Il trimestre in corso, che è iniziato a Gennaio e si concluderà a fine Marzo, non sarà ricordato felicemente da Apple: è stato ipotizzato, infatti, che questo periodo dovrebbe essere caratterizzato da brusco calo nelle vendite iPad ed iPhone. Ma procediamo per gradi, analizzando prima i dati relativi agli smartphone e poi quelli relativi ai tablet.

Vendite iPad, si prevede una diminuzione delle vendite nel secondo trimestre fiscale

Secondo le previsioni, tra Gennaio e Marzo si registrerà una diminuzione delle vendite anno su anno, la prima nella storia degli iPhone. Già nel primo trimestre fiscale di quest’anno (che corrisponde ad Ottobre, Novembre e Dicembre 2015) Apple ha dovuto lavorare duramente per poter superare la soglia raggiunta lo scorso anno: il primo trimestre 2015 aveva fatto registrare un cifra record di 74,5 milioni di dollari, superata però nel 2016, con vendite che hanno fruttato 74,8 milioni.

Vendite iPad: brusco calo nel secondo trimestre VenditeiPad 02

Non si può dire lo stesso del secondo trimestre fiscale (Gennaio-Marzo), per il quale sono attesi risultati negativi non solo per iPhone ma anche per le vendite iPad: rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, infatti, ci sarà un minor numero di spedizioni per quanto riguarda i tablet Apple. Le analisi di mercato effettuate da Digitimes non lasciano ben sperare: in questi tre mesi, l’azienda di Cupertino spedirà in tutto il mondo 46,65 milioni di tablet, segnando un calo sequenziale del 28,6% rispetto al periodo fiscale precedente e del 8,6% rispetto alla base annua.

Vendite iPad: brusco calo nel secondo trimestre VenditeiPad 03

Ciononostante, Apple, con il 21% delle spedizioni globali, manterrà ancora il suo primato in questo settore, seguita da Samsung (14%), Lenovo (7,2%), Amazon (5,8%), Huawei (4%), Asus (2,7%), Microsoft e TLC (2,6%), LG (1,8%) e, per concludere, Acer (1,2%). A proposito di statistiche, sapete qual è la dimensione dello display preferita per i tablet? I 7 pollici guideranno la classifica, secondo Digitimes, rappresentando il 35,4%; scorrendo verso il basso, troveremo 9.x pollici (23,8%), 7.9 pollici (13,8%), 11.x pollici o più (10,8%), 10.x pollici (10,1%) ed, infine, 8.x pollici (6,1%).

Cosa ne pensate di questi dati? Le previsioni saranno confermate? Fateci sapere le vostre impressioni nei commenti! Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Telegram, YouTube o vis RSS per essere sempre aggiornati su tutto ciò che riguarda il mondo della tecnologia!

RIPRODUZIONE RISERVATA ©