacchetto, l’intero servizio di streaming premium avrà un costo di 11.99 dollari.

Il servizio verrà inizialmente lanciato negli Stati Uniti, in Australia, Nuova Zelanda, Messico e Corea del Sud; presto si espanderà, inoltre, in Austria, Canada, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Irlanda, Italia, Norvegia, Russia, Spagna, Svezia, Svizzera e Regno Unito.

Microsoft sta progettando tablet Surface più economici

Microsoft Surface Pro è l’ultimo tablet della società con sede a Redmond pubblicizzato come tablet in grado di sostituire il laptop; attualmente, il dispositivo ha un prezzo medio che parte da circa 799 dollari. Secondo un nuovo rapporto, tuttavia, Microsoft starebbe lavorando a nuovi tablet più piccoli e maggiormente economici.

In arrivo nuovi tablet Surface?

L’ultima volta che Microsoft ha realizzato tablet di dimensioni minori non hanno avuto molto successo. L’ultimo è stato Surface 3, ma la società ne aveva interrotto la produzione nel 2016.

Microsoft sta progettando tablet Surface più economici Surface Pro 4 TechNinja

Le notizie sui tablet Surface più piccoli provengono da Bloomberg, il quale riporta che i tablet più piccoli avranno schermi da 10 pollici, angoli arrotondati, una porta USB-C per l’alimentazione de avranno un prezzo di circa 400 dollari. Questo prezzo lo metterà nella stessa lega con il nuovo iPad da 9.7 pollici di Apple.

I nuovi tablet saranno più piccoli e leggeri

Le dimensioni più piccole suggeriscono la presenza di una batteria più piccola e, quindi, non ci si dovrà aspettare una durata della batteria come quella dei modelli Surface più grandi. Tuttavia, sarà circa il 20% più leggero e facile da portare in giro, anche per lunghe ore.

I nuovi tablet Surface più piccoli non saranno alimentati dai chip Qualcomm, ma eseguiranno Windows 10 Pro completo; saranno presenti anche modelli con LTE.

Il prezzo di 400 dollari indica, tuttavia, che molte caratteristiche verranno eliminate; i nuovi tablet Surface non verranno forniti con tastiera e stilo, ma andranno acquistati a parte. Al momento, la tastiera più economica sul negozio Microsoft ha un prezzo di 129.99 dollari, mentre la penna Surface ha un costo di 99.99 dollari. Le fonti, però, suggeriscono che Microsoft stia lavorando su versioni più nuove e meno costose.

I nuovi tablet Surface sembrano essere destinati agli studenti, proprio come è accaduto con gli ultimi iPad economici di Apple. 

Instagram mostrerà agli utenti quanto tempo perdono guardando cibo e altre categorie

La nuova iniziativa di Google relativa al benessere digitale ha lo scopo di consentire agli utenti di far trascorrere più tempo con amici e familiari, anziché con gli schermi dei propri smartphone. Android e YouTube includeranno presto funzioni, come le statistiche sull’utilizzo e le riduzioni delle notifiche per aiutare gli utenti a liberarsi del proprio telefono.

Novità in arrivo per Instagram

Instagram mostrerà agli utenti quanto tempo perdono guardando cibo e altre categorie %name TechNinja

Ora Instagram sta pianificando qualcosa di simile. All’interno dell’app Android è stato trovato un codice che fa riferimento ad una funzione “Usage Insights” che consente di mostrare il tempo che si passa a sfogliare tutte le foto di Instagram.

Instagram mostrerà agli utenti quanto tempo perdono guardando cibo e altre categorie %name TechNinja

Questa novità potrebbe essere gradita ai genitori che intendono controllare come passano il tempo i figli più piccoli o anche per chi desidera, almeno per un po’, disintossicarsi dal social.

Sarà possibile controllare il tempo passato su Instagram

L’amministratore delegato della famosa applicazione fotografica, Kevin Systrom, ha confermato l’imminente arrivo della funzionalità con un tweet.

Instagram mostrerà agli utenti quanto tempo perdono guardando cibo e altre categorie %name TechNinja

Systrom ha continuato a spiegare il tutto attraverso altri due tweet.

Stiamo creando strumenti che aiuteranno la community di IG a saperne di più sul tempo che trascorrono su Instagram; ogni momento dovrebbe essere positivo ed intenzionale.

Il secondo Tweet, invece, è relativo al tempo trascorso online; Instagram, vuole essere onesta al riguardo e sa benissimo che il tempo trascorso online ha un certo impatto nella vita delle persone. Per tale motivo, la società mira a curare il benessere dei suoi utenti.

Oltre a questa nuova funzionalità, Instagram ha previsto l’arrivo di altre funzionalità; in particolare, nell’interfaccia verrà implementata una nuova barra laterale sulla quale sarà previsto un tasto che consentirà di condividere, con un solo click, le proprie storie su Facebook.

Galaxy Tab A 10.1 e Galaxy Tab S4 potrebbero essere in arrivo

Samsung potrebbe non riuscire, quest’anno, a lanciare Galaxy Tab S4 come nuova aggiunta alla sua gamma di tablet. Un dispositivo Samsung, con il numero di modello SM-T590, sembra aver superato la Commissione economica eurasiatica la scorsa settimana insieme al Galaxy Tab S4; l’SM-T590 è menzionato insieme allo SM-T830 nello stesso documento. SM-T830 è il Galaxy Tab S4, mentre SM-T590 potrebbe essere la variante 2018 del Galaxy Tab A 10.1 lanciato nel 2016 con il numero di modello SM-T580.

Galaxy Tab S4 e il nuovo Galaxy Tab A 10.1 in lavorazione

Al momento, non si sa nulla del modello SM-T590, oltre al fatto che è in fase di test; non è detto che venga rilasciato sul mercato e non si sa se è previsto un nuovo modello 2018. Tuttavia, se venisse presentato sul mercato potrebbe essere un’idea interessante; un tablet da 10.1 pollici più economico con la S Pen, infatti, potrebbe essere l’opzione ideale per chi non riesce a permettersi il Galaxy Tab S4.

Galaxy Tab A 10.1 e Galaxy Tab S4 potrebbero essere in arrivo %name TechNinja

Il Galaxy Tab S4 potrebbe arrivare con uno schermo da 10.5 pollici con proporzione di 16:10, almeno a giudicare dalla lista GFXBench; purtroppo lo schermo non è menzionato nell’elenco dei benchmark Geekbench. Tuttavia, l’elenco suggerisce che il nuovo tablet avrà in esecuzione Android 8.1.

Galaxy Tab A 10.1 e Galaxy Tab S4 potrebbero essere in arrivo %name TechNinja

Questo significa che il primo dispositivo Samsung con l’ultima versione di Oreo potrebbe essere il Galaxy Tab S4 e non il Galaxy Note 9; inoltre, nella lista di Geekbench, è stato rivelato la presenza di uno Snapdragon 835 SoC e 4GB di RAM. Il punteggio del tablet è simile a quello del Galaxy S8 con Snapdragon 835.

Apple chiede un miliardo di dollari di risarcimento a Samsung

Apple e Samsung torneranno in tribunale questa settimana per valutare i danni che Samsung dovrà pagare alla società di Cupertino per aver violato i brevetti di progettazione Apple. Samsung è stata dichiarata colpevole di aver violato i brevetti nel 2012, ma le due società hanno lottato circa la somma di denaro che il colosso coreano dovrebbe pagare come risultato degli ultimi sei anni.

Apple ha chiesto un risarcimento di un miliardo di dollari

Tuttavia, non è ancora chiaro se Samsung debba pagare i danni in base al valore totale del dispositivo o, invece, se debba pagare una commissione basata solo sugli elementi copiati del dispositivo.

Apple chiede un miliardo di dollari di risarcimento a Samsung %name TechNinja

Apple ritiene che il risarcimento dovrebbe basarsi sull’intero valore dell’iPhone, mentre Samsung sta sostenendo di dover pagare un importo inferiore, basato solo su di una parte del valore dell’iPhone.

Stanno cercando profitti sull’intero telefono.

ha affermato l’avvocato di Samsung, John Quinn.

I brevetti di design di Apple non coprono l’intero telefono, hanno diritto a profitti solo su componenti, non sull’intero telefono.

Ieri hanno avuto inizio le testimonianze; i principali dirigenti Apple, come Tim Cook e Jony Ive, non saranno testimoni durante il processo, ma Richard Howarth, direttore senior del team Apple Design, discuterà il processo di progettazione, mentre Susan Kare parlerà della progettazione grafica dell’interfaccia utente.

Greg Joswiak, vice presidente Apple del product marketing, è stato il primo a testimoniare ieri pomeriggio ed ha affermato che il design di iPhone è fondamentale per i prodotti Apple e che la società ha assunto un enorme rischio con il suo sviluppo.

Apple chiede un miliardo di dollari di risarcimento a Samsung %name TechNinja

Samsung chiede di limitare i danni a 28 milioni di dollari

Quando il verdetto della causa fu deciso originariamente nel 2012, a Samsung fu ordinato di pagare 1 miliardo di dollari, ma alla fine fu ridotto a “soli” 548 milioni di dollari.

Apple chiede un miliardo di dollari di risarcimento a Samsung %name TechNinja

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Di questi 548 milioni di dollari che Samsung ha pagato ad Apple nel 2015, 399 milioni di dollari sono stati stanziati per le violazioni dei brevetti sul design. Samsung, all’epoca, sosteneva di essere stato condannato a pagare una somma “sproporzionata” per la violazione del design e aveva presentato ricorso alla Corte Suprema per danni ridotti.

L’appello della società coreana ha avuto un certo successo e la Corte Suprema ha ordinato alla Corte di Appello degli Stati Uniti di rideterminare la quantità di denaro che Samsung dovrà risarcire ad Apple per la violazione del brevetto sul design e questo verrà valutato proprio nel processo che si sta svolgendo questa settimana.

Apple sta chiedendo un risarcimento di 1 miliardo di dollari perchè ritiene che Samsung abbia violato i brevetti milioni e milioni di volte; dall’altro canto, invece, la società coreana ha chiesto alla giuria di limitare i danni a 28 milioni di dollari.

Lo schermo OLED di iPhone X e ProMotion di iPad Pro vincono gli Industry Awards

SID, Society for Information Display, ha premiato gli schermi di iPad Pro ed iPhone X in occasione della Display Week di Los Angeles.

Apple ha vinto Display of the Year

Lo schermo OLED di iPhone X e ProMotion di iPad Pro vincono gli Industry Awards %name TechNinja

Gli schermi dell’iPad Pro, utilizzati nei modelli da 10.5 e 12.9 pollici, sono stati dichiarati “Display of the Year” e vengono forniti come esempio per mostrare i prodotti con i progressi tecnologici più significativi e le caratteristiche eccezionali. La tecnologia ProMotion del display ha vinto nella categoria grazie alla sua capacità di adattarsi tra 24 e 120 Hz ed offre la piena compatibilità con le tecnologie di visualizzazione 8K, grazie a luminosità, contrasto e gamma di colori senza pari.

iPad Pro e ProMotion

Nel comunicato si legge quanto segue:

LO SCHERMO DEL NUOVO IPAD PRO VANTA L’INNOVATIVA TECNOLOGIA PROMOTION DELL’AZIENDA, SVILUPPATA PER MIGLIORARE L’EFFICIENZA VISIVA. DISPONIBILI NELLE DIMENSIONI DA 10.5 E 12.9 POLLICI, ENTRAMBI I DISPOSITIVI OFFRONO LA STESSA DENSITÀ DI 264 PIXEL PER POLLICE (PPI) CORRISPONDENTE, RISPETTIVAMENTE, A 3.7 MILIONI E 5.7 MILIONI DI PIXEL.

OFFRONO FREQUENZE DI SCREEN-REFRESH VARIABILI DA 24 A 120 HERTZ (HZ) E SONO I PRIMI DISPLAY IN PRODOTTI CONSUMER MAINSTREAM A FARLO. IL REFRESH RATE DI 120-HZ SUPPORTA LO SCROLLING CON FLUIDITÀ, UN’ECCELLENTE RISPOSTA AL TOUCH CON DITA O L’APPLE PENCIL E LA FLUIDA RIPRODUZIONE DI CONTENUTI IN MOVIMENTO.

LA TECNOLOGIA DEL DISPLAY PROMOTION È POSSIBILE GRAZIE AD UNA NUOVA TECNOLOGIA DI TRANSISTOR A PELLICOLA SOTTILE (TFT) AD ALTE PRESTAZIONI E GRAZIE A NUOVE INGEGNERIZZAZIONI DI MATERIALI A CRISTALLI LIQUIDI E PROCESSI AVANZATI DI FOTOALLINEAMENTO DEI MATERIALI.

Lo schermo OLED di iPhone X e ProMotion di iPad Pro vincono gli Industry Awards %name TechNinja

iPhone X: visione a tutto schermo

All’interno di Display of the Year una categoria è stata dedicata a “nuove ed eccezionali applicazioni di un display, in cui lo schermo stesso non corrisponde necessariamente ad un nuovo dispositivo”; in questo contesto, iPhone X è stato celebrato come il primo della linea di prodotti a realizzare la visione di uno smartphone tutto schermo, senza la presenza di elementi fisici, tastiere o funzioni dedicate ai pulsanti. La rimozione del pulsante Home ha reso il display l’elemento principale di tutte le interazioni, consentendogli di fluire e occupare interamente il fronte dell’iPhone.

Lo schermo OLED di iPhone X e ProMotion di iPad Pro vincono gli Industry Awards %name TechNinja

Il display Super Retina da 5.8 pollici, con una densità di pixel di 458ppi, è stato definito dal comitato come il “primo pannello OLED in linea con lo standard impostato dalle precedenti generazioni di iPhone. Il comunicato riporta:

LO SCHERMO SUPER RETINA DA 5.8 POLLICI VANTA RISOLUZIONE DI 458 PPI ED È IL PRIMO PANNELLO OLED AD ALLINEARSI AGLI STANDARD IMPOSTAI DALLA PRECEDENTE GENERAZIONE DI IPHONE, OFFRENDO COLORI SENSAZIONALI, VERO NERO, CONTRASTO DI 1.000.000:1 E UN SUPERIORE MECCANISMO DI GESTIONE COLORE.

LO SCHERMO HDR SUPPORTA DOLBY VISION E HDR10, CHE, CONGIUNTAMENTE, CONSENTONO DI INNALZARE ULTERIORMENTE LA QUALITÀ DELL’IMMAGINE CON FOTO E CONTENUTI VIDEO.

IN AGGIUNTA, IL TRUE TONE IMPOSTA DINAMICAMENTE IL BIANCO […] PER UN’ESPERIENZA PIÙ NATURALE ED UNA VISUALIZZAZIONE DELLE IMMAGINI CHE APPAIONO NATURALI COME QUELLE SU CARTA

I premi considerano i prodotti disponibili per l’acquisto durante l’anno solare 2017 e sono stati decisi da un gruppo di esperti che hanno valutato i candidati “per il loro grado di innovazione tecnica ed importanza commerciale, oltre al loro potenziale impatto sociale positivo”.

Il Display Industry Awards riconoscerà i premiati durante un pranzo al Los Angeles Convention Center il 23 maggio, come parte della Display Week della Society for Information Display.

Facebook ha sospeso circa 200 applicazioni

Facebook ha sospeso circa 200 applicazioni a causa di un potenziale uso improprio dei dati degli utenti. La società ha detto che il processo di indagine è in pieno svolgimento, proprio come il CEO Mark Zuckerberg aveva promesso durante la recente audizione del Congresso sulla violazione della privacy da parte della società di analisi dei dati, Cambridge Analytica.

Facebook ha identificato app anomale

Reuters riporta che la compagnia ha identificato applicazioni anomale che accedevano a “grandi quantità di dati degli utenti”.

Facebook ha sospeso circa 200 applicazioni %name TechNinja

Non tutte le applicazioni sono colpevoli di aver violato la fiducia degli utenti. Di fatto, tutte quelle sospese sono in attesa di un’indagine approfondita per accertare se abbiano fatto davvero un uso improprio di dati.

Laddove troviamo prove che queste o altre app abbiano fatto un uso improprio dei dati, le metteremo al bando.

ha affermato l’azienda.

Il colosso di social networking si è impegnato ad informare gli utenti nel caso abbiano installato app che impropriamente utilizzavano i dati prima del 2015. Facebook ha messo al corrente i suoi utenti che c’è molto lavoro da fare per trovare tutte le applicazioni che possono aver abusato dei dati di Facebook e sarà necessario tempo.

Facebook ha sospeso circa 200 applicazioni %name TechNinja

Le app che abusano dei dati utenti verranno bandite da Facebook

Il social network intende indagare su tutte le applicazioni che hanno avuto accesso a grandi quantità di informazioni prima che la società cambiasse le sue politiche di piattaforma, nel 2014. Qualsiasi applicazione che dovessere rifiutare un controllo o che dovesse fallirlo verrà bandito dalla piattaforma di Facebook.

Significato Emoticon: una storia più vecchia del previsto

Chi di noi non ha mai aperto il browser del proprio computer o del tanto fidato smartphone col fine di cercare significato emoticon WhatsApp? Magari non tutti, ma la maggior parte degli utenti sicuramente sì. A rivelarlo sono direttamente le statistiche di Google, che mostrano come ogni mese decine e decine di migliaia di persone interroghino il noto motore di ricerca.

 

Questo perché negli ultimi anni le emoticon sono diventate sempre più utilizzate, anche nella vita di ogni giorno. Basti pensare che oggi non è per nulla strano vedere un’email nella posta in arrivo con un messaggio che contenga una faccina sorridente. Fino a poco tempo fa tutto ciò era impensabile. Chi si sarebbe mai sognato di inviare uno smile al proprio datore di lavoro o al proprio dottore?

Significato Emoticon: una storia più vecchia del previsto smiley emoticons history 3d forever 01 TechNinja

Penso proprio nessuno! Ma oggi le emoticon vengono utilizzate quasi come fossero dei sostitutivi della classica punteggiatura di un testo, con lo scopo di rafforzare quanto espresso nel messaggio scritto. Infatti la parola emoticon deriva dall’unione di due termini inglesi, più precisamente emotion e icon, che nell’ordine significano emozione ed icona, e servono ad esprimere un parere o un sentimento.

 

Era il 1982 quando Scott Fahlman, docente di informatica della Carnegie Mellon Univesity di Pittsburgh, propose per la prima volta nella storia la classica faccina sorridente che ora, molto probabilmente, viene usata milioni, se non miliardi di volte, ogni giorno. Non solo su smartphone ma anche su PC. A quel tempo però non era così semplice interpretare i messaggi scritti, quindi Fahlman suggerì l’uso di quello che divenne uno dei simboli più utilizzati nel mondo della comunicazione, lo smile.

 

Da quel momento le cose cambiarono davvero tanto. Nel bene o nel male? Questo ditecelo voi. Fatto sta che con la diffusione degli SMS l’utilizzo delle simpatiche faccine era moderato, anche perché se ricordate bene il numero dei caratteri per i messaggi di testo era limitato. Quindi, era necessario, prestare attenzione ad ogni singola parola o lettera che veniva scritta.

 

Si arrivò poi alla fine degli anni ’90, quando iniziarono a prendere piede i primi software di messaggistica istantanea e quando Shigetaka Kurita, che faceva parte del team di NTT DoCoMo (operatore telefonico giapponese), creò le emoji, i simboli pittografici che tuttora popolano le applicazioni e i social network più utilizzati, come WhatsApp e Facebook. Sia chiaro, emoji ed emoticon non sono sinonimi.

 

Come appena detto le prime sono dei pittogrammi, ovvero immagini che rappresentano stati d’animo, oggetti, luoghi, simboli e animali, mentre le seconde sono dei segni tipografici, cioè delle stilizzazioni grafiche di espressioni umane. Si può dedurre quindi che la differenza tra le due è decisamente marcata, anche se oggi la gran parte delle persone, per pura semplicità, ha scelto di impiegare quasi esclusivamente il termine emoticon.

 

Da quel lontano 1982 in cui Scott Fahlman ebbe l’idea della prima emoticon della storia la comunicazione si è largamente evoluta, così come il numero e la grafica delle emoticon messe a disposizione dalle varie applicazioni di messaggistica istantanea e dai social network. Pensate che ad esempio su WhatsApp si sono raggiunte le oltre 1000 emoji, ognuna con un significato diverso dall’altro. Voi siete soliti utilizzarle? Qual è quella che preferite?

Apple rilascia la quinta beta di iOS 11.4, macOS 10.13.5, tvOS 11.4 e watchOS 4.3.1 agli sviluppatori

Il codice beta è disponibile per il download dall’Apple Developer Center e tramite aggiornamenti over-the-air per gli sviluppatori registrati nel programma di test. In genere, le beta pubbliche di questi aggiornamenti vengono rilasciate pochi giorni dopo.

iOS 11.4 beta 5

Apple rilascia la quinta beta di iOS 11.4, macOS 10.13.5, tvOS 11.4 e watchOS 4.3.1 agli sviluppatori %name TechNinja

La quinta beta di iOS 11.4 ha il numero di build 15F5077a, mentre quella precedente utilizzava il numero di build 15F5071a.

ClassKit Framework

All’interno di iOS 11.4 è incluso ClassKit Framework, incentrato sull’educazione; grazie a Schoolwork, gli insegnanti potranno assegnare progetti all’interno di altre applicazioni. La nuova app, infatti, aiuta gli insegnanti a creare compiti, valutare i progressi degli studenti e a creare lezioni maggiormente coinvolgenti con l’utilizzo delle app.

Messaggi iCloud

Tra le funzioni presenti in iOS 11.4 è presente Messaggi su iCloud che sincronizza automaticamente tutti i messaggi e le eventuali modifiche apportate sui dispositivi in ??cui è stato effettuato l’accesso con il proprio ID Apple.

AirPlay 2

Un’altra implementazione è il supporto ad AirPlay 2; questa funzionalità consente agli utenti di condividere contenuti multimediali, come audio e video, in streaming. Sarà possibile diffondere la sorgente di streaming su più altoparlanti contemporaneamente; al momento, tuttavia, gli unici diffusori che supportano questo protocollo sono solo gli HomePod.

Beta 5 tvOS 11.4

La nuova beta di tvOS 11.4 ha il numero di build 15L5576a e, tra le novità, comprende la possibilità di riprodurre video con la frequenza dei fotogrammi originali.

Apple rilascia la quinta beta di iOS 11.4, macOS 10.13.5, tvOS 11.4 e watchOS 4.3.1 agli sviluppatori %name TechNinja

Beta 5 macOS High Sierra 10.13.5

La quinta beta di macOS High Sierra 10.13.5 ha il numero 17F70a; l’aggiunta principale a questo nuovo aggiornamento è il supporto per Messaggi in iCloud.

Business Chat

La Business Chat, una funzionalità che consentiva agli utenti di comunicare con le aziende tramite Messaggi e acquistare beni e servizi durante la conversazione, è stata inclusa come parte della release, così come le modifiche all’ordinamento dei segnalibri di Safari e una maggiore chiarezza sulla privacy e sui dati personali.

Beta 5 watchOS 4.3.1

La quinta beta di watchOS 4.3.1 ha il numero 15T5567a; tra le novità del nuovo aggiornamento vi sono la possibilità di controllare il volume e la riproduzione di contenuti su HomePod tramite Apple Watch. Inoltre, è stata reintrodotta la possibilità di controllare la riproduzione di musica su iPhone, un nuovo quadrante per Siri e altre novità minori.

Gmail offline con supporto per ricerca, archiviazione e composizione sta uscendo sul Web

Il nuovo Gmail è stato lanciato con una serie di nuove funzionalità il mese scorso e Google ha annunciato che ne sarebbero arrivare altre. Anche se Smart Compose potrebbe aver attirato tutta l’attenzione durante il Google I / O 2018, il supporto offline nativo è ora disponibile.

Supporto offline ora disponibile

La versione precedente di Gmail sul Web includeva anche funzionalità offline tramite un’app Gmail Offline di Chrome che ora gli utenti sono invitati a disinstallare. Con la recente riprogettazione, infatti, Google è stata in grado di creare questa funzionalità offline direttamente nell’app Web. Gli utenti possono ora scrivere, cercare ed eliminare / archiviare i messaggi anche quando non hanno connettività; le modifiche si sincronizzano non appena viene ripristinata una connessione Internet.

Gmail offline con supporto per ricerca, archiviazione e composizione sta uscendo sul Web %name TechNinja

Utilizzando Chrome 61 o versioni successive, è sufficiente recarsi su Impostazioni; qui viene visualizzata una nuova scheda “Offline” in cui gli utenti possono “Abilitare la posta offline”. In questo punto è possibile vedere quanta memoria Gmail sta utilizzando sul proprio computer, oltre ad impostare le “Impostazioni di sincronizzazione”.

Gli utenti possono decidere quanti giorni di messaggi scaricare; l’impostazione predefinita è 30, ma vi sono altre opzioni disponibili, tra cui 7 e 90 giorni. L’ultima impostazione è quella relativa alla Sicurezza e offre la possibilità di scegliere se Gmail deve conservare o rimuovere i dati offline sul proprio computer dopo aver effettuato il logout.

Gmail offline con supporto per ricerca, archiviazione e composizione sta uscendo sul Web %name TechNinja

Conservare i dati offline sul computer

I dati memorizzati sul dispositivo non verranno eliminati quando l’utente si disconnette dal proprio account Google o quando cambia la password. Per eliminare i dati dell’account dal dispositivo, è necessario disattivare la posta offline e salvare le modifiche.

Rimuovere i dati offline dal computer

I dati dovranno essere risincronizzati sul proprio computer quando si effettua di nuovo il login in Gmail. Potrebbero essere necessarie alcune ore per risincronizzare la casella postale.

OnePlus 6: alcune indiscrezioni ne mostrano la finitura ‘Mirror Black’

Questa settimana dovremmo assistere alla presentazione ufficiale dell’ultimo smartphone di OnePlus, OnePlus 6. Molte informazioni sono già trapelate e sono state confermate, ma fino ad ora non sono state fornite molte immagini di questo prossimo device. Fortunatamente, sono apparsi alcuni render che lasciano ben poco all’immaginazione.

Individuato per la prima volta da WinFuture, su Amazon Germany è stato visto OnePlus 6 nella sua finitura “Mirror Black”. Come precedentemente confermato, questo dispositivo avrà una montatura di vetro e la variante di colore nero sembra sorprendente in queste prime foto.

Render del presunto OnePlus 6

OnePlus 6: alcune indiscrezioni ne mostrano la finitura Mirror Black %name TechNinja

È interessante notare che OnePlus sembra offrire due diverse versioni di colore nero al momento del lancio, con l’opzione Mirror Black che abbraccia completamente il retro del vetro. Tuttavia, l’opzione “Midnight Black” sembra avere un rivestimento opaco di qualche tipo, anche se non è ancora molto chiaro.

I render offrono una visione chiara dei vari elementi che caratterizzano il design del telefono, incluso il display con tacche sul davanti; sul retro sono posizionate le fotocamere montate verticalmente, così come il flash ed il nuovo sensore di impronte digitali.

Le immagini confermano anche che OnePlus sta mantenendo il jack per cuffie su questo dispositivo É questa è una bella notizia.

Il prezzo base è di 519 euro

Le inserzioni Amazon (ora rimosse) menzionano anche i potenziali prezzi per questo dispositivo che ha un prezzo iniziale di 519 euro per il modello da 64 GB. Inoltre, l’elenco mostrava anche un modello da 128 GB al costo di 569 euro.

Non resta che aspettare la data del 16 maggio per scoprire cosa OnePlus avrà da offrire ai suoi fan.

iPhone SE 2 in arrivo a settembre?

Ultimamente, sono molte le indiscrezioni e i report che riguardano il presunto iPhone SE 2; tuttavia, il suo futuro è ancora incerto. A rendere le cose ancora più misteriose, oggi, è un reportage di Macotakara, proveniente dalla catena di montaggio.

iPhone SE 2 a settembre?

Prima di tutto, il rapport afferma che iPhone SE 2 non sarà lanciato fino a settembre di quest’anno. Le fonti della catena di montaggio qui citate affermano che la produzione di massa di iPhone SE 2 non è ancora iniziata, dal momento che Apple avrebbe deciso di rilasciarne una versione, insieme al suo aggiornamento per iPhone X entro la fine dell’anno.

iPhone SE 2 in arrivo a settembre? %name TechNinja

Questa notizia appare piuttosto intrigante, soprattutto dal momento che diversi documenti normativi, rivelati lo scorso mese, indicavano che la società di Cupertino aveva nuovi già nuovi iPhone pronti. Generalmente, questi documenti normativi arrivano un mese prima del rilascio e questo aveva suggerito che l’iPhone SE 2 sarebbe stato rilasciato a maggio o, forse, all’inizio di giugno.

Avrà il supporto FaceID

Per quanto riguarda il design, il rapporto afferma che Apple non ha “ancora preso una decisione definitiva” e sta ancora testando più prototipi; la società di Cupertino avrebbe testato un modello con “lo stesso formato di forma dell’attuale iPhone SE”, ma anche uno con un display da 6 pollici. Il rapporto continua, tuttavia, a notare che “tutti i prototipi” hanno due cose in comune, ovvero un notch design e il supporto per Face ID.

È difficile dire con certezza cosa stia dicendo questo rapporto; uno dei prototipi descritti sembra essere un iPhone SE 2 con lo stesso fattore di forma fisica del modello attuale, ma con la tacca nel pannello anteriore. Grazie al display edge-to-edge, il display apparirebbe leggermente più grande, pur mantenendo immutato l’ingombro complessivo.

Apple potrebbe essere al lavoro su due modelli differenti

L’altro modello sembra essere un iPhone SE 2 con un ingombro complessivo leggermente più ampio, con un display da 6 pollici e design edge-to-edge.

Tuttavia, queste fonti potrebbero anche confondere iPhone SE 2 con il prossimo modello di iPhone da 6.1 pollici; altri rapporti, infatti, hanno affermato che Apple ha in previsione di presentare un nuovo fattore di forma per iPhone che il modello con display LCD da 6.1 pollici.

In definitiva, la relazione di oggi dovrebbe essere con le pinze perchè le informazioni non sembrano molto chiare e le fonti sono discutibili.

I prossimi Moto C2 e C2 Plus si presentano interamente in nuovi render

Nuovi render rivelano che Motorola sta preparando due nuovi dispositivi Moto C2. Il marchio di proprietà di Lenovo ha lanciato i suoi primi dispositivi Moto C lo scorso anno, sotto forma di una normale variante accompagnata da un modello Plus, una strategia che la società sembra voler continuare anche nel 2018. I nuovi render ottenuti da 91mobil mostrano i prossimi Moto C2 e Moto C2 Plus.

Nuovi dispositivi per Motorola

I prossimi Moto C2 e C2 Plus si presentano interamente in nuovi render %name TechNinja

Come si può vedere nelle immagini, la seconda generazione della linea assomiglia molto alla serie dell’anno scorso, se non per pochi ma evidenti ritocchi nel design.

Questi due smartphone a basso costo saranno caratterizzati dai tradizionali pannelli 16: 9 con cornici spesse che li avvolgono. Entrambi gli smartphone dispongono di un altoparlante in-ear in alto, accanto ad una fotocamera selfie e ad un flash LED. Per quanto riguarda la lunetta inferiore, Moto C2 utilizza lo spazio per il marchio Moto, mentre il modello C2 Plus è dotato di uno scanner per impronte digitali di forma ovale e il nome Moto è collocato al di sopra del display.

Nessun pulsante capacitivo

Vale anche la pena notare che Motorola ha rimosso i pulsanti capacitivi visti nei device dello scorso anno, a favore di quelli di navigazione su schermo.

Passando ai pannelli posteriori, entrambi i dispositivi presentano design identici. Il guscio di plastica è dominato da un ampio modulo destinato alla telecamera circolare che contiene il sensore della fotocamera e quello che sembra essere un flash LED bicolore. Inoltre, sotto il modulo, c’è il logo di Motorola. Oltre a tutto questo, sul lato destro di entrambi i dispositivi, sono presenti sia un pulsante del volume che un pulsante di accensione; in alto, invece, é presente il jack da 3.5 mm per le cuffie.

Potrebbero essere disponibili sul mercato a luglio

Considerando che la formazione Moto C 2017 di Motorola è stata rivelata a maggio, sembra probabile che la formazione di quest’anno possa fare un’apparizione ufficiale entro la fine di giugno; sul mercato, invece, potrebbero arrivare a luglio.

Al momento, tuttavia, non vi sono ancora informazioni sulle specifiche dei due dispositivi.

Snapchat: modifiche all’interfaccia per placare gli utenti scontenti

Snapchat ha adattato la sua interfaccia iOS per placare un gran numero di utenti che si erano lamentati della recente riprogettazione.

Snapchat: un passo indietro per gli utenti!

Snap aveva presentato una radicale riprogettazione a novembre, con l’obiettivo di creare un’esperienza utente personalizzata più facile da navigare, soprattutto per i nuovi arrivati. tuttavia, il cambiamento non è piaciuto per nulla a molti utenti di vecchia data, tanto che 1.2 milioni di loro hanno firmato una petizione chiedendo alla società di tornare alle vecchie modifiche dell’interfaccia utente.

Snapchat: modifiche allinterfaccia per placare gli utenti scontenti snapchat redesigned redesign TechNinja

A febbraio, Snap ha risposto inizialmente al clamore riconoscendo che “il nuovo Snapchat è stato un disagio per molti”, ma non è andato oltre a rassicurare gli utenti perché, alla fine, si sarebbero dovuti adattare ai cambiamenti.

Tuttavia, sembra che la società abbia ora deciso di ripristinare almeno alcuni degli aggiustamenti originariamente apportati come parte della riprogettazione dello scorso anno. Ad esempio, gli snap e le chat sono tornati ad apparire in ordine cronologico, mentre le storie degli amici sono tornate nella loro posizione originale sul lato destro dell’interfaccia.

Snapchat: modifiche allinterfaccia per placare gli utenti scontenti snapchat hero image 0 TechNinja

Snapchat torna ad aprirsi in modalità fotocamera

Allo stesso modo, Snapchat ora si apre in modalità fotocamera, come faceva prima della riprogettazione; gli utenti possono nuovamente scorrere verso sinistra per visualizzare i post degli ultimi amici. Le modifiche arrivano in un aggiornamento dell’app iOS che la società dice di stare attualmente distribuendo agli utenti.

Snap ha originariamente apportato le modifiche per attirare un pubblico più ampio e ampliare la sua base di utenti, nella speranza di respingere la minaccia di invasione di rivali come Facebook e Instagram, di proprietà di Facebook.

Tuttavia, i guadagni del primo trimestre della società suggeriscono che questa strategia, almeno fino ad ora, non è riuscita a incrementare i guadagni; Snap ha guadagnato meno denaro per utente, nonostante abbia aumentato la propria base di utenti globali di circa quattro milioni rispetto al trimestre precedente.

MIGLIORI GADGET TECH

GUIDE

SEGUICI SUI SOCIAL

92FansMi piace
0FollowerSegui
3,694FollowerSegui
1,354IscrittiSottoscrivi