Nel 2017 Google ha rimosso oltre 700.000 applicazioni dannose

Da un'applicazione torcia che, in realtà, ruba denaro ad un falso WhatsApp, scaricato da milioni di persone, è stato un anno impegnativo per il team di sicurezza di Google che nel 2017 ha rimosso oltre 700.000 applicazioni dannose.

Cercare di eliminare applicazioni dannose è uno sforzo senza fine per Google, anche se sta diventando sempre più facile.

Ieri, il gigante della tecnologia ha affermato di aver rimosso oltre 700.000 applicazioni dal Google Play Store nel 2017, con un aumento del 70% rispetto al 2016. Oltre 2 miliardi di dispositivi Android in tutto il mondo si affidano alle applicazioni, sia per ordinare una pizza o per cercare di catturare Pokemon; tuttavia, nonostante molte utili funzioni, ve ne sono altre che sono potenzialmente dannose. 

Rimosse applicazioni dannose dal Play Store

Lo scorso aprile, ESET, una società di sicurezza, ha scoperto che un’applicazione apparentemente inoffensiva di torcia elettrica, presente sul Google Play Store, era in realtà un malware dedito a rubare informazioni bancarie. Avast, un’azienda antivirus, ha riscontrato lo stesso malware su diverse applicazioni, come nei giochi di Solitaire. Lo scorso settembre, Google ha dovuto eliminare 50 applicazioni scaricate milioni di volte, prima che il malware venisse scoperto.

Nel 2017 Google ha rimosso oltre 700.000 applicazioni dannose lenovotab4 google play store TechNinja

Google sta migliorando il rilevamento delle app dannose

Nonostante queste applicazioni riescano a penetrare nel mercato di Google, la società ha dichiarato che il 99% delle app con contenuti offensivi è stato identificato e rifiutato prima che chiunque potesse installarli.

Google è stata in grado di fare tutto questo attraverso l’apprendimento automatico, progettato proprio per eliminare le applicazioni con contenuti inappropriati, malware e imitazioni. L’algoritmo, quindi, è in grado di rilevare i recidivi e tutti gli sviluppatori che cercano di abusare del sistema.

Rimosse molte applicazioni copia

La maggior parte delle applicazioni eliminate erano copie create dagli sviluppatori che cercavano di mungere il successo delle applicazioni più popolari; Google ha dichiarato di aver rimosso più di 250.000 applicazioni copia nel 2017. Una versione falsa della popolare chat WhatsApp è stata scaricata almeno 1 milione di volte prima che Google la rimuovesse, lo scorso novembre.

Google ha dichiarato che sta migliorando ulteriormente questo tipo di rilevamento grazie al suo nuovo algoritmo; inoltre, la società ha dichiarato che attraverso l’utilizzo di Google Play Protect, in grado di eseguire la scansione del telefono, è stato possibile ridurre il numero di app potenzialmente dannose di dieci volte, rispetto al 2016.