pubblicita
pubblicita

Mediatek conferma: device Android a rischio bug

pubblicita

Da giorni si parla di un possibile bug che andrebbe a mettere a rischio i device Android e adesso si ha anche una conferma ufficiale. MediaTek ha infatti ufficializzato quelle che sino a ora erano solo voci di corridoio, affermando che esiste un bug software capace di mettere a repentaglio alcuni dispositivi Android. Nello specifico, si tratterebbe dei device che montano un chipset prodotto proprio dell’azienda in questione e che hanno come sistema operativo Android 4.4 KitKat.

Mediatek conferma: device Android a rischio bug Kit Kat Android MASTER IMAGE 664x374 300x169 TechNinja

L’ammissione di MediaTek

Come si è giunti sino all’ammissione dell’esistenza del bug da parte dell’azienda creatrice del chipset “incriminato”? Nei giorni scorsi era apparso in rete un tweet sul profilo privato di un ricercatore sulla sicurezza, Justin Case, che affermava che, a causa di questo bug, chiunque potrebbe avere accesso al root di un device a rischio. Nello specifico, case ha scritto

“con l’accesso alla root si possono fare molte cose, come ad esempio avere accesso ai dati normalmente protetti da parte dell’utente o dalle altre applicazioni, spiare l’utente, monitorare le comunicazioni, ecc“.

Una bella gatta da pelare, quindi, per MediaTek che in primo momento ha cercato di non dare seguito all’affaire. Quando la questione si è sviluppata ulteriormente, facendo un po’ il giro di tutti i siti specializzati in tecnologia e non solo, l’azienda si è trovata a dover dire qualcosa e ha deciso, pertanto, di rispondere al tweet del ricercatore di cui sopra. Come? Con una sostanziale ammissione di colpa.

Mediatek conferma: device Android a rischio bug mediatek 300x165 TechNinja

pubblicita

La risposta dell’azienda

Al momento, MediaTek ha assicurato che molto presto distribuirà una patch per risolvere il problema, spiegando che tutto nasce da una funzione di debug che era stata creata per i test di interoperabilità delle telecomunicazioni. Va da sé che tale funzione sarebbe dovuta essere disattivata prima della messa in  vendita dei device, cosa che, evidentemente, non è stata fatta da tutti i produttori.  L’azienda, al momento, non ha fornito i nomi di chi non ha disattivato questa funzione, ma ha ammesso la propria colpa dichiarando quanto segue:

“Siamo consapevoli di questo problema ed è stato rivisto dal team di sicurezza di MediaTek. È stato trovato principalmente nei dispositivi con sistema operativo Android 4.4 KitKat, a causa di una funzione di de-bug creato per i test di interoperabilità delle telecomunicazione in Cina“.

Da questo momento in poi, resta da vedere come si comporterà l’azienda e bisogna capire quando verrà rilasciata la patch in questione e per quali dispositivi. Voi cosa ne pensate di tutta questa storia? Possedete un device Android potenzialmente a rischio? Fatecelo sapere nei commenti.

Seguici su Facebook, Twitter, Google+, Telegram e Youtube o via RSS per essere sempre aggiornati su tutto ciò che riguarda il mondo della Tecnologia!