MWC 2018: Asus rilascia la famiglia ZenFone 5

Asus ha svelato tre nuovi dispositivi della famiglia ZenFone 5: ecco le principali caratteristiche!

I dispositivi ZenFone di Asus sono in circolazione da circa 4 anni e offrono i loro set di interessanti funzionalità, sia sui telefoni di fascia media che su quelli di punta. Molti di essi sono incentrati sulla fotocamera, con messa a fuoco laser e obiettivi grandangolari o zoom ottico 2x, già presenti nel portfolio dell’azienda.

Nuova famiglia ZenFone 5

In occasione del MWC 2018, Asus ha lanciato la nuova generazione di telefoni ZenFone: ZenFone 5, ZenFone 5Q (ZenFone 5 Lite in alcuni mercati) e l’ammiraglia ZenFone 5Z.

Design e Display

MWC 2018: Asus rilascia la famiglia ZenFone 5 Schermata 2018 02 27 alle 22.26.14 TechNinja

Tutti e tre i nuovi ZenFone presentano uno schermo molto alto con cornici minime ed un rapporto schermo-corpo estremamente alto. Ciò che si nota immediatamente, tuttavia, è che sia ZenFone 5 che ZenFone 5Z hanno abbracciato il linguaggio di design della lunetta proprio di iPhone X; lo schermo, infatti, raggiunge la parte superiore del telefono, ma c’è un ritaglio che contiene la fotocamera anteriore, i sensori e l’auricolare.

La parte posteriore di ZenFone 5 e 5Z mostra la caratteristica finitura circolare in metallo spazzolato di Asus, con i riflessi che attirano l’attenzione sullo scanner delle impronte digitali nidificato sul retro. ZenFone 5Q, invece, non ha la stessa finitura appariscente dei due modelli, ma è comunque realizzato da un sandwich di vetro. Sfortunatamente, in tutti e tre i modelli non è presente il jack per le cuffie.

ZenFone 5 e ZenFone 5Z sfoggiano uno schermo IPS da 6.2 pollici con un rapporto di aspetto 19: 9 ed una risoluzione FHD + (1080 x 2280) che consente di ottenere immagini nitide. ZenFone 5Q è leggermente più piccolo, con uno schermo IPS 18: 9 da 6 pollici ed una risoluzione FHD + di 1080 x 2160 pixel.

Asus, per ridurre l’affaticamento della vista dei suoi utenti, ha incluso un filtro per la luce blu in tutta la famiglia ZenFone 5; quindi, grazie alla temperatura automatica del colore, i dispositivi calibreranno automaticamente i colori dello schermo in base al tipo di ambiente in cui si vengono a trovare. La stessa caratteristica, il True Tone Display, è presente in iPhone 8, iPhone X e iPad Pro.

Hardware e fotocamere

ZenFone 5 ha un hardware di livello medio-alto dal momento che è alimentato dall’octa-core Snapdragon 636, in grado di raggiungere velocità fino a 1.8 GHz. Ha una memoria interna di ben 64 GB ed è disponibile nelle varianti con 4 GB di RAM o 6 GB di RAM.

Il flagship ZenFone 5Z è alimentato dallo Snapdragon 845 ed è disponibile in tre modelli diversi:

  1. 64 GB di spazio di archiviazione e 4 GB di RAM;
  2. 128 GB di spazio di archiviazione e 6 GB di RAM;
  3. 256 GB di spazio di archiviazione e 8 GB di RAM.

Infine, ZenFone 5Q, che è la versione più economica, è alimentato dal chipset Snapdragon 630; è caratterizzato da 4 di RAM e offre 64 GB di spazio di archiviazione.

Proprio come nella passata generazione di ZenFone, a seconda del modello vi sono diverse configurazioni della fotocamera.

MWC 2018: Asus rilascia la famiglia ZenFone 5 Asus ZenFone 5 and ZenFone 5 Lite in pictures 1 TechNinja

ZenFone 5 è dotato di una doppia fotocamera sul retro, con un sensore principale da 12 MP ed un’apertura dell’obiettivo F1.8 piuttosto ampia che si prende cura della maggior parte degli scenari; Asus sostiene che sia in grado di fare ottimi scatti al buio. Il sensore secondario è caratterizzato, invece, da un sensore da 8 MP con obiettivo grandangolare da 120 gradi. La fotocamera anteriore da 8 MP garantisce la riuscita di buoni selfie.

Il modello 5Z ha la stessa configurazione del modello base.

ZenFone 5Q ha due fotocamere nella parte posteriore e due nella parte anteriore con lenti normali e grandangolari. La fotocamera principale sul retro ha un sensore da 16 MP, mentre quella anteriore ha un sensore da 20 MP per selfie super-dettagliati.

Intelligenza Artificiale

AI è stata la nuova parola d’ordine per mesi e anche Asus non vuole essere da meno. La famiglia ZenFone 5, infatti, ha un sacco di funzioni automatizzate che Asus chiama guidate dall’IA. Ad esempio, la modalità Auto della fotocamera sarà in grado di selezionare le migliori impostazioni di scena su 16 già preimpostate, in base alle attuali e differenti esigenze e condizioni; tre scene sono dedicate al testo, al codice QR e al treppiede. Poi, ce ne sono due separate riservate a cani e gatti, per un totale di 16 scene.

Una funzione di apprendimento fotografico AI cercherà di modificare le foto in base ai gusti dell’utente e applicherà, in futuro, le impostazioni che pensa potranno piaceranno in futuro. Tutti e tre i telefoni sono in grado di scattare ritratti con uno sfondo sfocato, attribuito anche ad AI.

Inoltre, è presente anche AI Boost che, una volta attivato, migliorerà un po’ le prestazioni del telefono, spremendo le prestazioni extra che potrebbero essere necessarie per i giochi o per qualsiasi altra attività.

Infine, c’è una carica intelligente governata dall’IA in grado di regolare le correnti di carica in modo, quindi, che la durata della batteria del telefono sia mantenuta al massimo nel corso del tempo.

Suono ed interfaccia utente

MWC 2018: Asus rilascia la famiglia ZenFone 5 P1150575 TechNinja

ZenFone 5 e ZenFone 5Z sono dotati di un incredibile set di altoparlanti stereo; con i grandi diffusori a 5 magneti ed i singoli amplificatori dedicati a ciascun diffusore, i dispositivi non solo raggiungono volumi più alti, ma hanno anche meno distorsione.

Per quanto riguarda l’interfaccia, Asus ha annunciato che si atterrà al suo software ZenUI installato su Android, ma afferma che l’ultima build, ZenUI 5, è la più pulita che abbia mai avuto. Non ci saranno applicazioni duplicate per browser Internet, email, tastiera o messaggistica e questo significa che Asus utilizzerà Google Chrome, Gmail, Gboard e Google Messenger come app predefinite. Le uniche applicazioni di terze parti saranno Facebook e Instagram.

Anche nella nuova famiglia di ZenFone, come in iPhone X e Samsung Galaxy 9, è stata introdotta una funzione di emoji animata chiamata ZenMoji; l’offerta di Asus sembra funzionare in maniera molto simile ad Animoji, ma permette di usare le animazioni anche in applicazioni di terze parti e, persino, di trasmettere in streaming il proprio avatar ZenMoji.

Tutti e tre i dispositivi, infine, supportano Face unlock.

Aspettative e prezzi

La famiglia ZenFone 5 verrà lanciata presto; al momento non vi sono prezzi ufficiali, ma il flagship ZenFone 5Z partirà da 499 dollari.