Periscope, arriva su Android il supporto ai video a 360 gradi

Sarà possibile condividere anche le proprie dirette, a patto però di avere una videocamera compatibile

Il futuro dei contenuti multimediali è a 360 gradi, letteralmente: da qualche anno a questa parte, infatti, i principali canali di diffusione di contenuti multimediali (Facebook, YouTube, ma anche Street View, che si aggiorna con nuovi standard) hanno reso possibile visualizzare e condividere foto e video panoramici, che garantiscono una immedesimazione senza precedenti.

Periscope, arriva su Android il supporto ai video a 360 gradi photorealistic logo TechNinjaDopo l’arrivo sulla versione iOS qualche tempo fa, oggi anche Periscope per Android ha introdotto la possibilità di vedere dirette video a 360 gradi o, ma per ora solo per pochi, la possibilità di condividere i propri video full immersion.

Periscope, condizioni e dispositivi compatibili

Una volta aperta l’app Periscope, che ricordiamo è un servizio offerto da Twitter, sarà possibile selezionare i video a 360 gradi cliccando sul simbolo “Live 360”: è altresì possibile pubblicare le proprie dirette a 360 gradi, ma in questo caso la situazione si complica.

Infatti, è necessario avere a propria disposizione una cam 360° compatibile con sistemi Android e, allo stesso tempo, supportata da Periscope: al momento, l’unico dispositivo che soddisfa entrambi i requisti è la Insta360 Air, una videocamera a 360 gradi acquistabile per una cifra vicina ai 150 euro.

Periscope, arriva su Android il supporto ai video a 360 gradi instaair 1 TechNinjaIn alternativa, è possibile avvalersi dell’opzione “Periscope Producer”, quella riservata ai grandi canali di diffusione e che permette di utilizzare anche più di una videocamera (esterna), contemporaneamente: una scelta poco pratica, dal momento che “Periscope Producer” supporta solo prodotti professionali e estremamente costosi, che arrivano ad avere, per capirci, anche prezzi a tre zeri.

Nei prossimi mesi, però, è prevista una ondata di nuovi dispositivi, dal momento che le cam in grado di effettuare riprese a 360 gradi verranno utilizzate sempre più, sia per la registrazione di semplici video, sia anche a supporto dei nuovi sistemi per la realtà virtuale.