Google ha acquisito il team Pixel di HTC

Dopo le indiscrezioni, è finalmente arrivato l'annuncio ufficiale: Google ha acquisito il team Pixel di HTC per 1,1 miliardi di dollari.

Come riferito questa mattina, Google ha acquisito una parte di HTC, in particolare il Team Pixel, per 1.1 miliardi di dollari.

Questi futuri compagni di Google sono persone incredibili, con le quali abbiamo già lavorato sulla linea di smartphone Pixel e siamo entusiasti di vedere cosa possiamo fare insieme come una vera squadra.

ha scritto Rick Osterloh, responsabile hardware di Google.

L’accordo tra Google e HTC è realtà

Google ha acquisito il team Pixel di HTC jbareham 160926 1228 0206.0 TechNinja

L’accordo include anche una licenza non esclusiva per la proprietà intellettuale di HTC.

HTC non sta passando un momento molto felice e il denaro appena incassato da Google servirà a dare un po’ di respiro all’azienda; inoltre, l’azienda taiwanese ha già confermato di essere al lavoro sul successore di HTC U11, anche se al momento non ha rivelato alcun dettaglio in proposito.

HTC continuerà a produrre smartphone

L’amministratore delegato di HTC, Cher Wang, ha affermato che

questo accordo garantirà un’innovazione continua all’interno di HTC smartphone e della realtà virtuale Vive.

Questa è la seconda volta che Google si cimenta in un grande acquisto che coinvolge un produttore di smartphone. Sei anni fa, Google aveva annunciato l’acquisto di Motorola Mobility per 12.5 miliardi di dollari.

Google ha preso più seriamente la responsabilità dello sviluppo hardware lo scorso anno, grazie all’esordio dei suoi smartphone Pixel e Pixel XL, Google Home e Google Wifi. HTC ha prodotto entrambi i Pixel del 2016, progettati e commercializzati come dispositivi Google; fondamentalmente, HTC si è comportato come un imprenditore silenzioso.

L’acquisto di questo team di HTC sta a significare che Google sarà pronto a sfidare direttamente i partner Android, tra cui Samsung, LG, Huawei. Questa mossa potrebbe portare Google più vicino al raggiungimento della sinergia hardware / software che ha funzionato così bene per Apple e il suo iPhone, anche se HTC e altri produttori di smartphone Android utilizzano ancora processori off-the-shelf e altri componenti nei loro portatili.