Samsung Galaxy S9, con chip Exynos, ha una pessima durata della batteria

Il Samsung Galaxy S9 alimentato dal chip Exynos ha una durata della batteria sorprendentemente bassa; ecco perchè!

La durata della batteria del Samsung Galaxy S9 è davvero poco eccezionale. Tuttavia sembra che non tutti i telefoni Galaxy S9 abbiano la stessa durata della batteria; un’indagine interessante rivela quali potrebbero essere i problemi.

Galaxy S9: batteria non eccezionale

Samsung Galaxy S9, con chip Exynos, ha una pessima durata della batteria %name TechNinja

Prima di tutto, va considerato che il Galaxy S9 è disponibile in due versioni; la prima, alimentata dallo Snapdragon 845, è quella che viene venduta negli Stati Uniti, in Cina e in Giappone. La seconda versione, invece, utilizza il chip Exynos 9810 di Samsung ed é quella destinata al resto del mondo.

Le unità di Galaxy S9 testate da Phone Arena sono quelle basate sul chip Exynos e hanno mostrato una durata della batteria inferiore rispetto al modello Galaxy S8 dello scorso anno. Il deterioramento delle prestazioni del nuovo S9 rispetto al modello precedente sono state riscontrate anche nei test di AnandTech.

Samsung Galaxy S9, con chip Exynos, ha una pessima durata della batteria %name TechNinja

Prestazioni più basse di Galaxy S8

Il primo test mostra un calo del 12% circa della durata della batteria, mentre quello di AnandTech mostra una percentuale molto più alta, pari ad oltre il 30%. Va considerato che i metodi utilizzati per i due test sono differenti ed é, quindi, naturale che anche i risultati siano differenti.

Tuttavia, entrambi confermano che la durata della batteria del nuovo Galaxy S9 é diminuita in maniera significativa.

Quale potrebbe essere la ragione?

È ovvio che il problema si trova da qualche parte, all’interno dell’architettura del chip Exynos; é proprio qui che AnandTech ha cercato una spiegazione. Utilizzando uno strumento integrato nel firmware Samsung, è possibile ridurre i core M3 fino a 1.469 MHz e ridurre anche il controller di memoria a metà velocità. Con queste modifiche, il chip ottiene effettivamente prestazioni simili a quelle del Galaxy S8 con Exynos 8895.

È interessante notare come queste impostazioni abbiano fatto sì che la durata della batteria del nuovo Galaxy S9 potesse raggiungere quella del Galaxy S8.

Problemi relativi al chipset di Exynos 9810

L’unica conclusione logica è che il problema si trovi all’interno del nuovo chip Exynos 9810; a velocità di clock elevate, utilizza più risorse rispetto alla concorrenza e sembra ci siano perdite di corrente. Tuttavia, non può essere solo un problema relativo alla velocità di clock, in quanto anche altri produttori di telefoni gestiscono i loro chip a velocità altrettanto elevate, ma non hanno questo tipo di difficoltá. Il problema, infatti, potrebbe proprio essere nel design dello stesso Exynos.

Tutto questo confermerebbe i problemi relativi alla batteria e suggerisce che si potrebbe anche prendere in considerazione l’idea di evitare l’aggiornamento al nuovo Galaxy S9, ma solo se il dispositivo é alimentato da Exynos e se si desiderano elevate prestazioni di durata della batteria.