Microsoft, vuoi un consiglio? Alleati con Apple!

Microsoft è certamente l’azienda che, nel panorama tecnologico mondiale, ha innovato più di tutti. Dopo un lungo letargo, costellato da insuccessi veramente eclatanti come Windows Vista, l’Azienda di Redmond ha iniziato a vedere il futuro in modo totalmente diverso. Il primo passo è stato quello di mandare a casa l’Amministratore Delegato Steve Ballmer, principale responsabile di una guida aziendale molto variegata e senza omogeneità. L’arrivo di Satya Nadella ha portato Microsoft ad orientare il suo mercato verso i servizi offerti e cercando di fare meno competizione con chi oggi, detiene una forza importante in quello che precedentemente era il suo regno.

Microsoft, vuoi un consiglio? Alleati con Apple! lazy placeholder TechNinja

È inutile negarlo: Microsoft ha perso forza sul mercato. Certo resta ancora il leader indiscusso per il settore desktop ma, nel mondo consumer la sua quota scende di anno in anno, complice la continua evoluzione del mobile che porta il pubblico verso sitemi desktop alternativi, tra tutti Apple che, ha utilizzato enormemente iPhone e iPad per far migrare la gente verso i Mac. Non è notizia di oggi che le vendite di PC, notebook e desktop scendono costantemente ma, contrariamente al trend negativo, le quote di Mac salgono, dimostrando che l’effetto trascinamento di iPhone e iPad è fortissimo.

Microsoft, vuoi un consiglio? Alleati con Apple! lazy placeholder TechNinja

Per Microsoft, Satya Nadella è l’opportunità!

Il nuovo CEO di Microsoft ha capito benissimo cosa sta accadendo nel Mondo tecnologico e infatti sta cercando di far virare la sua nave verso quello che è più logico per l’utenza. Nell’ultima intervista rilasciata [link], Satya Nadella ha sottolineato come la quota di mercato dei Windows Phone sia imbarazzante ma ha poi ribadito che la sua linea di condotta non cambierà. Per lui gli smartphone, i computer, i tablet e qualsiasi device presente sul mercato non sono altro che “nodi” utili all’utente per accedere ai suoi dati.

Microsoft, vuoi un consiglio? Alleati con Apple! lazy placeholder TechNinja

Nadella quindi punta fortemente a offrire dei servizi utili per gestire in sicurezza i dati dell’utenza e, in parte, questa strada è stata intrapresa ma sembra che dentro il Consiglio di Amministrazione di Microsoft ci sia qualcuno che gli rema contro. Ricordate l’ultimo Keynote di Microsoft? [link] l’ultimo a salire sul palco è stato proprio Satya Nadella che non ha detto nessuna parola sui device presentati ma ha solo parlato di un futuro prossimo dove Microsoft deve essere protagonista. Ha parlato di software e di servizi, una linea guida molto cara al CEO di Redmond. Proprio lui è stato il maggiore responsabile dell’arrivo dei servizi Microsoft sui dispositivi Apple aiutando di fatto l’utenza a ritrovarsi una continuità software anche con i diversi dispositivi.

Microsoft, vuoi un consiglio? Alleati con Apple! lazy placeholder TechNinja

Da questa riflessione nasce la mia idea ovvero quella di una Microsoft sempre più integrata nei vari sistemi operativi in giro per il Mondo. Una vera e propria software house che fornisce servizi software e cloud all’utenza senza nessuna restrizione e nessuna differenza di Sistema Operativo! Il primo passo verso questa completa trasformazione sarebbe un’alleanza strategica proprio con Apple!

Microsoft ed Apple: non più competitor ma complementari.

L’accordo con Apple potrebbe essere sia di tipo Business, come quello in essere con IBM, che di tipo consumer. Microsoft potrebbe ottenere uno spazio significativo dentro i dispositivi mobile di Apple in cambio di un suo passo indietro sull’hardware. Forse sto scrivendo una grandissima fesseria ma se ci pensate un attimo, tutti avrebbero da guadagnarci!

Microsoft, vuoi un consiglio? Alleati con Apple! lazy placeholder TechNinja

Apple non avrebbe più un competitor sul mercato hardware anche se, obiettivamente, i prodotti Microsoft hanno un’incidenza molto bassa ma, di riflesso, offrirebbe all’utenza mondiale un pacchetto software di livello business che solo Microsoft può offrire. Ovviamente l’accordo si potrebbe estendere anche ai sistemi desktop visto che, chiunque acquista un Mac per la prima volta, chiede subito il pacchetto Office, specialmente se migra da sistemi Windows. Microsoft d’altro canto otterrebbe più visibilità e più fidelizzazione dell’utenza presentandosi dentro ogni dispositivo Apple ed, entrambe le aziende, metterebbero in grossa difficoltà la nuova Alphabet nata dai molteplici interessi di Google.

Microsoft, vuoi un consiglio? Alleati con Apple! lazy placeholder TechNinja

Questa alleanza potrebbe accadere solo se il Consiglio d’Amministrazione di Microsoft lasciasse lavorare in autonomia Satya Nadella e non continuasse ad incaponirsi su fette di mercato che, ad oggi, sono impossibili d’aggredire! Basti pensare che sono così concentrati a produrre hardware di dubbia eccellenza, lasciando di fatto il settore gaming in mano a Sony, in quanto XBox One non ha convinto e non ha contrastato a dovere la Playstation 4; ricordiamo però che la 360 ha avuto un successo superiore a PS3. Questi fattori non fanno altro che bruciare le risorse economiche del colosso di Redmond che deve, per forza maggiore, cambiare!

Microsoft, vuoi un consiglio? Alleati con Apple! lazy placeholder TechNinja

Satya Nadella lo ha capito ma sembra essere da solo dentro quell’Azienda a combattere per una riorganizzazione di priorità che obiettivamente sono:

  1. Software e Servizi Cloud
  2. Server e sistemi di Storage Professionali
  3. Sistema Operativo Windows Multipiattaforma
  4. Settore Gaming: XBox e HoloLens
  5. Realtà virtuale e impiego nell’area Professionale di HoloLens.

Microsoft, vuoi un consiglio? Alleati con Apple! lazy placeholder TechNinja

L’Hardware è solo un retaggio che Nadella si porta dietro dalle rocambolesche avventure di Steve Ballmer. Prima cessa questo ramo inutile che non porta nulla in casa, prima potrà concentrare le forze di Microsoft su quello che è importante per l’Azienda. Un Alleanza con Apple darebbe una sferzata di energia a Microsoft e porrebbe fine ad una competizione ormai inutile visto che i loro obiettivi economici sono totalmente diversi. Inoltre la nuova arrivata, Alphabet, nata dalle molteplici risorse di Google, avrebbe così un vero rivale creato da due forze importanti e complementari. Un agonismo sano sul mercato è sinonimo di molteplici possibilità per l’utenza e quindi è un bene per i consumatori.

Chissà se le mie sono parole inutili o sono quelle di un visionario amante di questo Mondo Tecnologico. Lo sapremo solo vivendo, intanto ci gustiamo il dono di Armonia di Microsoft fatto ad Apple. Potrebbe essere un presagio?

Stay Tuned on TechNinja!

https://www.youtube.com/watch?v=TMATD2qk564