Whatsapp, a Singapore gli hacker sferrano un nuovo colpo

pubblicita

Whatsapp, il noto sistema di messaggistica, sarebbe stato infettato da un nuovo virus in circolazione.

Whatsapp, a Singapore gli hacker sferrano un nuovo colpo. Con quasi un miliardo di utenti attivi, Whatsapp domina i sistemi di messaggistica istantanea, seguito da Telegram, che continua a mordere le caviglie vantando numerosi vantaggi a rispetto al suo diretto avversario.

Ovviamente, oltre ai clienti che utilizzano il servizio esclusivamente per inviare o ricevere messaggi, c’è anche chi tenta di spingersi oltre, come gli hacker. Gli esperti informatici e gli smanettoni, infatti, hanno una fissazione: analizzare un servizio e tentare d’infiltrarsi all’interno, approfittando delle possibili falle nei sistemi di sicurezza.

Whatsapp, a Singapore gli hacker sferrano un nuovo colpo lazy placeholder TechNinja

Per quanto riguarda Whatsapp, le azioni compiute dagli hacker spesso sono tristemente famose, soprattutto per le tasche di molti sfortunati utenti.

A tal proposito ci teniamo ad informarvi su quello che è successo a Singapore: un gruppo di esperti informatici ha trovato il modo per violare migliaia di carte di credito, estrapolandone i dati attraverso dei raggiri somministrati agli utenti sotto forma di innocenti aggiornamenti.

Questo malware, che grazie alla rete si sta diffondendo a macchia d’olio, è capace di intaccare, tra gli altri, anche i sistemi di sicurezza di Whatsapp. Il virus si manifesta innocentemente come un aggiornamento dell’app stessa e di Adobe Flash Player; il codice identificativo del malware in questione è Andr/InfoStl-AZ e Andr/InfoStl-BM.

Una volta effettuato il download del presunto aggiornamento, vi verranno chieste le autorizzazioni di amministratore, fin quando non sarete costretti a cliccare “Accetta“.

E’ questo il punto in cui il virus inizia a funzionare: da quel momento in poi, appariranno continuamente finestre nelle quali vi sarà chiesto di inserire i dati della carta di credito o del conto corrente, per “portare a termine l’aggiornamento”.

Per il momento, le principali vittime di questo virus sono gli smartphone Samsung, ma non è escluso che il malware possa infettare anche altri dispositivi. Per questo, vi invitiamo ad evitare siti in cui compaiono molte finestre pop-up o che sono etichettati come “pericolosi”.

Il nostro augurio è che nessuno di voi incappi in questa trappola, ma fateci sapere nei commenti se dovesse comparire un aggiornamento “strano” e, nel caso, come si presenta.

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Telegram e Youtube per essere sempre aggiornati su tutto ciò che riguarda il mondo della tecnologia!

VIA | Neurogadget