Una delle caratteristiche che, a mio giudizio, rappresenta il vero punto di forza della piattaforma iOS, consiste nella stretta integrazione tra i vari dispositivi della mela, integrazione che passa attraverso la completa sincronizzazione dei dati in maniera automatica attraverso iCloud. iCloud è la nuvola della mela, che permette di mantenere sempre aggiornate app, backup dei dati, foto musica ecc.. In attesa che Google si svegli e faccia un passo avanti in questa direzione (attualmente i servizi mi sembrano troppo separati, senza un filo comune che li unisca), in questa piccola guida vi spiegherò come cercare di ricreare i medesimi servizi disponibili nella mela su piattaforma android. Vi ricordo che iCloud rappresenta, come da tradizione Apple, una piattaforma chiusa e limitata esclusivamente ai dispositivi di Cupertino, e pertanto dimenticatevi ogni interoperabilità con Android. Da buoni nerd però, vedremo come sia possibile cercare di replicare questa integrazione tra un device android ed un normale pc.

 

Sincronizzazione dei preferiti.

Per gli utilizzatori di iDevice e Mac, safari rappresenta una vera e propria manna dal cielo. iCloud infatti permette di sincronizzare i preferiti tra device e mac, e la comodissima lista “elenco lettura” permette di salvare le pagine che più ci interessano per leggerle in seguito. Chrome browser può permetterci di fare una cosa simile (LINK android, LINK PC).

iCloud su Android: Guida passo passo unnamed

 

 

per sfruttare le proprietà di sincronizzazione, ci basterà installarlo sul nostro smartphone e pc, ed accedere con lo stesso account gmail. Una volta aperta una pagina sul nostro smartphone, la ritroveremo sul nostro pc, alla voce schede recenti:

 

iCloud su Android: Guida passo passo Schermata 2014 03 16 alle 09.54.46 253x300

Inoltre Chrome si occuperà di salvare le password dei moduli web visitati, funzione questa di iCloud Keychain.

 

Sicronizzazione Foto

 

Qui iCloud rappresenta a mio avviso una eccellenza. Scattare una foto su iPhone e ritrovarsela su iPad o Mac (iPhoto), è un qualcosa di comodissimo. L’ottima interfaccia di iPhoto con anteprima a tutto schermo poi, rende davvero comodissimo sfogliare le foto su Mac, o Perfino in tv grazie ad AppleTV.

Dropbox fa qualcosa di simile. Per replicare quanto appena detto per iCloud, vi basterà installare dropxbox (LINK Android, LINK PC), ed accedere con un account dropbox (la registrazione gratuita vi darà diritto a 5 gb di spazio). Una volta installatolo su Android, dando gli opportuni permessi (che trovate nella sezione account – dropbox), ed attivando il caricamento automatico, farete si che ogni foto scattata dal vostro device android vada a finire direttamente nella cartella “Camera Uploads“. Tale cartella sarà facilmente visibile anche dal vostro mac o PC, o addirittura da internet!

iCloud su Android: Guida passo passo Schermata 2014 03 16 alle 10.25.04 300x197

 

iMessage: Ecco un valido sostituto

Mi ripeterò ancora una volta. Lo so, sono prolisso e vi chiedo scusa. Ma è una imbarazzante comodità poter inviare messaggi dal proprio telefonino (solo vero altri possessori di melafonino), e riprendere la discussione su Mac o su iPad. iMessage, il servizio di messaggistica gratuita che usa la connessione internet del vostro smartphone, risulta un qualcosa di assolutamente essenziale e naturale nella società attuale, che è fatta di comunicazione.

Telegram in questo caso fa al caso vostro, con il vantaggio di poter utilizzare anche client su PC o addirittura su internet (LINK al mio articolo).

Musica ovunque: Utilizziamo Google Music

iOS sincronizza in automatico la musica acquistata permettendo di ascoltarla pure in streaming su iPad, Mac, iPod o AppleTV. Per ottenere la stessa cosa, vi consiglio di utilizzare l’app Google Play Music (LINK Android, LINK PC). Ovviamente dovrete avere un account gmail. Potrete cosi’ ascoltare la vostra musica in streaming e persino scaricarla sul vostro device. La musica non deve essere necessariamente acquistata, ma può essere caricata dal PC, con un limite per la versione gratuita di 20.000 brani.

iCloud su Android: Guida passo passo Google Music

Pages, Numbers, Keynote: I tuoi files di lavoro.

Pages Numbers e Keynote, ovvero le alternative della Mela alla più famosa suite office, permettono, sempre attraverso iCloud, di sincronizzare i vostri documenti, modificarli anche in cooperazione, e di condividerli tra i vostri dispositivi iOS ed OSX. Esiste anche la versione web che attualmente risulta in fase beta. Sopperire a questa carenza, Drive (LINK PC, LINK ANDROID). In realtà quanto visto per il buon Dropbox a proposito delle foto, vale pure per Drive. Con l’unica differenza che Drive permette anche di condividere documenti e modificarli online attraverso google documents.

iCloud su Android: Guida passo passo 03WYEBeD1CdYtfYW9iRre rp3oVK8vRu6paQEyCf2xVLHU7i4Z9QfwNhwufi5kZkTGMh900 300x187

 

Sincronizzare le note: Usiamo Gnotes

Alzi la mano chi nella sua vita non ha mai dovuto prendere appunti in maniera veloce (un numero di telefono, un piccolo promemoria). A tal proposito l’app Note dei dispositivi iOS risulta un qualcosa di eccezionale: veloce, pratica, intuitiva, e l’immancabile iCloud si occupa di sincronizzare gli appunti stessi tra iDevice e Mac.

Gnotes rappresenta una valida alternativa, permettendoci la sincronizzazione delle note con la sezione “note” di gmail (LINK ANDROID). Le note saranno facilmente reperibili via web (da gmail, a sinistra scegliamo “note”).

iCloud su Android: Guida passo passo M2xhum8CSsOA6ZrvtPGnuG867TUzVBbp95Bi0chRf27az XzS3kXb2 nFYImKoI85t0w300

 

Penso sia tutto. Un’ultima considerazione: Sebbene questa guida permetta di arrivare allo stesso scopo, il mezzo e’ profondamente diverso. Come avrete notato, dovremo installare tante applicazioni. iCloud permette di fare il tutto in modo sempliceed automatico. In più iCloud ci permeterà di effettuare il backup dei dispositivi, e soprattutto delle impostazioni effettuate nei vari iDevice.

 

Google dovrà puntare su questo nel venturo Android 5.0, o ritengo perderà una considerevole mole di utenti che non e’ disposta a smanettare e cercare software a destra ed a manca.

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA ©