Apricity OS: cessato lo sviluppo

Purtroppo dobbiamo dare la triste notizia che il sistema operativo Apricity OS non verrà più sviluppato.

Negli ultimi anni abbiamo avuto modo di vedere approdare diverse nuove distribuzioni basate su Arch Linux,come, ad esempio: Manjaro, Antergos, Bridge ed ArchBang.
Apricity OS era, esattamente come quelle citate, una distribuzione basata su Arch che aveva raggiunto anche una discreta popolarità tra gli utenti GNU/Linux.
Quando non sono passati neanche 20 mesi dal primo rilascio, avvenuto nel Settembre del 2015, Apricity OS è ufficialmente venuto a mancare all’affetto dei propri cari e non verrà sviluppato ulterioromente.

Il successo del sistema operativo era dovuto all’interfaccia grafica molto pulita e intuitiva, oltre al fatto di essere una delle distro che forniva in tempi più rapidi i packages aggiornati nei repositories.

Malauguramtamente il destino è ineluttabile e sembra che il team di sviluppo al lavoro dietro ad Apricity OS non abbia più il tempo fisico per poter portare avanti il progetto con la giusta qualità, e stanno incoraggiando gli utenti a continuare ad utilizzare Linux scegliendo un’altra distribuzione.

Apricity, terminato ufficialmente lo sviluppo

Apricity OS: cessato lo sviluppo arch linux based apricity os 1024x551 TechNinja

Gli sviluppatori si augurano che vi sia piaciuto il loro sistema operativo e che continuerete ad utilizzare Linux in futuro, purtroppo il tempo per sviluppare Apricity non è più dalla loro parte. È stato un privilegio, per loro, lavorare per la community che ha reso questa esperienza davvero incredibile per tutto il team, questo quanto dichiarato dagli sviluppatori, all’interno di un canonico e rispettoso annuncio sul sito ufficiale.

Per gli utenti di Apricity OS che si stiano chiedendo cosa succederà a breve: molto banalmente non verranno più rilasciati aggiornamenti di sistema nè tantomeno patch di sicurezza.
Potrebbe essere possibile utilizzare i repo di Arch Linux per poter ricevere eventuali aggiornamenti futuri. Rimane comunque una remota possibilità che qualcuno si faccia avanti e prenda il controllo dell’intero progetto.
Non verranno più rilasciate ISO e, allo stato attuale delle cose, nessuno ha richiesto un fork per poter proseguire nello sviluppo.