Rilasciato il Kernel Linux 4.11

Rilasciata la nuova versione del Kernel Linux, diverse le novità introdotte, come il supporto ai SoC Intel Gemini Lake

Rimanendo perfettamente ligio alla tabella di marcia stabilita, Linus Torvalds ha annunciato il rilascio del kernel Linux 4.11

Questa nuova versione del kernel è un major update che va ad introdurre moltissime migliorie e nuove funzioni. Lo sviluppo è proseguito certosino nei passati due mesi, la prima release candidate è stata rilasciata i primi giorni del mese di Marzo.
Le release candidate totali sono state ben otto in totale, ma finalmente possiamo aver accesso, scaricare e compilare la final release.

Rilasciato il Kernel Linux 4.11 linux bug 9 anni 300x225 TechNinja

Kernel Linux 4.11, le novità

 

Veniamo adesso alle numerose novità introdotte dal team di Torvalds: abbiamo un nuovo perf ftrace tool, è stato aggiunto il supporto per i dischi OPAL e per il protocollo SMC-R (Shared Memory Communications-RDMA).
Notifichiamo una nuova system call, statx() utile a rimpiazzare stat(2), e il supporto SMB3 è stato introdotto nel file system CIFS. Molto utile l’introduzione del supporto per numerosi nuovi device ARM e SoCs (per la lista completa vi rimandiamo a dare un’occhiata all’annuncio ufficiale).
Sbiriciando nei filesystem possiamo notare qualche piccolo aggiornamento minore a EXT4, Btrfs, XFS e F2FS.

Stando allo stesso Torvalds nell’ultima settimana il team ha fixato alcune piccole cose, ma niente di preoccupante. Il cinquanta percento del lavoro è stato dedicato ai driver (sound e networking su tutti) mentre il restate cinquanta riguarda fix (filesystem, networking) e aggiornamenti vari.

Molto interessante, peraltro, l’introduzione del supporto per i chip Intel Gemini Lake, cioè una serie di cpu low-cost, basate su Atom, sviluppate usando la tecnologia Intel a 14nm.

Per chiunque volesse provare il Kernel Linux 4.11, che dovrebbe comunque arrivare nei repository della propria distribuzione di fiducia, dopo il rilascio della prima point release (atteso a breve), sarà possibile scaricarlo direttamente dal sito kernel.org.
Per tutte le ulteriori informazioni che magari vi dovessero servire, vi rimandiamo ancora una volta all’annuncio ufficiale di Linus Torvalds.