Alternativa di Siri su App Store: l’applicazione Cortana

Siri da oggi avrà una diretta concorrente in casa: Cortana

Dopo aver concluso tutte le varie fasi beta del caso, da qualche ora l’applicazione Cortana, assistente multimediale del gruppo Microsoft, sbarca in maniera ufficiale su App Store.

Alternativa di Siri su App Store: lapplicazione Cortana lazy placeholder TechNinja

Tutti a questo punto si domanderanno se nei loro Apple device, potranno convivere in maniera proficua e soprattutto utile, due assistenti vocali che sulla carta, sono state progettate (e che, anche se sono solo virtuali, sono due donne estremamente combattive), per eseguire gli stessi compiti, che man mano gli vengono assegnati. Nonostante si pensi che all’interno di Apple qualcuno possa limitare le funzionalità dell’applicazione Cortana,  in base ai primi test eseguiti sulla app fornita per i device della mela morsicata, i risultati sembrano essere positivi. Queste prove sono state effettuate su versioni dedicate sia ad IOS, che ad una più avanzata per Android, negli Stati Uniti. Questo perché, la release in questione, è disponibile, per ora, solo in lingua inglese e cinese. Durante le prove fatte, la protagonista di Halo, da risposte oppure inserisce link di testo, in base al proprio database a disposizione.

Come funziona Cortana sul campo

Come immaginato sin dall’inizio, la risposta dell’applicazione Cortana in un ambiente diverso da Windows phone, non può essere la medesima, in quanto non facente parte in maniera viscerale del sistema operativo. Nonostante questo, Apple come da tradizione “libertina” su tutto quello che consente di interagire con i propri dispositivi, ha fatto si che questa nuova applicazione possa lavorare in modo ottimale, nonostante alcune piccole barriere o strade indirizzate a causa della struttura nel proprio sistema operativo. Detto ciò, all’applicazione Cortana, si può chiedere (come si fa anche con Siri) di fissarci gli appuntamenti in maniera completa, indicando giorno e data. La grossa differenza sta che questa voce registrata, non sarà presente nel nostro calendario dell’iPhone, ma bensì verrà creata all’interno dei nostri “Reminders”. Cortana inoltre, non avrà modo di interagire con le altre app presenti sul Device ( tipo l’utilizzo di Google Maps, messaggi etc..). Quello che potrà fornirci a livello di informazioni, sono una sorta di RSS, che ci terranno aggiornati su temi da noi indicati quali sport, politica ed eventi. Per poter fare ciò ovviamente, dovremmo utilizzare un account Microsoft di registrazione così come si fa già per i telefoni Lumia. Per il momento, questa applicazione utilizzata fuori dalla suo ambiente naturale, sembra ancora troppo acerba o comunque superflua, dato che c’è chi può e fa già di più!

 

Seguici su Facebook, Twitter, Google+Telegram e Youtube