Huawei confessa: utilizzati diversi tipi di memoria per Huawei P10

I Huawei P10 e P10 Plus in circolazione montano chip memoria diversi tra loro: stando a Huawei le prestazioni non cambiano, ma qualcuno grida già alla truffa

pubblicita

Huawei recita il mea culpa: Richard Yu, CEO del colosso cinese, in alcuni post pubblicati sul social network Weibo ha confessato che nella realizzazione di Huawei P10 e P10 Plus sono stati utilizzati diversi tipi di memoria, sia ROM che RAM, sebbene ciò non sia stato comunicato agli acquirenti e, anzi, sia stata la stessa Huawei a giudicare la notizia infondata dopo i risultati contraddittori di alcuni benchmark.

Huawei confessa: utilizzati diversi tipi di memoria per Huawei P10 huawei p10 review 6 e1492706316250 TechNinjaIl fatto avrà delle ripercussioni, se non legali, sicuramente sull’immagine dell’azienda, che perde enormemente di credibilità: non solo tutti i dispositivi vengono venduti allo stesso prezzo (senza tener conto del minor costo delle componenti più datate), ma al momento dell’acquisto i compratori non possono sapere cosa andranno a comprare.

Huawei prova a calmare le acque: componenti diversi, ma prestazioni identiche

A detta di Yu, nonostante l’impiego di componenti diverse tra i vari Huawei P10 e P10 Plus assemblati, le prestazioni di tutti i dispositivi prodotti sono pressocchè identiche: una magra consolazione, che mostra però la volontà da parte di Huawei di sopperire ai problemi con i rifornitori grazie ad una ottimizzazione lato software.

Le componenti incriminate sono innanzitutto i moduli di memoria flash installati: sebbene sulla carta siano tutti basati sulla tecnologia UFS 2.1, dai benchmark (e come confermato da Huawei) è emerso che sono state utilizzate anche memorie UFS 2.0 e, addirittura, eMMC 5.1, che offrono prestazioni sensibilmente inferiori rispetto all’UFS 2.1.

pubblicita

Huawei confessa: utilizzati diversi tipi di memoria per Huawei P10 1385990 TechNinjaDiscorso simile va fatta per la RAM: ufficialmente, Huawei P10 e P10 Plus montano moduli di memoria RAM LPDDR4, con prestazioni (come riportato dalla stessa Huawei) fino al 40% superiori rispetto al vecchio standard LPDD3; eppure, i benchmark mostrano che non pochi Huawei P10 e P10 Plus sono invece dotati di moduli LPDD3.

Il caso ricorda molto da vicino quanto successo con Samsung che, nell’assemblaggio di Samsung Galaxy S8, ha optato per due diversi processori (Exynos 8895 e Snapdragon 835, con il primo rivelatosi in alcune circostanze più performante del secondo), e per moduli fotocamera di diversa provenienza, non specificata al momento dell’acquisto.