3D Touch Instagram, ecco cosa cambia nell’app Android

pubblicita

3D Touch Instagram: un nuovo aggiornamento permette di accedere a nuove funzioni semplicemente premendo a lungo su una foto.

3D Touch Instagram, ecco cosa cambia nell’app Android. All’inizio di quest’anno, sugli Apple Watch, ha fatto il suo debutto Force Touch, un sistema basato su due livelli (tap e pressione) che permette di accedere a determinate funzioni semplicemente analizzando la pressione effettuata su una parte del display.

Lo sviluppo di questo nuovo meccanismo ha generato non poche polemiche: da un lato c’è chi lo considera “superfluo” perché non apporta vantaggi reali all’utente; dall’altro c’è chi pensa che l’accesso a nuove funzioni mediante una pressione più o meno prolungata apre la strada ad un nuovo modo di comunicazione utente-device.

Il sistema Touch Force ha poi subito un ampliamento quand’è stato ottimizzato per iPhone 6S e 6S Plus: ai due livelli già presenti, ne è stato aggiunto un terzo (pressione prolungata) ed il sistema ha cambiato nome, divenendo 3D Touch.

A tal proposito, vi vogliamo parlare di come Instagram ha incorporato nella sua app Android il supporto ad un meccanismo molto simile al 3D Touch.

3D Touch Instagram, ecco cosa cambia nellapp Android lazy placeholder TechNinja

Il nuovo aggiornamento riprende, in un certo modo, le novità apportate sull’app per iOS di Facebook: con iPhone 6S basta una pressione più forte su una foto per visualizzarne l’anteprima; su Instagram succede quasi esattamente la stessa cosa, ma al posto di un forte pressione, bisognerà tenere premuto più a lungo.

Su iOS, il 3D Touch consente anche di lanciare scorciatoie premendo sull’icona di Instagram nella Home; questo non accade su Android, perchè il sistema operativo non supporta le scorciatoie delle app dalla schermata iniziale.

Questa nuova funzione aggiunta su Instagram per Android potrebbe non sembrare una novità, ma permette di comprendere come gli sviluppatori delle app del robottino siano consci che, aggiungendo un sistema in grado di rilevare una pressione prolungata, si possa in qualche modo emulare il 3D Touch di Apple, ottenendone gli stessi vantaggi.

3D Touch Instagram, ecco cosa cambia nellapp Android lazy placeholder TechNinja

In futuro, anche gli smartphone Android potrebbero supportare un sistema simile, come svelato da Synaptics, azienda produttrice di touchpad ed altri dispositivi d’interazione tattile, qualche mese fa.

Dopo aver rilasciato il nuovo aggiornamento, Instagram ha provveduto a ritirarlo poco dopo, dichiarando che si sarebbe trattato di un “test”. Ma ora è consentito pensare che la prossima versione dell’app supporterà la funzione descritta sopra.

Voi cosa ne pensate? Sarebbe un sistema vantaggioso? Ditecelo nei commenti!

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google Plus, Telegram e Youtube per essere sempre aggiornati su tutto ciò che riguarda il mondo della tecnologia!

via Phonearena