Home Blog

Samsung S9 potrebbe essere presentato a febbraio

Pronto o no, Samsung Galaxy S9 sta arrivando. Secondo un rapporto di Bloomberg, infatti, il prossimo smartphone Android del colosso dell’elettronica coreana potrebbe essere annunciato a febbraio.

Galaxy S9

Samsung S9 potrebbe essere presentato a febbraio lazy placeholder TechNinja

Le indiscrezioni su questo device sono tante, ormai; alcune voci sostengono che Samsung possa rivelare il Galaxy S9 al CES a gennaio, invece che al suo evento “Unpacked” di qualche mese dopo. Ma sembra che questo non accadrà. Tuttavia, Samsung potrebbe svelare un altro device al CES, forse il tanto atteso Galaxy X pieghevole.

Samsung presenterà due modelli

Il rapporto di Bloomberg afferma che Samsung dovrebbe presentare due versioni del Galaxy S9, un S9 regolare e un S9 più grande, così come è capitato negli ultimi due anni con i modelli S7 e S8.

Secondo quanto riferito, gli smartphone verranno forniti con fotocamere potenziate e potrebbero essere lanciati già a marzo. Al momento, non ci sono nuove informazioni, ma in passato le voci sulle caratteristiche di questo device sono state numerose.

Samsung S9 potrebbe essere presentato a febbraio lazy placeholder TechNinja

Le voci suggeriscono che i nuovi device saranno molto simili agli S8 e S8 +; questo potrebbe deludere gli utenti che si aspettano una riprogettazione completa.

Schermo edge-to-edge

Il nuovo Galaxy S9 potrebbe essere dotato di uno schermo che si estende fino alla base del telefono, come iPhone X, ma con una cornice sottile posta sulla parte superiore per ospitare la fotocamera frontale, il sensore IR, lo scanner dell’iride ed altri.

Il famoso concept artist 3D Benjamin Geskin ha mostrato come potrebbe essere un device simile.

Il mese scorso, un file CAD 3D di un dispositivo etichettato come Galaxy S9, era trapelato online. L’immagine mostrava un telefono con due fotocamere allineate verticalmente ed un sensore di impronte digitali posto subito sotto. Naturalmente, c’è anche la possibilità che il nuovo device di Samsung non abbia nemmeno un sensore di impronte digitali.

Samsung S9 potrebbe essere presentato a febbraio lazy placeholder TechNinja

Il nuovo Galaxy S9 potrebbe avere anche le altre seguenti caratteristiche:

  • Chipset Snapdragon 845 o Exynos 9810 (oppure entrambi);
  • Display Super AMOLED da 5.8 pollici e 6.2 pollici migliorati;
  • Sensore 3D più avanzato per il riconoscimento facciale.

Le informazioni sono davvero tante, ma nessuna di queste è ancora stata confermata; di certo, sarà un device in grado di competere con iPhone X.

L’analista di Wall Street afferma che le vendite di iPhone X sono al di sotto delle aspettative

L’analista Karl Ackerman, della compagnia Cowen & Co. di Wall Street, ha scritto una nota ai clienti in cui afferma che la domanda iniziale di iPhone X di Apple è stata inferiore alle aspettative iniziali:

La domanda iniziale di iPhone X è stata inferiore alle aspettative iniziali poiché gli utenti sembrano gravitare verso i precedenti modelli di iPhone. 

L’analista ha aggiunto che tutti e tre i modelli di iPhone 2017, ovvero i nuovi iPhone 8, iPhone 8 Plus e iPhone X, stanno vendendo sufficientemente bene, anche se le vendite non sono abbastanza forti per dire che Apple è nel bel mezzo di un superciclo.

Vendite iPhone X

Lanalista di Wall Street afferma che le vendite di iPhone X sono al di sotto delle aspettative lazy placeholder TechNinja

Ackerman stima che nell’attuale periodo di tre mesi che termina questo dicembre, che rappresenta il primo trimestre fiscale 2018 di Apple, il gigante della tecnologia spedirà 79 milioni di unità iPhone. Questo sarebbe un leggero guadagno rispetto al record di 78.29 milioni consegnato durante il primo trimestre fiscale del 2017. Per il secondo trimestre fiscale 2018 di Apple, invece, quello che va da gennaio a marzo, l’analista si aspetta di vedere una spedizione di 56 milioni di telefoni iPhone rispetto a 51.2 milioni spediti lo stesso trimestre dell’anno scorso.

Non sono abbastanza forti

Apple potrebbe stabilire un nuovo record per le spedizioni di iPhone durante il trimestre corrente; secondo alcuni rapporti, infatti, le vendite non sono così basse come potevano sembrare all’inizio. iPhone 8 e iPhone 8 Plus stanno avendo un grande successo tra gli utenti e questo potrebbe Apple ad avere un record di vendite. Dovremo attendere i risultati del 30 gennaio 2018, quando Apple dovrebbe annunciare i risultati del trimestre in corso.

Un giorno dopo aver aggiunto una funzionalità esclusiva per Windows Phone beta, WhatsApp l’ha disabilitata

Giovedì, WhatsApp ha distribuito un aggiornamento per la versione beta di Windows Phone dell’applicazione di messaggistica. L’aggiornamento, che porta il numero di versione 2.17.342.0, includeva un’interessante funzionalità che consente a chi è coinvolto in una chat di gruppo di rispondere ad un messaggio in privato, ad un membro del gruppo stesso. Al destinatario si apriva automaticamente una finestra di chat, con incluso il messaggio dal gruppo a cui il mittente stava rispondendo in modo privato. Già disponibile sulla versione web di Windows 10 di WhatsApp, la nuova funzione non era ancora disponibile nella versione iOS o Android dell’applicazione.

Aggiornamento WhatsApp per Windows Phone beta

Un giorno dopo aver aggiunto una funzionalità esclusiva per Windows Phone beta, WhatsApp lha disabilitata lazy placeholder TechNinja

Tuttavia, WhatsApp regala e WhatsApp toglie! Infatti, un successivo aggiornamento, rilasciato venerdì (la versione 2.17.344) ha rimosso la possibilità di inviare messaggi privati ??a qualcuno che partecipa a una chat di gruppo. Al momento, non sembra essere stata dichiarata nessuna motivazione in merito.

Nuove funzionalità

Altre caratteristiche dell’aggiornamento originale, che non sono state eliminate dalla versione beta, includono un nuovo design per le chiamate, una modalità per passare rapidamente da una chiamata vocale ad una videochiamata e l’aggiunta di “Impostazioni avanzate di gruppo”. Con quest’ultima caratteristica, un amministratore può modificare l’argomento e l’icona del gruppo, bloccare i messaggi e disabilitare la chat.

Non è ancora chiaro se la caratteristica scomparsa farà ritorno a breve sulla piattaforma beta di Windows Phone; inoltre, non è nemmeno noto se possa farsi strada anche su dispositivi con iOS e Android.

Face ID: disavventura in Cina!

Solitamente, la prima domanda che la maggior parte delle persone chiede quando incontrano qualcuno che maneggia il nuovo iPhone X di Apple è “Come funziona Face ID?”  Nonostante lo schermo edge-to-edge e le cornici molto sottili, sembra che il riconoscimento del volto sia la caratteristica più interessante del modello del decimo anniversario. Ebbene, questa domanda in Cina potrebbe avere una risposta negativa, soprattutto se viene rivolta alla signora Yan.

Face ID qualche problema

Yan ha acquistato iPhone X e installato il sistema di riconoscimento facciale Face ID, ma solo per scoprire che una sua collega era in grado di sbloccare iPhone ogni volta. La donna, quindi, ha chiamato il supporto Apple e ha raccontato la sua storia, tra persone incredule; poi, ha preso il telefono e ha mostrato come la collega fosse in grado di sbloccarlo, anche se il suo volto non è stato utilizzato nella configurazione di Face ID.

Face ID: disavventura in Cina! lazy placeholder TechNinja

Dopo aver mostrato che il suo iPhone X non funzionava correttamente, lo staff del Genius Bar è arrivato alla conclusione che la videocamera TrueDepth non funzionava correttamente. Così, le è stato concesso un rimborso che ha prontamente utilizzato per acquistare un altro iPhone X.

Funzionamento non corretto di TrueDepth?

Tuttavia, anche questa seconda unità ha permesso alla collaboratrice di Yan di sbloccare il telefono. Apple Store le ha offerto un secondo rimborso, ma non è chiaro se la signora lo abbia utilizzato per acquistare un terzo iPhone X.

Secondo quanto dichiarato da Apple, esiste solo una possibilità su un milione che un’altra persona possa sbloccare un iPhone X configurato con Face ID, ma in Cina sembra che questo record sia stato superato per due volte consecutive.

Apple ha chiuso le firme di iOS 11.1.2 e tvOS 11.1, rendendo impossibile il downgrade

Come se le circostanze relative all’attuale situazione di jailbreak non fossero già abbastanza gravi, Apple ha chiuso le firme di iOS 11.1.1, iOS 11.1.2 e tvOS 11.1.

Questo significa che ora non è più possibile tornare ad iOS 11.1.2 o a versioni precedenti effettuando il downgrade; quindi, anche chi utilizza già iOS 11.1.2 e lo desidera mantenere, dovrà stare attento a non aggiornare accidentalmente il sistema operativo.

Firme chiuse

Per Apple questa è ormai una consuetudine; bloccare le firme a poche settimane dal lancio di un nuovo firmware, infatti, costringe gli utenti ad aggiornare al sistema operativo più nuovo e consente di mantenere i dispositivi più sicuri. Inoltre, è anche una misura per contrastare il jailbreak che, spesso, richiede versioni firmware precedenti senza patch.

Apple ha chiuso le firme di iOS 11.1.2 e tvOS 11.1, rendendo impossibile il downgrade lazy placeholder TechNinja

Attualmente, quindi, iTunes indirizza chiunque a ripristinare il proprio dispositivo per l’aggiornamento a iOS 11.2.1. D’altra parte, è ancora possibile installare iOS 11.2 usando Option + Click su Mac (Shift + Click su Windows) quando si ripristina il dispositivo.

Maggiore sicurezza

I frequenti aggiornamenti software rendono la vita più difficile agli hacker che faticano a tenere il passo; di conseguenza, diventa un lavoro di routine aggiornare e rilasciare nuovi strumenti di jailbreak con la stessa frequenza con cui Apple aggiorna iOS.

Sebbene Apple non stia più firmando iOS 11.1.2 e tvOS 11.1, quelli che lo eseguono non saranno costretti ad aggiornare a iOS 11.2.1; tuttavia, potrebbe essere saggio disabilitare l’aggiornamento Over the Air per prevenire aggiornamenti accidentali ed assicurarsi di tenere a portata di mano un dispositivo potenzialmente jailbrakable per il futuro.

 

Attualmente, sviluppatori e beta tester pubblici hanno a disposizione iOS 11.2.5 in versione beta.

E’ questo il segreto Surface notepad di Microsoft?

Si dice che Microsoft stia lavorando su un dispositivo pieghevole simile ad un blocco note, proprio come il concept Courier della compagnia. Un brevetto, presentato all’inizio di quest’anno, aveva già fornito una descrizione di questo dispositivo, ma questa settimana è emerso un nuovo brevetto che mostra molti più dettagli. Il brevetto fa riferimento a un dispositivo incernierato ed è stato registrato da ingegneri Microsoft Surface responsabili della creazione di varie cerniere e dispositivi Surface, appunto.

E questo il segreto Surface notepad di Microsoft? lazy placeholder TechNinja

Surface notepad

Il dispositivo sembra avere due schermi separati e sezioni che si piegano insieme o piatte, proprio come lo Yoga Book di Lenovo. Le immagini mostrano anche come il misterioso dispositivo potrebbe capovolgersi. Anche se non ci sono molti dettagli sul tipo di software incluso in un dispositivo di questo tipo, il deposito di Microsoft include molti e complessi dettagli su come funziona la cerniera. Sembra che Microsoft utilizzi parti simili ad ingranaggi per creare questa cerniera regolabile, consentendo al dispositivo di rimanere in posizioni diverse.

E questo il segreto Surface notepad di Microsoft? lazy placeholder TechNinjaIl dispositivo ha una cerniera unica

Nell’archivio vengono forniti alcuni esempi di utilizzo, inclusa un’interfaccia utente che si estende su entrambi i display con un intervallo molto piccolo. Una tastiera virtuale e un trackpad sono visualizzati anche su di una sezione, mentre l’altra ha una trasmissione meteorologica in esecuzione. Alcuni rapporti precedenti hanno suggerito che questo dispositivo potesse includesse due schermi che si piegano come un libro ed una stilo per prendere appunti. Inoltre, altre indiscrezioni hanno riferito che Microsoft starebbe anche lavorando su di un’applicazione per notebook dedicata, in grado di imitare la scrittura come in un vero blocco note.

Potrebbe avere una stilo

Nessuna delle immagini del brevetto in deposito mostra una stilo assieme al dispositivo; i disegni, infatti, sembrano molto focalizzati su quella che sembra una cerniera unica.

E questo il segreto Surface notepad di Microsoft? lazy placeholder TechNinja

Non è chiaro se un dispositivo del genere potrà mai arrivare sul mercato. Microsoft, in precedenza, ha giocato con l’idea di un Surface Mini, ma il CEO Satya Nadella ha annullato il progetto poche settimane prima che venisse svelato.

In vista del lancio di Surface Studio di Microsoft, il produttore di software ha depositato i brevetti per un PC all-in-one identico all’hardware che alla fine ha svelato. Se Microsoft si sta davvero preparando a lanciare un nuovo dispositivo mobile, queste immagini brevettate potrebbero darci un primo sguardo su ciò che ha in programma.

Galaxy S9 potrebbe essere lanciato al MWC 2018

I nuovi Galaxy S8 e Galaxy S8 + non sono stati svelati al Mobile World Congress; il 29 marzo, infatti, Samsung ha organizzato un evento separato per il lancio dei due device, a New York. Di conseguenza, si potrebbe pensare ad un evento separato anche per i prossimi Galaxy S9 e S9+, ma le cose potrebbero andare in modo diverso. Secondo un nuovo rapporto proveniente dalla Corea del Sud, infatti, Samsung lancerà il Galaxy S9 al MWC 2018.

Data di lancio di Galaxy S9

Galaxy S9 potrebbe essere lanciato al MWC 2018 lazy placeholder TechNinja

Il Mobile World Congress 2018 si svolgerà dal 26 febbraio al 1 marzo a Barcellona. Samsung ha utilizzato questo palco anche in passato per svelare nuovi telefoni, quindi potrebbe non essere una sorpresa vedere un’eventuale lancio del nuovo Galaxy S9.

Potrebbe essere presentato il 26 febbraio

Galaxy S8, dopo il lancio, era stato rilasciato ufficialmente a metà aprile; secondo quanto riferito, Samsung sta per lanciare il Galaxy S9 e il Galaxy S9 + al MWC 2018 perché vuole avere il portatile sugli scaffali entro la metà di marzo. Rilasciandolo un mese prima del suo predecessore, infatti, consentirà alla società di offrire al pubblico un’altro flagship che potrebbe essere preso in considerazione al posto di iPhone X.

Galaxy S9 potrebbe essere lanciato al MWC 2018 lazy placeholder TechNinja

Come mostrato nell’immagine qui sopra, il device potrebbe vedere la luce, secondo la data locale, il 27 febbraio (ovvero, la sera del 26 febbraio a Barcellona). Alcuni rapporti suggeriscono addirittura che Samsung voglia lanciare il device prima del MWC 2018.

Samsung non ha ancora confermato alcuna notizia riguardo ai suoi piani di lancio, quindi, al momento, queste sono solo voci di corridoio.

iPhone 8: vendite incredibili ad ottobre!

Il lancio dei nuovi iPhone 8 e iPhone 8 Plus non sembrava partito molto bene, nonostante Tim Cook si sia dimostrato, fin da subito, soddisfatto. Inoltre, l’attesa per l’arrivo posticipato di iPhone X non ha migliorato la già precaria situazione. Tuttavia, i dati di vendita di ottobre svelano che iPhone 8 sta dominando le vendite di smarpthone nel mondo; Apple recupera sempre più terreno e anche i modelli iPhone 6 e iPhone 7 vendono più di Galaxy S8 di Samsung.

Apple: successo di vendite

iPhone 8: vendite incredibili ad ottobre! lazy placeholder TechNinja

I dati mostrati qui sopra, provenienti dal grafico di Counterpoint, mostrano come Apple continui a dominare le vendite degli smartphone di fascia alta, ovvero da 400 dollari in su; inoltre, ad ogni lancio di mercato di un nuovo iPhone, vengono erose anche alcune quote di mercato di fascia media, dove primeggiano Vivo e Oppo.

iPhone 8 e iPhone 8 Plus sono i terminali più venduti nel pianeta con una percentuale, rispettivamente, del 4.6% e del 4.0%, seguiti a grande distanza dal nuovo Galaxy Note 8 di Samsung, con una percentuale del 2.4%. Al quarto posto si classifica Galaxy S8 Plus, con una piccola percentuale dell’1.5%. Incredibilmente, iPhone 7 e, l’ormai datato, iPhone 6 sono in classifica con una percentuale dell’1.2%.

iPhone 8 domina il mercato

È interessante notare come il vecchio iPhone 6 di Apple sia ancora incredibilmente popolare ed è ancora più incredibile il fatto che abbia venduto più del nuovo R11 di Oppo, caratterizzato da due fotocamere da 20 MP.

Nonostante un inizio non proprio promettente, Apple si è rivelato essere, ancora una volta, il leader del settore nel mercato degli smartphone; questo lo si vede anche dal fatto che la concorrenza (ad eccezione di Samsung) sta cercando, in tutti i modi, di prendere spunto dall’ormai famoso FaceID.

Quale smartphone acquistare: iOS, Android o Windows?

Sia che si tratti della prima o dell’ennesima volta, quando arriva il fatidico momento di dover acquistare un nuovo dispositivo mobile sorgono sempre migliaia di dubbi su quale smartphone acquistare. iOS, Android o Windows? Economico o Premium? Tanti sono gli interrogativi da porsi per compiere la giusta scelta. Nel seguente articolo abbiamo raccolto i nostri consigli migliori su come acquistare il migliore smartphone in funzione delle proprie esigenze e priorità.

Se fino a qualche anno fa, il numero di smartphone in circolazione era piuttosto limitato, oggi sono sempre più i brand di dispositivi mobili sul mercato. I nostri consigli su quale smartphone acquistare vertono principalmente su alcune ma essenziali caratteristiche che il telefono deve assolutamente possedere. Parliamo di sistema operativo, dimensioni e connettività, senza tuttavia dimenticare il fattore economico.

Quale smartphone acquistare: fasce di prezzo

Partiamo subito dalla nota più dolente inerente uno smartphone, ovvero quanto bisogna realmente spendere per ottenere i migliori smartphone disponibili sul mercato. Premettendo che le fasce di prezzo siano essenzialmente tre, bassa, media e alta, acquistare un nuovo smartphone può richiedere tra i 50 e i 1000 euro di investimento (leggi anche a tal proposito l’articolo di Tindaro Battaglia smartphone con migliori fotocamere  per farti una idea di come, ad esempio, la sola fotocamera possa incidere sul prezzo finale di uno smartphone).

Logicamente la scelta della fascia di prezzo è legata principalmente alla disponibilità economica, anche se comunque è possibile optare per qualche generazione precedente per ottenere hardware avanzati ad un prezzo più basso.

Quale smartphone acquistare: iOS, Android o Windows? lazy placeholder TechNinja

Fascia Alta

I modelli di fascia alta sono generalmente dotati di un display ampio, ultra HD dai colori fedeli e ottimi angoli di visione. Inoltre, essi includono specifiche di ultima generazione in quanto a componenti hardware, quali lettore di impronte digitali o scanner facciale, ricarica rapida e impermeabilità.

Fascia Media

Se state invece pensando a quale smartphone acquistare in fascia media, bisogna sapere innanzitutto che questi dispositivi richiedono un investimento di circa 400 euro e mettono a disposizione display discreti, una lunga durata della batteria e fotocamere da fare invidia alle compatte più costose. Detto questo, questi modelli sono più limitati sia dal punto di vista dei materiali, policarbonato al posto di metallo o vetro, sia per quanto riguarda le funzionalità.

Fascia Bassa

Nonostante in questa fascia rientrino dispositivi anche al di sotto dei 100 euro, il nostro consiglio è quello di rimanere almeno tra i 150 e i 200 euro di prezzo. Gli smartphone di questa fascia di prezzo presentano diverse funzionalità basilari, ma essendo mancanti in termini di processori e sistemi operativi, è possibile possano bloccarsi nell’eseguire giochi o applicazioni più pesanti.

Quale smartphone acquistare: sistema operativo

Il sistema operativo è il software che alimenta ogni smartphone. Esso costituisce il menu del telefono e contiene tutte le applicazioni eseguibili. Il suo ruolo principale è quello di consentire all’utente di interagire con il proprio dispositivo, perciò risulta importante la sua facilità di utilizzo. Esistono tre principali SO tra cui scegliere: iOS, Android e Windows.

iOS

Tutti i dispositivi mobili di Apple, gli iPhone per intenderci, utilizzando esclusivamente iOS come sistema operativo, a differenza di Android, ricreando la medesima esperienza d’uso su ogni modello di iPhone. Tuttavia, con il rilascio ogni anno di nuovi aggiornamenti importanti, alcuni di questi modelli potrebbero non essere in grado di supportare le ultime versioni, ad esempio, iOS 11, l’ultima release importante, è supportata da iPhone 5 in poi, escludendo le precedenti generazioni.

Quale smartphone acquistare: iOS, Android o Windows? lazy placeholder TechNinja

  • PRO: I punti di forza di iOS sono sicuramente la facilità di utilizzo e i continui aggiornamenti per migliorare la sicurezza e risolvere i bug di sistema che possono compromettere la funzionalità dell’iPhone. Esso possiede anche un App Store ricco di applicazioni adatte ad ogni esigenze e soprattutto libere da qualsiasi tipo di frode.
  • CONTRO: Pur offrendo un sistema operativo completo e semplice da usare, gli smartphone di Apple sono i più costosi sul mercato. Tuttavia, se non si è particolarmente ossessionati dal volere possedere l’ultima versione, è possibile trovare offerte più economiche per i modelli meno recenti. Oltre al prezzo, la seconda nota dolente degli iPhone è l’impossibilità di ampliare lo spazio di archiviazione a disposizione, il quale è limitato a quello di fabbrica.

Android

Android è il sistema operativo sviluppato da Google e rappresenta il principale sistema operativo degli smartphone in circolazione, utilizzato da marchi come Samsung, LG e HTC, oltre ad altre aziende emergenti come Huawei, OnePlus e Wileyfox. Android ha un aspetto differente a seconda del produttore di smartphone, ma la sua architettura di base è la medesima.

Quale smartphone acquistare: iOS, Android o Windows? lazy placeholder TechNinja

  • PRO: Pur essendo più complicato di iOS, si tratta di un software generalmente facile da usare, estremamente personalizzabile e con accesso ad una vasta gamma di applicazioni e giochi scaricabili dal Google Play Store. Essendo il principale SO in circolazione, è possibile trovare tanti smartphone tra cui scegliere indipendentemente dal budget a disposizione.
  • CONTRO: In passato, Android si è rivelato più vulnerabile agli attacchi rispetto ai dispositivi Apple. Tuttavia, questo aspetto sta cominciando a cambiare, grazie alle più accurate fasi di verifica e patch di sicurezza adottate da Google prima di rilasciare una nuova applicazione sul proprio Play Store. La seconda nota negativa di questo software è la mancanza di aggiornamenti frequenti, eccetto che per il Pixel 2, a cui alcuni dispositivi non possono nemmeno accedere.

Windows

Pur non essendo allo stesso livello di popolarità di Android e iOS, Windows quella fascia di mercato più economica e più ricercata in ambiente lavorativo.

  • PRO: Microsoft offre una vasta gamma di telefoni dalle buone funzionalità e al temo stesso dai prezzi convenienti, con la possibilità di acquistarne uno per circa 150 euro. I dispositivi Windows sono completamente compatibili con i computer portatili e i PC desktop Windows, ottimi per continuare un attività passando da un device all’altro.
  • CONTRO: Pur trattandosi di un valido sistema operativo, la mancanza di applicazioni curate è di certo la più grande pecca di questi dispositivi. Detto questo, le applicazioni più importanti come Facebook o Google Maps sono altresì disponibili.

Quale smartphone acquistare: iOS, Android o Windows? lazy placeholder TechNinja

Quale smartphone acquistare: connettività

I migliori smartphone sul mercato utilizzano reti mobili a banda larga per svolgere le numerose funzionalità a disposizione. L’ultimo servizio Internet per dispositivi mobili più veloce è il 4.5G, anche se la maggior parte dei dispositivi si basano ancora sul 4G o LTE.

Tuttavia, alcuni degli smartphone economici non supportano ancora questa tecnologia e si basano su rete 3G, che pur essendo piuttosto veloce, a seconda della copertura a disposizione, non consente di navigare come su un dispositivo premium. Il nostro consiglio prima di scegliere quale smartphone acquistare è quello di verificare sia presente almeno la connettività 4G.

Per quanto riguarda le restanti connessioni, ormai tutti gli smartphone sul mercato possiedono modulo Wi-Fi e Bluetooth, mentre pochi sono quelli che sono dotati di chip NFC per l’interazione con periferiche compatibili, come POS o distributori automatici.

Quale smartphone acquistare: dimensioni

Con il passare degli anni, gli smartphone stanno diventando sempre più grandi, con gli ultimi modelli di fascia alta da 5.5 pollici in su, tra cui ricordiamo il Samsung Galaxy Note 8 e l’iPhone 8 Plus. Mentre, questi dispositivi sono molto comodi per guardare video e magiare sul web, le loro dimensioni potrebbero non essere adatte a tutte le persone. Alcuni utenti li possono trovare troppo ingombranti e scomodi da utilizzare, vertendo di conseguenza verso device comodi da usare con una sola mano.

Il modo migliore per scoprire quale sia la dimensione adatta è quella di testare con mano i dispositivi in negozio. Di certo consigliamo a chi ha le mani piccole di optare per smartphone da 4-5 pollici, nonostante esistono valide soluzione software per sopperire alle dimensioni elevate.

Quale smartphone acquistare: impermeabilità

Tra le tante novità introdotte sugli smartphone di ultima generazione, la certificazione IP67 o IP68 è sicuramente l’aspetto più apprezzato dagli utenti. Di certo uno smartphone impermeabile offre maggiore tranquillità al proprietario, in quanto consente di immergerlo in acqua per diversi minuti senza che si verifichi alcun tipo di danno da liquidi. Sempre più modelli offrono resistenza all’acqua, ma in genere si tratta degli smartphone più costosi.

Nonostante si possa pensare possa essere un aspetto univoco per tutti gli smartphone, in realtà alcuni telefoni presentano più resistenza rispetto ad altri. Ad esempio, gli iPhone 7 e 7 Plus possono sopravviene all’immersione in un metro di acqua per un massimo di 30 minuti, mentre i Galaxy S7 e S7 Edge resistono fino a 1 metro e mezzo di altezza nello stesso lasso di tempo.

È comunque interessante notare come si stiano espandendo sempre di più i modelli di fascia media dotati di impermeabilità. Il Samsung Galaxy A3 e A5, ad esempio, includono entrambi protezione IP68, rendendoli impermeabili all’acqua come i top di gamma della serie S. Questa aspetto li rende migliori di costosi modelli premium e di dispositivi che non sono affatto resistenti all’acqua, come il Google Pixel.

Quale smartphone acquistare: sotto i 200 euro

Honor 6A

Quale smartphone acquistare: iOS, Android o Windows? lazy placeholder TechNinja

Rilasciato a febbraio 2017, Honor 6A è un ottimo smartphone Android entry level, capace di soddisfare anche l’utenza più esigente. Questo telefono offre un display da 5 pollici touch screen di buona risoluzione, anche se non particolarmente efficiente. L’elemento di forza di questo dispositivo è sicuramente il comparto fotografico, dove troviamo una fotocamera da 13 megapixel capace di scattare bellissime immagini.

A dare potenza all’Honor troviamo un processore Qualcomm Snapdragon 430 Octa-Core e 3 GB di RAM. La memoria interna parte da 32 GB ma può essere espansa grazie al comodo slot per la Micro SD fino ad un massimo di 128 GB. Per quanto riguarda il comparto connettività, troviamo tutto quello che si può richiedere da uno smartphone di fascia bassa, cioè LTE 4G, Wi-Fi e GPS. Presente anche sensore per le impronte digitali. Batteria da 3020 mAh con 363 ore di autonomia in standby.

SCOPRI OFFERTA SU AMAZON

SCOPRI OFFERTA SU EBAY

SCOPRI OFFERTA SU TROVAPREZZI

SCOPRI OFFERTA SU KELKOO

Motorola Moto G5

Quale smartphone acquistare: iOS, Android o Windows? lazy placeholder TechNinja

Come l’Honor anche il Motorola Moto G5 ha fatto il suo debutto durante il febbraio 2017 e da questo riprende molte caratteristiche hardware. Partiamo dal display, un touch screen da 5 pollici che offre una qualità risolutiva migliore da 1920×1080 pixel. Il cuore del dispositivo è costituito da un processore Qualcomm Snapdragon 430 Octa-Core e 2 GB di RAM.

Lo spazio di archiviazione interno parte da 16 GB di base, con possibilità di espansione fino a 128 GB. Per quanto riguarda la connettività, il Moto G5 offre modulo LTE 4G per navigazione ultra veloce, nonché Wi-Fi e GPS. Ma l’elemento di spicco del device è sicuramente la fotocamera da 13 megapixel che oltre a scattare ottime foto può registrare bellissimi video in 1080p. La batteria è da 1800 mAh e offre potenza per tutto il giorno.

SCOPRI OFFERTA SU AMAZON

SCOPRI OFFERTA SU EBAY

SCOPRI OFFERTA SU TROVAPREZZI

SCOPRI OFFERTA SU KELKOO

Xiaomi Redmi 4x

Quale smartphone acquistare: iOS, Android o Windows? lazy placeholder TechNinja

Rilascio ad inizio anno 2017, il Redmi 4x è uno smartphone prodotto da Xiaomi con sistema operativo Android e interfaccia grafica personalizzata. Dotato di un display da 5 pollici touch screen di buona risoluzione, questo dispositivo offre tutto quello che ci si potrebbe aspettare da uno smartphone di fascia bassa, tra cui connettività LTE, Wi-fi e GPS. Rispetto ai competitor della stessa classe, il Redmi 4x presenta un comparto fotografico da fare invidia a molti altri dispositivi di fasce superiori.

La fotocamera ha un obiettivo da ben 13 megapixel che gli consente di scattare ottime foto e registrare video in FullHD. Ad alimentare le sue funzioni troviamo un chip Qualcomm Snapdragon 435 Octa-Core e 3 GB di RAM. La memoria interna è di 32 GB, espandibile fino a 128 GB con MicroSD. Altro punto di forza è sicuramente la batteria, ben 4100 mAh.

SCOPRI OFFERTA SU AMAZON

SCOPRI OFFERTA SU EBAY

SCOPRI OFFERTA SU TROVAPREZZI

SCOPRI OFFERTA SU KELKOO

Quale smartphone acquistare: tra 200 e 600 euro

Samsung Galaxy A5 (2017)

Quale smartphone acquistare: iOS, Android o Windows? lazy placeholder TechNinja

Top di gamma della serie Galaxy A, il Samsung Galaxy A5 è uno smartphone di fascia media, che con un prezzo ancora pienamente accessibile offre un buon comparto hardware e funzionalità complete. Dotato di un display da 5 pollici touch screen, questo smartphone Android dispone di una risoluzione avanzata, ma non ottimale.

Pur essendo un dispositivo con sistema operativo Android, Samsung offre un interfaccia grafica personalizzata, potenziata dal processore Octa-Core di proprietà e da 3 GB di RAM. La memoria interna è di 32 GB, la quale può essere ampliata fino a ben 256 GB grazie alla Micro SD. Buono anche il comparto fotografico, dove troviamo una fotocamera da 16 MP che scatta ottime foto e registra video in Full HD. All’interno abbiamo anche una batteria da 3000 mAH.

SCOPRI OFFERTA SU AMAZON

SCOPRI OFFERTA SU EBAY

SCOPRI OFFERTA SU TROVAPREZZI

SCOPRI OFFERTA SU KELKOO

LG G6

Quale smartphone acquistare: iOS, Android o Windows? lazy placeholder TechNinja

Presentato in occasione del MWC 2017, LG G6 è uno smartphone di fascia media dal comparto hardware avanzato e completo sotto diversi punti di vista. Il suo design dalle cornici stondate è particolarmente innovativo e racchiude un display da 5.7 pollici di alta risoluzione, dai colori fedeli e con buoni angoli di visione.

Al suo interno abbiamo un processore Snapdragon 821 Quad-Core con 4 GB di RAM e 32 GB di memoria interna espandibile fino a 256 GB tramite MicroSD. La fotocamera è da 13 megapixel con possibilità di registrare video in 4K e slow motion fino a 120 fps. Il comparto connettività è completo con LTE, Wi-Fi, GPS, Bluetooth e Touch ID. Buona anche la batteria da 3300 mAh.

SCOPRI OFFERTA SU AMAZON

SCOPRI OFFERTA SU EBAY

SCOPRI OFFERTA SU TROVAPREZZI

SCOPRI OFFERTA SU KELKOO

iPhone SE

Quale smartphone acquistare: iOS, Android o Windows? lazy placeholder TechNinja

Nonostante i dispositivi di Apple abbiano prezzi da fascia alta, negli ultimi anni l’azienda sta iniziando a diversificare i proprio prodotti, incrementando la scalette di device. L’iPhone SE è a distanza di due anni dal rilascio, uno smartphone iOS ottimo, ricco di funzionalità e con un livello di portabilità elevato.

Dotato di un display da 4 pollici con una buona risoluzione e fotocamera da 12 megapixel con possibilità di registrare video in 4K, questo dispositivo presenta lo stesso comparto hardware di iPhone 6s ma ottimizzato per l’uso ad una mano. Ad alimentarlo abbiamo un processore Apple A9 Dual Core con 2 GB di RAM e spazio di archiviazione di 64 GB non espandibile. Sul comparto connettività, questo iPhone non manca di nulla, e anche la batteria da 1642 mAh offre un’autonomia di una giornata.

SCOPRI OFFERTA SU AMAZON

SCOPRI OFFERTA SU EBAY

SCOPRI OFFERTA SU TROVAPREZZI

SCOPRI OFFERTA SU KELKOO

Quale smartphone acquistare: sopra gli 600 euro

iPhone 8 Plus

Quale smartphone acquistare: iOS, Android o Windows? lazy placeholder TechNinja

Rilasciato durante il keynote di Apple di settembre 2017, iPhone 8 Plus è il fratello maggiore di iPhone 8, smartphone iOS con display da 5.5 pollici e funzionalità avanzate. Fatta eccezione della mancanza del Face ID, questo dispositivo riprende le stesse caratteristiche hardware di iPhone X, con il quale condivide chassis in vetro, fotocamera Dual da 12 megapixel con registrazione video 4K e ricarica wireless.

Ad alimentare questo iPhone 8 Plus troviamo chip Apple A11 Bionic Exa-Core con 3 GB di RAM e formati di memoria da 64 e 256 GB non espandibile. Sul piano connettività presenta tutte le funzionalità di ultima generazione, come LTE, WiFi, GPS e molto altro. Presente anche certificazione IP67 per resistenza a polvere e acqua e batteria da 2900 mAh.

SCOPRI OFFERTA SU AMAZON

SCOPRI OFFERTA SU EBAY

SCOPRI OFFERTA SU TROVAPREZZI

SCOPRI OFFERTA SU KELKOO

Samsung Galaxy Note 8

Quale smartphone acquistare: iOS, Android o Windows? lazy placeholder TechNinja

Top di gamma e ultimo smartphone di Samsung per la scaletta dispositivi mobili del 2017, il Galaxy Note 8 è uno degli smartphone più completi e ricchi di funzionalità sul mercato. Dotato di un display AMOLED da 6.3 pollici con risoluzione di 2960×1440 pixel e di fotocamera da 12 megapixel, questo dispositivo offre un comparto hardware avanzato e un design molto futuristico grazie alle cornici ridotte e agli angoli stondati.

All’interno è alimentato da un processore Exynos 8895 di proprietà Octa-Core con ben 6 GB di RAM e memoria espandibile fino a 256 GB. Per quanto riguarda la connettività il Note 8 offre le ultime tecnologie in circolazione e la batteria da 3300 mAh consente di affrontare pienamente una giornata.

SCOPRI OFFERTA SU AMAZON

SCOPRI OFFERTA SU EBAY

SCOPRI OFFERTA SU TROVAPREZZI

SCOPRI OFFERTA SU KELKOO

Google Pixel 2 XL

Quale smartphone acquistare: iOS, Android o Windows? lazy placeholder TechNinja

Top di gamma di Google, il Pixel 2 XL è uno smartphone Android con funzionalità avanzate e comparto hardware di ultima generazione. Il chassis in alluminio e vetro offre ubicazione al display P-OLED dagli angoli smussati da 6 pollici di diagonale. Punti di forza di questo display sono primo tra tutti il supporto diretto del sistema operativo e la fotocamera da 12.2 megapixel che permette di scattare foto in alta risoluzione e registrare video in 4K.

Le dimensioni sono particolarmente contenute e lo rendono facile da utilizzare anche con una sola mano. Il Pixel 2 XL ricava il suo potere dal processore Qualcomm Snapdragon 835 e dalla RAM da 4 GB. Come per gli smartphone Apple, anche il dispositivo di Google offre memoria limitata a 128 GB, non espandibile. Ottima la batteria da 3520 mAh.

SCOPRI OFFERTA SU AMAZON

SCOPRI OFFERTA SU EBAY

SCOPRI OFFERTA SU KELKOO

Apple rilascia la prima beta di iOS 11.2.5, watchOS 4.2.2 e tvOS 11.2.5

Apple ha rilasciato la prima beta di iOS 11.2.5, watchOS 4.2.2 e tvOS 11.2.5, ma non ha incluso la lista delle specifiche nelle note di rilascio; tuttavia, sono presenti i problemi noti con la nuova versione beta.

Nuove beta

In particolare, Apple sottolinea alcuni problemi relativi ad ARKit, Foundation e Xcode. Un bug separato nel framework Vision potrebbe causare lo sfarfallio dei punti di riferimento identificati in determinate situazioni, come ad esempio nel caso di video.

Benché non menzionata da Apple, l’azienda non ha ancora fatto debuttare alcune funzioni promesse di iOS 11; in particolare, non è ancora disponibile AirPlay 2 che consente lo streaming multi-room da un singolo dispositivo. Si sperava che il nuovo protocollo fosse incluso in iOS 11.2, ma così non è stato.

Apple rilascia la prima beta di iOS 11.2.5, watchOS 4.2.2 e tvOS 11.2.5 lazy placeholder TechNinjaNon sono indicate le novità apportate

Apple ha rilasciato anche watchOS 4.2.2 che arriva senza problemi noti. Le note di rilascio che accompagnano il software non riescono a far luce sulle nuove funzionalità, suggerendo che l’aggiornamento contiene correzioni di bug e miglioramenti generali delle prestazioni.

Infine, la beta di tvOS 11.2.5 beta include lo stesso problema di base di quella di iOS 11.2.5. Anche in questo caso, nelle note di rilascio del software non è elencata nessuna nuova funzionalità, suggerendo solo modifiche minori.

Gli sviluppatori possono scaricare le ultime versioni di iOS 11.2.5, watchOS 4.2.2 e tvOS 11.2.5 dal portale degli sviluppatori di Apple o tramite il meccanismo di aggiornamento over-the-air del loro dispositivo. I beta tester pubblici dovrebbero presto ricevere le proprie versioni del software beta che, solitamente, vengono rilasciate qualche giorno dopo quelle riservate ai developer.

Facebook annuncia World Effects

Facebook ha annunciato oggi l’ultima funzionalità, simile a Snapchat, che arriverà presto su Messenger. Chiamata World Effects, questa funzione consentirà agli utenti di lanciare oggetti 3D nell’ambiente in cui si trovano, utilizzando la fotocamera posteriore e la realtà aumentata, proprio come accade in Snapchat, dove è possibile sovrapporre una varietà di oggetti e testi, utilizzando la fotocamera integrata.

World Effects in arrivo

Attualmente, Facebook dice che il supporto ci sarà per oggetti come un cuore, una freccia e un robot, mentre ci sono bolle e parole con la scritta amore, cuore e mi manchi. Alcuni filtri hanno anche audio ed effetti sonori.

Facebook annuncia World Effects lazy placeholder TechNinja

Ecco come Facebook descrive la nuova funzionalità:

La tecnologia World Effects ti consente di rilasciare oggetti 3D nell’ambiente circostante per catturare e condividere momenti divertenti con familiari e amici. Ad esempio, aggiungi un cuore 3D che fluttua sopra la testa di qualcuno e prova ad eseguire la panoramica con la videocamera del telefono da un lato all’altro. Oppure, usa una freccia per indicare un oggetto o un luogo esatto in un panorama, in modo che i tuoi amici sappiano a cosa ti stai riferendo.

Facile da utilizzare

Per aggiungere un effetto di questo tipo ad un’immagine, è necessario accedere alla fotocamera di Messenger, scorrere gli effetti e sceglierne uno da aggiungere. Gli effetti aggiunti, tridimensionali o animati, seguono i movimenti dei soggetti su cui vengono lanciati.

World Effects

Messaging is more visual than ever, and features like photos, videos, emojis, stickers and GIFs make Messenger the best place for expressing yourself however you want. And with recent improvements – like the ability to send high resolution photos in Messenger – awesome visual messaging has a home in Messenger. It's been almost exactly a year since we introduced the powerful, native camera for Messenger and given that momentous timing, we're excited to introduce today a new feature for visual messaging — World Effects. World Effects technology enables you to drop 3D objects into your surroundings to capture and share fun moments with your family and friends. For example, add a 3D heart floating over someone's head and then try panning your phone's camera from side to side. Or use an arrow to point to an exact object or location in a panorama so your friend knows what you're referring to. Or better yet, add a new fun, celebratory robot to an otherwise every-day setting and spice things up a bit. (Hint: be sure to try the robot out with your phone's volume turned up – the robot plays three different kinds of music!)We're launching a handful of World Effects to people around the world. In addition to the heart, arrow and robot, you can also try playing around with a unicorn plus word bubbles, like “love,” “bae,” “heart” and “miss you.” To add a World Effect, open the Messenger Camera (from your inbox or from inside an existing conversation by tapping the camera icon), and then scroll to choose from the camera effects. Pick an effect and then tap to add it to your image. We hope you enjoy using these early versions of World Effects in Messenger to bring joy and delight to your communications, especially during this holiday time of year as we re-connect with friends and family and maybe even make new connections. As always, let us know what you think!

Pubblicato da Messenger su Martedì 12 dicembre 2017

 

Facebook Messenger è disponibile su App Store gratuitamente. La nuova funzionalità World Effects sarà disponibile per tutti gli utenti e, col passare dl tempo, verranno implementati nuovi effetti.

I sensori di impronte digitali sotto il display saranno realtà nel 2018

Synaptics, l’azienda responsabile della gestione dell’input tattile su milioni di trackpad e schermi per smartphone, ha annunciato questa settimana che è entrata nella produzione di massa con i suoi primi sensori ottici a impronta digitale. Chiamato Clear ID, si prevede che il funzionamento sia esattamente simile ai sensori di impronte digitali home button conosciuti, ad esempio, sui telefoni Galaxy S oppure sugli iPhone di Apple prima dell’ultimo iPhone X. Tuttavia, questo nuovo sensore sarà maggiormente speciale perché consentirà di autenticarsi premendo sulla parte reale del display del touchscreen.

Clear ID di Synaptics

Synaptics, esattamente un anno fa, aveva annunciato per la prima volta la sua famiglia di sensori per impronte digitali FS9100. All’epoca, si trattava semplicemente di una svolta tecnologica (era, forse, più una dichiarazione di intenti che un prodotto del mondo reale) e gli eventi successivi hanno mostrato diversi problemi di implementazione; questo potrebbe essere il motivo che ha costretto Samsung ad un cambiamento dell’ultimo minuto nel suo smartphone Galaxy di punta. La società coreana, infatti, desiderava avere uno smartphone senza cornici, pur non perdendo la funzione di identificazione biometrica frontale; tuttavia qualcosa è andato storto e Samsung ha dovuto inserire un sensore di impronte digitali posizionato, in modo impacciato, sul retro dei suoi device.

 

I sensori di impronte digitali sotto il display saranno realtà nel 2018 lazy placeholder TechNinja

 

Sarà Samsung il primo partner ad utilizzarlo?

Il nuovo ID Clear FS9500, comunque, sta entrando in piena produzione e sarà riservato alla società che Synaptics descrive come la migliore tra i cinque produttori di telefonia, ovvero Apple, Samsung, Huawei, Oppo/Vivo e Xiaomi. Il precedente rapporto di collaborazione con Samsung non è terminato ed entrambi potrebbero essere al lavoro per risolvere i problemi, apparentemente irrisolvibili, del 2017. Tuttavia, anche Xiaomi è sicuramente un buon candidato per essere il misterioso partner OEM, soprattutto considerando la sua storia di flagship senza cornici.

Come funziona

Qualunque sia la società che potrebbe essere in partnership con Synaptics, ora, non ha comunque importanza; è quasi certo che ne seguiranno altre nel 2018. L’autenticazione attraverso il display è una tecnologia più semplice per gli utenti e la domanda per questo tipo di tecnologia sembra elevata.

I sensori di impronte digitali sotto il display saranno realtà nel 2018 lazy placeholder TechNinjaIl produttore afferma che Clear ID è veloce e sicuro, grazie ad una tecnologia denominata SentryPoint. Synaptics ha spiegato come il nuovo sensore sia in grado di funzionare bene in tutte le condizioni, sia con le dita bagnate che con le dita fredde o asciutte; infatti, essendo posto sotto al display, risulta impermeabile e a prova di graffio. Rispetto al FaceID di Apple, infine, ClearID è utilizzabile da qualsiasi angolazione, anche quando il device è posto su di un tavolo o su di un supporto porta-cellulare in auto.

Nokia 6 (2018) TA-1054 ottiene l’approvazione di TENAA

Le prime informazioni importanti su Nokia 6 (2018) sono emerse nelle indiscrezioni qualche giorno fa; i rapporti sostengono che il Nokia 9, con il numero Numero TA-1054, sia in realtà il modello 2018 del dispositivo Nokia 6. Ora, lo stesso dispositivo con il numero di modello TA-1054 ha appena ricevuto il via libera dalla società di certificazione cinese TENAA, una procedura obbligatoria da adottare per tutti i dispositivi destinati al mercato cinese.

Nokia 6 (2018) certificato

L’elenco TENAA per questo modello indica solo che il dispositivo avrà in esecuzione il sistema operativo Android e sarà dotato di una doppia SIM. Al momento, non sono presenti specifiche, caratteristiche o immagini del dispositivo.

Nokia 6 (2018) TA 1054 ottiene lapprovazione di TENAA lazy placeholder TechNinja

Le voci precedenti suggeriscono che il Nokia 6 (2018) potrebbe avere tre varianti che differiscono tra loro per RAM e spazio di archiviazione; una sarà dotata di 4 GB di RAM e 32 GB di memoria interna, un’altra avrà 3 GB di RAM e 32 GB di spazio di archiviazione e, infine, l’ultima avrà 4 GB di RAM e 64 GB di spazio di archiviazione. Secondo le previsioni, il display avrà una proporzione di 18: 9 e sarà alimentato dal chipset Snapdragon 660.

Potrebbe arrivare a gennaio

Nokia 6 (2018) TA 1054 ottiene lapprovazione di TENAA lazy placeholder TechNinjaLe immagini trapelate in precedenza mostrano un device con lettore di impronte digitali posteriore, allineato con una singola fotocamera. E’ possibile vedere alcuni inserti in plastica per le antenne e questo suggerisce che il resto della scocca sia realizzato in materiale metallico.

Al momento, non vi sono informazioni che dicano quando il dispositivo diventerà ufficiale, ma alcune indiscrezioni sostengono che il dispositivo potrebbe vedere la luce accanto al prossimo flagship di HMD, Nokia 9; i due device potrebbero, quindi, essere presentati già con il nuovo anno, a gennaio.

Apple conferma l’acquisto di Shazam

La settimana scorsa, un rapporto proveniente da TechCrunch aveva affermato che Apple stava per acquistare Shazam per una cifra sconosciuta. Per chi non lo sapesse, Shazam è una popolare applicazione per il riconoscimento della musica, ma la società si occupa anche di tecnologia AR e altre tecnologie correlate a cui Apple sembra essere molto interessata.

Acquisizione confermata

Apple conferma lacquisto di Shazam lazy placeholder TechNinja

Sono passati solo pochi giorni e quella che era una semplice indiscrezione si è trasformata in una conferma; l’acquisizione è stata confermata da Apple con un annuncio pubblico:

Siamo entusiasti del fatto che Shazam e il suo talentuoso team si uniranno a Apple. Dal lancio dell’App Store, Shazam si è sempre classificata come una delle applicazioni più popolari per iOS. Apple Music e Shazam sono naturalmente complementari, condividono la passione per la scoperta musicale e l’offerta di esperienze musicali eccezionali ai nostri utenti.

Shazam potrebbe aver ricevuto 400 milioni di dollari

Tuttavia, Shazam era già integrata all’interno di Siri, a partire da iOS 8 ed aiutava gli utenti a riconoscere i brani ascoltati attraverso la funzionalità Hey Siri; questa nuova acquisizione consentirà di avere un rapporto ancora più stretto tra le applicazioni e consentirà ad Apple di disporre di altri progetti relativi alla realtà aumentata.

Ad oggi, non è ancora stato divulgato l’esatto importo pagato da Apple, ma le voci parlano di una cifra pari a circa 400 milioni di dollari; a quanto riferito, anche Snap Inc e Spotify erano interessati all’acquisto della società. Al momento, inoltre, non sono noti altri dettagli sull’acquisizione e non sono state fornite nemmeno informazioni relative al futuro dell’applicazione per Android; avrà ancora vita sul Play Store?

Samsung: un nuovo brevetto per un dispositivo pieghevole

Negli ultimi tempi, Samsung Electronics si è occupata piuttosto seriamente dello sviluppo di smartphone pieghevoli. Di recente, la società ha depositato un altro brevetto relativo ad un dispositivo pieghevole completamente diverso da quelli visti fino ad ora; il deposito internazionale ha il numero di identificazione USA US20170351297.

Un nuovo smartphone pieghevole?

Il dispositivo mostrato (probabilmente uno smartphone) può essere piegato in più modi e appare con due schermi installati in strutture metalliche unite da una sorta di giunto. Questo asse consente di piegare il dispositivo ed ottenere uno schermo più grande; inoltre, può anche essere piegato in modo che abbia uno schermo sul davanti e sul retro, oppure piegato in modo che gli schermi siano uno di fronte all’altro.

Samsung: un nuovo brevetto per un dispositivo pieghevole lazy placeholder TechNinja

Il design è completamente diverso dai precedenti

Se questo dispositivo dovesse diventare uno smartphone, tutte le antenne per la connettività verranno incorporate nel frame dei display per evitare interferenze che possano degradare l’integrità del segnale. Sul brevetto è anche prevista un’indennità per sensori e radio, il che suggerisce che questo potrebbe essere davvero uno smartphone. Dalle immagini, sembra sia possibile sviluppare un dispositivo che supporta la S Pen di Samsung, con un sensore per la penna elencato sotto la voce Dispositivo di input. Il sensore sul brevetto è di tipo biometrico e potrebbe essere uno scanner di impronte digitali oppure un sensore per il monitoraggio della salute. Al momento, non esiste alcun dispositivo Samsung noto con questo design, è completamente nuovo.

Samsung: un nuovo brevetto per un dispositivo pieghevole lazy placeholder TechNinjaOvviamente, va considerato che Samsung registra migliaia di brevetti all’anno; una parte consistente di questi brevetti viene approvata, ma solo una manciata di questi dispositivi vede effettivamente la luce del giorno. Pertanto, non vi è alcuna garanzia che questo dispositivo possa arrivare davvero sul mercato.

La vulnerabilità Janus consente di modificare gli APK senza modificare la firma

Dalla prima versione, Android ha richiesto agli sviluppatori di firmare le proprie applicazioni. Quando si aggiorna un’applicazione, Android confronta la firma dell’aggiornamento con la versione esistente; se le due corrispondono, l’aggiornamento verrà installato. In questo modo, gli sviluppatori non devono preoccuparsi degli APK modificati e gli utenti sono protetti.

Janus aggira le protezioni di Android

La vulnerabilità Janus consente di modificare gli APK senza modificare la firma lazy placeholder TechNinja

GuardSquare, una società di sicurezza con sede in Belgio, ha pubblicato un rapporto su una nuova vulnerabilità scoperta in Android, chiamata Janus. Questa consente ad eventuali hacker di aggiungere contenuti aggiuntivi ad un APK senza modificare la firma. Normalmente, Android controlla la firma del file APK e, se corrisponde alla firma precedente, l’applicazione viene compilata in un file DEX per l’esecuzione sul dispositivo.

Janus funziona combinando un file APK non modificato con un eseguibile DEX modificato che non influisce sulla firma dell’applicazione. Il sistema Android consente, così, l’installazione e poi avvia l’esecuzione del codice dall’intestazione DEX. In altre parole, grazie a Janus, è possibile aggirare la protezione, consentendo di aggiungere un codice pericoloso all’interno dell’apk originale e di rilasciarlo, poi, sul web con una firma autentica.

La vulnerabilità Janus consente di modificare gli APK senza modificare la firma lazy placeholder TechNinja

Sono interessate le versioni precedenti a Nougat 7.0

Vale la pena notare che lo scopo di questa vulnerabilità è piuttosto limitato; infatti, interessa solo le applicazioni firmate con lo schema di firma basato su JAR originale di Android. Le versioni in possesso di Android Nougat 7.0 e successive, infatti, sono al sicuro grazie alla presenza di Signature Scheme v2. Su dispositivi più recenti, gli hacker potrebbero trarre vantaggio solo dalle applicazioni che non utilizzano il metodo di firma più recente (ovvero, vecchie applicazioni di terze parti). Inoltre, questo è un problema che riguarda solo le applicazioni scaricate all’esterno del Play Store.

GuardSquare ha segnalato questa vulnerabilità a Google il 31 luglio e la correzione è inclusa nel livello di patch di sicurezza del 1° dicembre.

Presto Google Maps avviserà quando è ora di scendere dal treno o dall’autobus

Google sta per lanciare un piccolo, ma utile aggiornamento a Google Maps che sarà in grado di fornire indicazioni dal vivo e notifiche interattive in tempo reale durante il viaggio.

Presto Google Maps avviserà quando è ora di scendere dal treno o dallautobus lazy placeholder TechNinja

La nuova idea è quella di fornire aggiornamenti in tempo reale mentre si è in viaggio; questi verranno visualizzati nell’applicazione Google Maps e, caratteristica molto più importante, nella schermata di blocco di Android.

Nuovo aggiornamento

Come funziona questa nuova caratteristica? Prima di tutto, si cercano le indicazioni stradali per il trasporto pubblico su Google Maps, come al solito. Con l’arrivo del nuovo aggiornamento, poi, verrà mostrato un pulsante start nella parte inferiore dello schermo; qui saranno presenti i dettagli del viaggio e sarà possibile ottenere aggiornamenti in tempo reale mentre si viaggia su autobus e treni locali.

Presto Google Maps avviserà quando è ora di scendere dal treno o dallautobus lazy placeholder TechNinja

Google Maps sarà, persino, in grado di ricordare agli utenti quando è il momento di scendere dall’autobus o dal treno, man mano che ci si avvicina alla fermata. Questa funzionalità è sicuramente utile quando si viaggia in un posto nuovo o quando si è troppo assonnati e si vuole riposare un po’ prima dell’arrivo a destinazione.

Notifiche interattive relative al tragitto

Anche le notifiche sulla schermata di blocco sono nuove; in più, sono interattive e, quindi, è possibile vedere i progressi del viaggio in corso.

Anche se Google Maps ha sempre fatto un buon lavoro nel fornire indicazioni dettagliate sul trasporto (sebbene, spesso, non sia mai stato utile come le istruzioni più dettagliate di CityMapper), il processo prevedeva semplicemente di tenere traccia dei progressi lungo il percorso. Con questo aggiornamento, invece, le notifiche di transito diventano un po’ più simili all’uso di Maps per la camminata, la passeggiata in bicicletta e la guida in automobile.

Ci aspettiamo che questo aggiornamento diventi presto disponibile; Google, molto presto, potrebbe già testarlo al di fuori della sua community.

Pokemon GO si aggiorna con nuovi ed importanti cambiamenti

Nonostante sia passato un po’ di tempo, ormai, Pokemon GO è ancora un fenomeno di massa e milioni di persone in tutto il mondo continuano a giocare e ad apprezzare il gioco di Niantic. Tuttavia, per essere sicuro di mantenere i giocatori impegnati per un periodo di tempo più lungo, lo sviluppatore deve aggiungere nuovi contenuti, funzionalità di gioco e miglioramenti, il più spesso possibile.

Pokemon GO: novità

Il nuovo aggiornamento per Pokemon GO arriva su entrambe le piattaforme, Android e iOS, e promette alcuni importanti miglioramenti al gioco. Ad esempio, è possibile catturare non meno di 50 Pokemon aggiuntivi, originariamente scoperti nella regione di Hoenn.

Pokemon GO si aggiorna con nuovi ed importanti cambiamenti lazy placeholder TechNinjaPokemon Storage fino a 1500

Inoltre, le condizioni meteorologiche reali, aggiunte in un precedente aggiornamento, si mostrano ora all’interno di Visualizza mappa, in battaglia e durante la cattura di un Pokemon. E’ presente anche un’icona meteo che può essere selezionata per evidenziare quali tipi di Pokemon hanno più probabilità di apparire nella propria zona e quali saranno più influenzati dalle condizioni meteorologiche.

I fan più accaniti del gioco, inoltre, saranno felici di sapere che Niantic ha aumentato il numero massimo di Pokemon Storage a 1.500; in più, è stata aggiornata l’interfaccia utente di battaglia per includere un pulsante dedicato che consentirà ai giocatori di eseguire un attacco a pagamento.

Ultimo ma non meno importante, Niantic ha deciso di aggiungere la funzione beta per creare battle parties, una nuova funzione che consentirà ai giocatori di creare ed organizzare i Pokémon attaccanti in semplici gruppi da 6 per partecipare a Gym e Raid Battles.

Ovviamente, saranno previste correzioni di bug e miglioramenti delle prestazioni.

Galaxy S9: sarà questa la posizione del sensore di impronte digitali?

Senza volersi addentrare nei meandri dei gusti personali o estetici degli utenti, Galaxy S8 e Galaxy S8 Plus sono stati molti criticati per la posizione del sensore di impronte digitali; la sua collocazione, infatti, è apparsa a tutto troppo in alto e troppo vicino al sensore della fotocamera posteriore. La stessa collocazione è apparsa anche sul successivo Galaxy Note 8.  Tuttavia, sembrano esserci buone notizie per i fan di Samsung; sembra che la posizione del sensore possa cambiare nel nuovo Galaxy S9. 

Nuova posizione del sensore

Uno screenshot della schermata di rilevazione dei battiti cardiaci, trapelato da quello che dovrebbe essere un presunto Galaxy S9 in azione, mostra una stilizzata parte posteriore del nuovo e prossimo flagship di Samsung. Come nel Galaxy Note 8, probabilmente, il modello Plus sarà dotato di un doppio sensore; lo spazio dedicato alla fotocamera posteriore appare allungato in verticale. Appena sotto, appare un’altra area di forma rettangolare che, con molta probabilità, potrebbe accogliere il sensore di impronte digitali.

Galaxy S9: sarà questa la posizione del sensore di impronte digitali? lazy placeholder TechNinja

Non sarà implementato nel display

Nonostante la presunta posizione sembri sicuramente migliore di quella precedente, il sensore appare comunque troppo in alto; alcuni utenti potrebbero trovarla scomoda.

Al momento, quindi, sembra che anche i nuovi Galaxy S9 e S9 Plus non avranno l’implementazione del sensore sotto al display; probabilmente, l’attenzione verrà spostata verso sistemi di riconoscimento facciale 3D, sull’onda del FaceID di Apple. Secondo diversi analisti, infatti, i prossimi anni saranno più che diffusi nuovi smartphone che si baseranno sul riconoscimento facciale; lo sblocco tramite impronte digitali verrà via via soppiantato dalle nuove tecnologie di riconoscimento.

Il successore di Nokia 6 potrebbe arrivare il prossimo anno

Nuove indiscrezioni potrebbero regalare un Natale felice ai fan di Nokia. Vi ricordate di Nokia 6? Questo modello aveva specifiche abbastanza interessanti, ma molti utenti hanno evitato l’acquisto a causa del processore, lo Snapdragon 430, che a livello di energia non sembrava molto efficiente. Ebbene, ora un’indiscrezione sostiene che potrebbero esserci alcune novità.

In arrivo il successore di Nokia 6

Il successore di Nokia 6 potrebbe arrivare il prossimo anno lazy placeholder TechNinja

Dal momento che, presto, arriverà il momento per la società finlandese di aggiornare i propri dispositivi, il modello Nokia 6 potrebbe essere interessato da un importante aggiornamento; le indiscrezioni, infatti, suggeriscono che il suo successore sarà probabilmente dotato del chipset octa-core Snapdragon 660 di Qualcomm. Quest’ultimo, annunciato all’inizio del 2017, comprende 4x Kryo 260 core a 2.2 GHz e un altro cluster di quattro Kryo 260 in esecuzione a 1.8 GHz, in configurazione big.LITTLE. Costruito su di un processo produttivo a 14nm, lo Snapdragon 660 risulta decisamente più potente rispetto allo Snapdragon 430 e supporta anche una velocità di RAM doppia (1866MHz vs 933MHz).

Arriverà a metà gennaio

Il prossimo dispositivo di fascia alta di Nokia potrebbe, quindi, essere chiamato Nokia 6 (2018); secondo quanto riportato, potrebbe essere annunciato verso la metà del prossimo gennaio. Questa data potrebbe essere simbolica, in quanto andrebbe a coincidere con le prime incursioni da parte della società all’interno del mercato degli smartphone.

Al momento, non è ancora presente una lista delle specifiche; ci sono alcune informazioni, ma potrebbero essere soggette a successive modifiche. Tuttavia, si dice che il nuovo Nokia 6 (2018) sarà dotato di 4 GB di RAM e 32 GB di spazio di archiviazione nativo. non resta che attendere nuove speculazioni che, sicuramente, non si faranno attendere.

MIGLIORI GADGET TECH

GUIDE

Inline
Inline