Microsoft, così Cortana verrà implementata su dispositivi esterni

Durante l'evento Build 2017, in programma oggi, Microsoft ha mostrato come Cortana si comporterà con dispositivi diversi da pc e smartphone

Già da tempo l’assistente virtuale sviluppata da Microsoft, e chiamata Cortana, è disponibile sui sistemi Windows 10 e su Xbox One, permettendo all’utente di impartire ai propri dispositivi i più vari comandi vocali, o ricordandogli impegni ed eventi salvati.

Microsoft, così Cortana verrà implementata su dispositivi esterni Microsoft Cortana TechNinjaIn un futuro prossimo, tuttavia, Cortana potrebbe slegarsi da PC, console e smartphone, e approdare sui più variegati dispositivi: durante l’evento Build 2017, che si sta tenendo in queste ore, Microsoft sta mostrando al mondo come ciò avverrà, e come gli assistenti virtuali modificheranno la vita di tutti i giorni.

Microsoft Cortana, come funzionerà

Uno dei primi dispositivi ad avere a bordo Cortana, pur non essendo un vero e proprio pc, sarà lo speaker Harmon Kardon Invoke, che arriverà in autunno, prodotto da Harmon Kardon in collaborazione Microsoft.

La stessa Microsoft ha mostrato che Cortana, oltre ad avere classiche funzioni come l’avviso di eventi programmati e la pianificazione di viaggi e impegni, già presenti su altri assistenti come Alexa di Amazon e Assistant di Google, sarà dotata di feature uniche, chiamate Cortana Skills.

Microsoft, così Cortana verrà implementata su dispositivi esterni 2040 VRG0065 TechNinjaLe Cortana Skills permetteranno all’assistente di Microsoft di interfacciarsi anche con programmi esterni, riducendo quindi le “linee di discontinuità” d’uso che si avrebbero passando da una attività all’altra.

Il gap causato dal passaggio da un’attività all’altra verrà ridotto anche quando si sarà costretti ad usare diversi dispositivi, tutti dotati di Cortana, in diversi momenti della giornata: in questo modo, l’assistente presente sullo smartphone o sul notebook sarà in grado di recuperare i dati, le richieste e le ricerche effettuate durante il precedente viaggio in auto, così da permettere all’utente di risparmiare tempo prezioso e di avere sempre a disposizione ciò di cui necessita, senza badare a sincronizzazioni e altri processi vari di abbinamento.