Dizionario Androidiano: Terminologia e significato Android Developers 300x207

 

La prima cosa che un profano del mondo android pensa, volendo effettuare una qualsivoglia operazione sul proprio dispositivo è: “Adesso che si fa”? seguito da un bel “ora cerco qualche tutorial su internet”. Ebbene, cercando qualsiasi tutorial su internet, molto spesso ci si imbatte in una terminologia abbastanza settoriale, propria del mondo androidiano.

 

Al fine di eliminare ogni disagio, anche in vista dei tutorial che seguiranno su questo blog, eccovi una serie di termini utilizzati spesso dai nerd androidiani, insieme al loro significato.

 

Vediamoli insieme:

 

-Android: sistema operativo per dispositivi mobili basato su kernel Linux. Android è un progetto open source sviluppato dalla Open Handset Alliance (OHA). Google è stata la prima società a lavorare su Android ed HTC ha ideato e realizzato il primo telefono Android.

-ADB (Android Debugging Bridge): applicazione che tramite riga di comando (prompt dei comandi, DOS), serve per flashare rom, apportare modifiche al sistema, effettuare backup, installare applicazioni (tramite il comando: adb push nomeapp.apk /system/app/), copiare file dal vostro device al pc (tramite il comando: adb pull /percorso/allInterno/di/android/nome_file nome_file_destinazione) e quant’altro. ADB è un tool incluso nell’SDK di Android che permette di gestire il proprio telefono semplicemente collegandolo via USB. Per i programmatori ADB è anche usato per eseguire comandi su una macchina Android virtuale. le istruzioni dettagliate.

– apk (abbreviazione di Android Package) : è il formato file usato per l’installazione dei software Android (possiamo paragonarlo, più o meno, a quello che per Windows è il .exe ). Rinominando l’estensione di questo file in .zip è possibile aprirlo con qualsiasi gestore di file compressi.

-App o Apps: abbreviazione del termi applicazione o applicazioni

-App2sd (A2sd): procedura insita in molte rom coocked, per poter spostare le applicazioni installate, o installare le successive, nella memory card anziché nella memoria del telefono. per poterla utilizzare si dovrà avere una partizione ext2 o ext3 o ext4 nella memory card. una parte dell’applicazione (la dalvik cache) rimane comunque memorizzata nello smartphone per non ridurne la velocità di esecuzione. questo App2sd non è da confondere con le varie applicazioni presenti nel market, in quanto quelle del market permettono lo spostamento o la memorizzazione delle sole applicazioni che lo consentono.

-Bootloader (FASTBOOT): modalità del telefono (mentre è collegato all’usb con modalità debug usb attiva) tramite la quale si possono fare molte cose, tra cui ottenere i permessi di root, flashare rom, fare backup, pushare file, rimuovere file ecc… la modalità bootloader varia da terminale a terminale, consultare le relative sezioni per sapere come fare andare in bootloader il vostro device.

-Brick (brickare,brickato): letteralmente (tradotto in italiano) “MATTONE”. rendere il cell alla stregua di un mattone, cioè un qualcosa di inutilizzabile se non come fermacarte.

-Bussola digitale: La bussola digitale è in grado di rilevare in quale direzione sta puntando il dispositivo. Questa informazione può essere utilizzata insieme ad un opportuno software di mappatura per aiutare nella navigazione verso luoghi sconosciuti.

-BusyBox: BusyBox è importante averlo installato perchè permette in poteziare il proprio Android con molti comandi Linux di base. Infatti alcuni programmi potenti, come Titanium backup ed altri, utilizzano busybox per portare a termine delle istruzioni. Praticamente in pochi kb ci sono tanti bei programmini. guida: oppure utilizzando titanium backup.

-Cache: memoria temporanea in cui vengono salvati dati non fondamentali che possono essere eliminati senza compromettere le funzionalità del sistema.

-Certificato digitale: Codice crittografato rilasciato a due o più parti da un ente autorizzato, e usato per verificare l’identità delle parti suddette mediante lo scambio delle rispettive chiavi pubbliche.

-Cupcake: o Android 1.5 prima relaise ufficiale del sistema operativo avventa il 13 aprile 2009

-Crittografia: Procedura di codifica sistematica di un flusso di bit prima della trasmissione, mirata a evitare che il contenuto possa essere decifrato da terzi.

-Dalvik Cache: cache utilizzata dal sistema per aumentare la velocità di esecuzione dei programmi.

-Debug USB: modalità di Android che serve (attivando la funzione sul vostro dispositivo tramite menù/impostazioni/applicazioni/sviluppo/Debug USB) a permettere al sistema di subire modifiche particolari.

-Direct Push Technology: La tecnologia Direct Push (posta elettronica con funzionalità push), sviluppata da Microsoft, consente di ricevere i nuovi messaggi di posta elettronica sul proprio dispositivo non essi vengono ricevuti dalla propria casella di Posta in arrivo o da Exchange Server. Elementi quali contatti, calendario e le attività vengono immediatamente aggiornati sul dispositivo se essi vengono modificati o aggiunti su Exchange Server.

-Donut: o Android 1.6 versione del SO che includeva la retrocompatibilità con le vecchie versioni e implementa nuove funzioni e tecnologie come il supporto alle reti CDMA, a diverse risoluzioni di schermo e introduce una ricerca globale interna nel telefono e su internet. I primi cellulari con Android 1.6 di serie approdano sul mercato nell’ Ottobre 2009.

-Eclair: o android 2.1 aggiornamento dell’SO rilasciato il 12 gennaio 2010

-Emulatore: lo si trova nell’sdk ed è un software che permette di emulare (simulare) un dispositivo android. di solito serve agli sviluppatori (developers) per testare le applicazioni.

-Firma digitale: La firma digitale assicura il destinatario sull’identità della persona che ha inviato il file, e sull’assenza di alterazioni non autorizzate apportate dopo la firma suddetta.

-Firmware: software comlpleto del telefono, in android spesso contiene rom(il solo sistema operativo) parte radio(il software atto a gestire tutte le comunicazioni) e l’hboot( la parte relativa alla base e gestione del boot e partizioni del telefono). il formato dipende dalla Casa Madre che li rilascia e vanno flashati tramite tool o programmi specifici.

-Flash(flashare, flashato): installare,installato.

-FroYo : o Android 2.2 versione di SO presentata a maggio 2010 che introduce molte novità: nuovo kernel linux 2.6.32, nuovo e velocissimo compilatore JIT, V8 Engine per il javascript, Tethering Wi-fi Nativo per utilizzare il terminale come Hotspot Wireless, nuove Icone per la Home. Adobe Flash Player 10.1, possibilità di installare le apps sulla memoria SD, feature molto attesa dalla community mondiale. Aggiornamento automatico Over-the-Air delle Applicazioni.

-G. E. o spesso scritto GE (Google Experience): Sono quei telefoni che hanno il Sistema Operativo (vedi ROM per una definizione) completamente sviluppato da Google senza alcun tipo di aggiunta o personalizzazione da parte del produttore che vende il dispositivo (ad esempio la serie di telefoni Nexus sono interamente GE). Questa denominazione comporta spesso il fatto che tali telefoni siano i primi a ricevere gli aggiornamenti delle nuove versioni di Android, perché non essendoci alcun software aggiuntivo, oltre a quelli sviluppati da Google, il rilascio è molto più celere.
Altra denominazione (molto più frequente) è quella With Google.
Sono quei telefoni che nonostante abbiano una certa personalizzazione software da parte del produttore, sono interamente compatibili con i software Google e con i servizi Android.

-GingerBread : Versione 2.3.X di Android.

-GPRS: Il GPRS (General Packet Radio Systems – sistemi radio per pacchetti generici) è un servizio dati per i dispositivi mobili. Esso è disponibile per i dispositivi che rispettano lo standard GSM.

-GPS: GPS (Global Positioning System – Sistema di posizionamento globale) è un sistema di navigazione radio basato sui satelliti che permette l’ndividuazione di una posizione geografica tramite una triangolazione di punti. Il GPS viene usato sui dispositivi mobili per applicazioni software per la navigazione.

-GSM: Abbreviazione di Global System for Mobile communications (Sistema globale per le comunicazioni mobili), è la piattaforma per la telefonia cellulare più utilizzata al mondo.

-HoneyComb : Versione 3.X di Android dedicata solo ai Tablet.

-HSDPA: L’HSDPA (High-Speed Downlink Packet Access) è una tecnologia per dispositivi mobili che consente una velocità di trasferimento dati superiore rispetto alle reti tradizionali. Spesso definite 3.5G per la maggiore velocità di scaricamento.

-HSPA: L’HSPA (High-Speed Packet Access – accesso ad alta velocità a pacchetti) è una tecnologia per dispositivi mobili che migliora la velocità a cui è possibile inviare e ricevere informazioni sul proprio dispositivo mobile. La tecnologia HSPA è usata nelle reti 3G.

-HSUPA: L’HSUPA (High-Speed Uplink Packet Access – accesso a pacchetti per il caricamento ad alta velocità) è una tecnologia per dispositivi mobili che offre (insieme alla HSDPA) la possibilità di avere connessioni con velocità di download e upload molto elevate grazie all’ottimizzazione dell’uso dell’ampiezza di banda.

-HVGA: L’HVGA (Half-size Video Graphics Array) indica una particolare risoluzione del display pari a 480 x 320 pixel.

-hboot: la parte relativa alla base e gestione del boot e partizioni del telefono

-Kernel : è la parte essenziale di qualsiasi sistema operativo. Senza entrare troppo in tecnicismi, si occupa della gestione dell’hardware (driver ed altre informazioni sull’uso dei componenti hardware, ad esempio). Android usa un Kernel Linux modificato ed è interamente open source (ovvero il codice sorgente è liberamente disponibile e modificabile).

– Launcher : E’ quel software che si occupa di gestire il desktop (icone, widget, sfondi ecc.) del sistema operativo Android. In sostanza è ciò che appare all’utente appena accesso il telefono, dopo la schermata di sblocco, detta Lock Screen (vedi sotto) se è attivata.
Android permette una eccellente personalizzazione del Lacuncher. Nonostante tutte le versioni di Android ne abbiano già uno predefinito, è possibile (quando tale opzione non è bloccata dal produttore) installarne quante ne si vuole da quelle presenti nel Market. I Launcher più conosciuti tra quelli non proprietari sono ADW Launcher, Launcher Pro,Helix Lancher.
La maggior parte dei produttori personalizza, più o meno pesantemente, i propri telefoni ( a patto che non siano G.E., vedi sopra), e la modifica del Launcher è di solito la personalizzazione più frequente. Motorola ad esempio sviluppaMotoBlur (non rimovibile; comprende anche una serie aggiuntiva di modifiche tra le quali il Launcher), la HTC la Sense(rimovibile; anche questa comprende modifiche più profonde al solo launcher che comprendono anche il framework), la Samsung il TouchWiz (rimovibile) ecc.
Il cambio di Lacuncher rende molto spesso non più disponibili i widget sviluppati per un altro Launcher.

-Leak o Leaked (sfuggito): si intende per quelle rom o firmware che (stranamente) sfuggono alla Casa Madre e vengono fatte circolare in rete. sono semiufficiali, nel senso che sono sviluppate direttamente dall’ azienda produttrice ma non vengono rilasciate ufficialmente (quindi non vanno bene per ripristinare la garanzia di un device).

-Lock Screen o schermata di sblocco : è quella schermata che appare all’accensione e/o ogni qualvolta si preme il tasto di accensione/spegnimento del telefono. Serve per non premere accidentalmente dei tasti quando non si usa il telefono. Richiede infatti una combinazione particolari di tocchi o gesti per essere “rimossa”.

-Nandroid (lo trovate all’interno della recovery modificata): applicazione che crea una immagine dell’intero sistema operativo, tipo norton gost e true image per windows.

-ODEX: tipo di compressione che serve per liberare spazio nella memoria del telefono e velocizzare il sistema. odex scompatta il file comprime tutto e crea un file .odex eliminando dall’apk il file .dex quindi vi ritrovate dopo con launcher.apk e launcher.odex (cosi’ avete risparmiato tantissimo spazio e migliorato
la velocità nella lettura dell’applicazione). alle rom con odex non può essere modificato il tema.

-OTA: Over The Air – sistema che permette di ricevere aggiornamenti di applicazioni o di sistema direttamente dalla rete

-Partizione ext2/ext3/ext4: partizione sulla Memory card (che solitamente si può creare tramite recovery modificata) che serve ad installare le applicazioni su questo supporto invece di riempire la memoria del telefono. l’ext è un tipo di file system utilizzato in ambiente Linux e viene visto da Android come parte della memoria interna dello smartphone. per partizionare la scheda SD consultare le sezioni e guide relative al proprio device.

-Profilo A2DP: Il profilo Advanced Audio Distribution (Distribuzione audio avanzata) è una specifica che si riferisce a come due dispositivi Bluetooth possono trasmettere e ricevere streaming audio di elevata qualità. L’A2DP consente il trasferimento unidirezionale di uno stream audio in stereofonia con due canali, quali ad esempio la musica da un telefono cellulare ad una cuffia.

-Pull: comando usato nel prompt dei comandi (es. adb pull /percorso/allInterno/di/android/nome_file nome_file_destinazione) per copiare sul pc un file o una cartella presente nel sistema Android.

-Push (pushare, pushato): comando usato nel prompt dei comandi (es. adb push nomeapp.apk /system/app/) per installare applicazioni o immettere file nelle cartelle di sistema tramite ADB, quindi installare-immettere, installato-immesso.

-Radio o banda o baseband (non la radio FM): il software atto a gestire tutte le comunicazioni del dispositivo (telefono, wifi, bluetooth, gps ecc…

-Recovery: una specie di mini sistema operativo che serve per recuperare il cell da situazioni critiche (brick, malfunzionamenti ecc….), fare backup con NANDROID,effettuare i wipe, flashare rom coocked e file in formato .zip. Il Recovery viene propriamente chiamato Recovery Mode e si intende la modalità di recupero in cui si possono compiere azioni come, installare aggiornamenti, formattare il telefono, formattare e partizionare la SD e altro. Aggiornando il recovery.img con uno diverso e modificato potremo avere a disposizioni funzioni avanzate, senza dover fare altri passaggi.

-RSS: RSS (Really Simple Syndication – corporazione semplice): indica un protocollo Internet utilizzato per distribuire informazioni che vengono aggiornate di frequente, ad esempio un blog in Internet, trasmissioni audio o video o i titoli delle ultime notizie.

-Rom: sistema operativo. le rom coocked sono solitamente in formato .zip e vanno flashate tramite recovery

-Rom coocked: rom cucinate, create da cuochi (coloro che mettono insieme parti di rom applicazioni, modifiche, patch e quant’altro) composte e arricchite con nuove features

-ROOT(prendo pari pari da androidpedia): Cosa significa root? Nei sistemi operativi di tipo Unix si indica con root l’utente dotato di massimi privilegi, cioè l’amministratore di sistema, detto anche super utente o superuser. (cit. Wikipedia). Essendo Android un sistema linux, root è quindi l’utente che permette di avere il totale controllo del telefono. Che privilegi si hanno ad avere permessi di root? Abbiamo il TOTALE controllo del telefono. la procedura per rootare il proprio dispositivo varia da terminale a terminale, consultare le relative sezioni per sapere come fare il root al vostro device..

-Sensore G (giroscopio): Il sensore G rileva la posizione ed il movimento del proprio dispositivo. Esso aiuta ad orientare il display in modo che la vista sia verticale o orizzontale, in funzione di come si tiene il dispositivo. Il sensore G può essere utilizzato nei giochi per controllare le azioni ed altre applicazioni che richiedono un movimento per poter essere attivate.

-SDK (software development kit): kit di sviluppo del software, dove all’interno troviamo la cartella tools che contiene il file ADB. lo potete scaricare da per tutte le piattaforme (Windows, Linux, Mac OS).

-S.O. (sistema operativo): vedi ROM. Di fatto ROM ed SO tendono a coincidere ma mentre il primo termine viene usato per indicare il contenuto di una qualsiasi memoria o la memoria stessa (sta infatti per Read Only Memory), il secondo indica invece più specificamente una ben precisa parte di software e non qualsiasi contenuto che una memoria può ospitare.

-Streaming: Il termine streaming indica la trasmissione di contenuti audio o video digitali utilizzando Internet.

-Superboot: metodo per diventare superuser (amministratore-root) del vostro smartphone, grazie alla quale è possibile apportare modifiche al sistema, quali flashare rom, modificare cartelle di sistema ecc…

-Tap(tappare, tappato): equivalente del click sinistro su pc, quindi clickare, clickato. TAP PROLUNGATO = equivalente al click destro su pc

-Thetering (wifi, bluetooth ed usb) : è una modalità di connessione tra il telefono è un altro dispositivo (in prevalenza PC), tramite il quale si può fruire della connessione internet del primo, ed in sostanza usarlo come modem, sul secondo(che come ho detto prima può essere un PC o un altro telefono ancora). Può avvenire in prevalenza tramite la connessione usb, bluetooth o wifi del telefono.

-Tablet : tablet è un dispositivo che si differenzia da uno smartphone per la dimensione dello schermo (di solito maggiore dei 5″ e per la sua spiccata propensione alla navigazione ed alla gestione dei documenti. Infatti di norma non integrano un modulo telefonico per le chiamate (una eccezione è il Galaxy Tab) ma dispongono spesso di una connessione dati tramite 3G o 4G oltre che al WIFI.
Google ha sviluppato una versione apposita di Android, chiamata HoneyComb (3.X) in uscita nel 2011. Nonostante ciò esistono Tablet con Froyo.

-VGA: Il VGA (Video Graphics Array) indica una risoluzione del display pari a 640 x 480 pixel.

-WCDMA: Il WCDMA (Wideband Code Division Multiple Access) è un protocollo per la trasmissione di dati in una rete cellulare 3G.

-WVGA: Il WVGA (Wide Video Graphics Array) indica una risoluzione del display pari a 480 x 800 pixel.

-Wipe DALVIK CACHE: reset della cache di sistema. si effettua tramite recovery modificata.

-Wipe DATA (factory reset): hard reset (riportare il telefono alle impostazioni di fabbrica, cancella tutti i dati e le applicazioni presenti sul telefono, non sulla memory card). in alcune recovery il wipe del data format factory, non è un hard reset completo, ma un reset di tutti dati contenuti nel telefono, per un hard reset completo si dovrebbe fare anche il wipe del system e boot dalle impostazioni avanzate delle recovery o procedere con la procedura manuale di sequenza di tasti! per sapere come fare l’hard reset tramite combinazione di tasti consultare le guide presenti nelle rispettive sezioni del vostro smartphone.

-ZIPALIGN: forma di compressione che serve per velocizzare l’esecuzione delle applicazioni. zipalign scompatta il file apk comprime e allinea il file a 4byte di limite cosi’ android occupa meno ram per leggerlo e lo legge piu’ velocemente e poi ricrea il file .apk ^^

-GESTURE: è un particolare tipo di movimento sul touchscreen che può servire ad aprire applicazioni o a eseguire funzioni del telefono.
Ad esempio, posso creare una gesture a forma di f per aprire facebook in maniera veloce, o semplicemente strisciare il dito verso l’alto sulla home per aprire i drawer. (Grazie crimescene)

-APP DRAWER: semplicemente il menu applicazioni, accessibile tramite il tasto posto nella parte bassa del launcher che può avere un aspetto diverso a seconda del device… Sui tablet invece lo si trova in alto a destra.

 

fonte

RIPRODUZIONE RISERVATA ©