Facebook: strumento di traduzione 9 volte più veloce rispetto ai competitor

Facebook sta mettendo a punto un nuovo e più evoluto strumento di traduzione, che andrà a sbaragliare la concorrenza. Di cosa si tratta?

Lo strumento traduzione di Facebook potrebbe diventare uno dei migliori in assoluto in rapporto ai vari competitor.

Nello specifico, uno dei progetti su cui il team di Facebook sta investendo maggiormente per quel che concerne il settore della ricerca AI è proprio quello che riguarda la traduzione. Dato che i social sono utilizzati da persone di tutto il mondo, che scrivono e comunicano in diverse lingue, quello dell’idioma differente potrebbe essere un ostacolo.

Ecco perché il team di Zeckerberg ha prontamente provveduto a mettere in piedi un validissimo sistema di traduzione automatico, tra i migliori attualmente in circolazione. Si badi bene che, al momento, si tratta solo ed esclusivamente di un progetto e, pertanto, tutto questo è in fase di test. Vedremo se verrà, o meno, integrato sulla piattaforma.

Strumento traduzioni Facebook novità

Ecco, quindi, che risulta utile andare a vedere da vicino cosa porta con sé questo interessante progetto. Come è noto, Facebook utilizza già l’Intelligenza Artificiale al fine di andare a tradurre in maniera automatica quelli che sono gli aggiornamenti di stato che vengono redatti in lingue differenti da quelle dell’utente. Tuttavia, ora si vuole fare un balzo in avanti e si vuole cercare di applicare il tutto anche ad ambienti reali. Come sappiamo, un conto sono le notizie e un altro sono, ad esempio, le chat, più colloquiali e infarcite di slang. Proprio per questo motivo al momento Facebook è impegnato in un progetto di grande interesse, che è quello di costruire un vero e proprio vocabolario dello slang, in modo tale da andare anche a tradurre quelli che sono i vocaboli più colloquiali.

Facebook: strumento di traduzione 9 volte più veloce rispetto ai competitor gettyimages 512016178 TechNinja

Le traduzioni che si basano su AI utilizzano, normalmente, un sistema che sfrutta le RNN, che sono le reti neurali ricorrenti. Il tutto si vuole, invece, sostituire con un sitema CNN, ossia a reti neurali convolutive. Questo significa che non si andranno più a tradurre i testi parola per parola in sequenza, da sinistra a destra della frase, bensì che si utilizzerà un nuovo metodo, che terrà in considerazione anche la struttura logica della frase. In questo modo, la traduzione risulterà essere estremamente migliore.