CES 2018: a porte chiuse, Samsung ha presentato i telefoni con display pieghevoli

Come suggerito poco tempo fa, Samsung ha presentato a porte chiuse alcuni prototipi del prossimo smartphone pieghevole.

Le fiere rappresentano un’opportunità perfetta per i produttori per poter valutare l’opinione degli utenti sui prodotti futuri. Secondo alcune informazioni interne ed anonime, Samsung ha approfittato di questo metodo al CES 2018 per mostrare, a porte chiuse, i progressi sull’atteso prototipo di smartphone pieghevole. 

Prototipo di smartphone pieghevole

Durante la fiera si è parlato di questo tipo di device che, per la loro complessità di realizzazione, potrà farsi vedere agli utenti non prima del 2019. 

Uno di questi device di cui si è tanto parlato diventerà, probabilmente, il tanto atteso Galaxy X. Apparentemente, l’unità dimostrata presentava un display da 7.3 pollici, con qualcosa vicino ad un rapporto di aspetto 21: 9 che si piega a metà. Questo design si allinea perfettamente con tutte le precedenti indiscrezioni e con le informazioni sui brevetti trapelate dal web. Lo stesso vale per il meccanismo pieghevole. Essenzialmente, si tratta del classico design a conchiglia anche se, probabilmente a causa di alcune limitazioni tecniche, le due metà del portatile non si piegano perfettamente l’una sull’altra.

Per quanto riguarda l’altra unità demo, la stessa fonte la descrive come un dispositivo pieghevole verso l’esterno, con una curva significativamente più delicata rispetto all’altra. Apparentemente, i rappresentanti Samsung hanno spiegato che questo design soffre ancora di alcuni problemi di durabilità e, probabilmente, avrà bisogno di ulteriori perfezionamenti; per questo, potrebbe essere offerto come prodotto pieghevole di seconda generazione.

Parlando di tempi, le informazioni trapelate sono concordi a quelle già suggerite poco fa; l’azienda svilupperà schermi pieghevoli entro marzo e produrrà i pannelli a settembre. La produzione di massa del prodotto finale dovrebbe iniziare a novembre.