Apple sta sviluppando display MicroLED per i suoi prossimi dispositivi indossabili

Secondo alcune indiscrezioni, Apple sarebbe al lavoro su propri display MicroLED che potrebbero essere implementati, prima di tutto, su Apple Watch.

Secondo quanto riporta Bloomberg, dopo aver sviluppato i propri processori negli ultimi due anni, Apple starebbe entrando nel mondo dei display.

Si dice che la compagnia abbia circa 300 ingegneri che lavorano su di un nuovo schermo tecnologico chiamato MicroLED nel suo stabilimento di Santa Clara. L’idea è quella di creare un display migliore, prima per i propri smartwatch e, in seguito, per i propri smartphone; forse, alla fine, Apple potrà abbandonare i fornitori di terze parti, come Samsung e LG.

Apple sviluppa MicroLED

Apple sta sviluppando display MicroLED per i suoi prossimi dispositivi indossabili %name TechNinja

Tuttavia, é bene non aspettarsi molto presto un display di questo tipo sul proprio polso. La tecnologia è incredibilmente complessa da produrre su larga scala perché, a differenza dei LED che sono semplicemente alimentati da luci dietro di loro e colorati con vetro e filtri per pixel, i microLED hanno piccoli sub-pixel che forniscono la propria luce. Tutto questo sta a significare pratiche di assemblaggio e controllo della qualità più intense.

A tal fine, l’acquisizione da parte di Apple nel 2014 della società di display tech LuxVue sarà certamente di aiuto; la società ha persino creato prototipi base di Apple Watch utilizzando gli schermi MicroLED alla fine del 2017. Tuttavia, i dispositivi con questi schermi impiegheranno almeno quattro anni per diventare ampiamente disponibili; se arriveranno nei negozi prima di questo tempo, come il Samsung da 146 pollici The Wall TV che è previsto per il lancio quest’anno, saranno ridicolmente costosi.

Apple sta sviluppando display MicroLED per i suoi prossimi dispositivi indossabili %name TechNinja

Potrebbero essere disponibili tra 4 anni

Perché tutto questo trambusto? Oltre ad avere una carta vincente di marketing sotto forma di una nuova tecnologia, Apple potrebbe vedere i suoi dispositivi sfoggiare display più nitidi, con rapporti di contrasto più elevati, una più ampia varietà di forme e dimensioni dello schermo e l’immunità all’invecchiamento che, invece, affligge gli schermi OLED.

È interessante notare il fatto che Apple si stia concentrando sulla produzione interna; oltre ad avere un maggiore controllo sui costi, questo contribuirà anche a differenziare i suoi prodotti. I chip di Apple hanno aiutato l’azienda ad aggiungere funzionalità di sicurezza ai suoi laptop, oltre a migliorare la qualità delle immagini delle sue fotocamere FaceTime nel nuovo iMac Pro.