Apple utilizzerà gli stessi strumenti usati da Tesla per testare le proprie batterie

Apple starebbe lavorando allo sviluppo di batterie più longeve, a confermarlo la recente acquisizione delle apparecchiature della startup canadese Novonix, la prima collaboratrice nella ricerca delle batterie di Tesla.

Nella giornata di oggi, Tesla ha annunciato di aver sviluppato un nuovo tipo di batterie capaci di offrire il doppio della durata sui propri veicoli, in anticipo di ben quattro anni  rispetto le previsioni, grazie alla collaborazione con la startup canadese Novonix. Secondo quanto riportato nelle ultime ore, Apple avrebbe acquistato la stessa tecnologia usata da Tesla per testare le proprie batterie, con lo scopo di incrementare la durata della batteria dei propri dispositivi.

Lo sviluppatore di questa tecnologia innovativa è attribuita al noto ricercatore Jeff Dahn, al quale sono state accreditate parecchie invenzioni che hanno consentito lo sviluppo sinergico delle celle agli ioni di litio, l’attuale sistema utilizzato da Tesla per i propri veicoli elettrici. Dahn ricopre attualmente il ruolo di capo ricercatore presso la Dalhousie University, lavorando in collaborazione con il team di ricerca di Tesla, con la quale ha firmato un contratto di partnership lo scorso anno.

Apple utilizzerà gli stessi strumenti usati da Tesla per testare le proprie batterie novonix strumenti batterie TechNinja

Apple: i prossimi iPhone avranno batterie più longeve?

Con questo accordo, Tesla ha investito in un nuovo laboratorio di ricerca vicino al gruppo di Dahn vicino ad Halifax in New Scotland. Il team del ricercatore sta attualmente lavorando a nuove tecnologie per incrementare la durata delle batterie, grazie allo sviluppo di nuovi sistemi per monitorare accuratamente lo stato di carica e di scarica delle celle a ioni di litio, per individuare le cause di degrado e prevedere la longevità.

Lo sviluppo di queste nuove attrezzature è stato affiancato alla collaborazione con i ricercatori di Tesla, che ha consentito l’avvio di un progetto personale parallelo. Infatti, mentre una parte del team di ricercatori ha continuato la partnership con l’azienda di veicoli elettrici, l’altra parte ha avviato una società per commercializzare macchine capaci di testare lo stato di sviluppo delle batterie, la Novonix.

Apple utilizzerà gli stessi strumenti usati da Tesla per testare le proprie batterie tesla batterie ioni di litio TechNinja

Il sistema prodotto dalla startup canadese è dotato di 40 canali di caricatori a precisione ultra elevata. Come evidenziato da Dahn, infatti, la nuova tecnologia, sviluppata dai ricercatori canadesi, offre un metodo ultra preciso per misurare l’efficienza delle celle con un tasso di precisione compreso tra i 10 e i 50 ppm. Questi sistemi hanno una corrente massima di 2 Amp per una gamma di 0-5 Volt con un sensore di temperatura integrato su ogni canale.

Durante una conferenza tenuta al MIT agli inizi della settimana, Dahn ha confermato che Apple rientrerebbe nel gruppo di aziende clienti della Novonix. Infatti, pare che differenti produttori di batterie faccia già parte dei clienti della startup canadese, tra cui l’azienda cinese ATL, uno dei principali fornitori di batterie della compagnia di Cupertino.