Google, Android Pay implementerà il riconoscimento facciale

L'analisi del codice sorgente di una nuova versione dell'app rivela una funzione chiamata Visual ID, che permette l'accredito dei punti fedeltà grazie al riconoscimento facciale

Dimenticate banconote, monete, ma anche carte di credito e bancomat: il futuro dei pagamenti è a misura di smartphone. Il processo di digitalizzazione dei trasferimenti di denaro continua inesorabile la sua corsa, trovando il benestare di colossi dell’informatica e della finanza.

Google, Android Pay implementerà il riconoscimento facciale MasterCard facial recognition app 840x464 TechNinjaQualche settimana fa, ad esempio, Google e PayPal hanno raggiunto un accordo per velocizzare i pagamenti tramite Android Pay: un passo importante, che potrebbe spianare la strada alla piattaforma di Google, per ora ancora in fase semi-sperimentale.

Android Pay: una foto per avere punti fedeltà e premi

Un’analisi condotta indipendentemente dalle due testate online 9to5Google e AndroidPolice ha rivelato un soprendente particolare: Android Pay implementerà nel breve termine un sistema di riconoscimento facciale.

La scoperta è stata fatta analizzando il codice sorgente della nuova versione 1.22 di Android Pay: tra le righe di codice è comparsa una feature chiamata Visual ID, descritta come

“un modo sicuro di confermare la propria identità, presso i negozi convenzionati, per ricevere punti fedeltà e premi”.

A quanto pare, il sistema funzionerà in questo modo: le attività che parteciperanno all’iniziativa di Google si doteranno di un’apposita videocamera capace di comunicare con lo smartphone del cliente tramite Bluetooth. Nessuna foto verrà scattata o salvata, dal momento che l’operazione avverrà in real-time: Visual ID confronterà il volto ripreso dalla videocamera con un’immagine di riferimento del cliente, confermandone o meno l’identità.

Google, Android Pay implementerà il riconoscimento facciale androidpaysamsungpay TechNinjaIn questo modo, senza dover esibire nessuna carta o documento, verranno caricati sull’account del cliente i punti fedeltà del proprio supermercato. Un’iniziativa interessante, che però non è detto vedrà la luce: Google ha più volte ribadito di essere al lavoro per rendere i pagamenti tramite smartphone sempre più intuitivi e rapidi, e che quindi molte di queste feature potrebbero essere solo “di prova”. Portiamo ad esempio il caso del sistema Google Hands Free, spentosi definitivamente alcuni mesi fa.