Mastercard, arriva la carta di credito con lettore di impronte digitali

La nuova generazione di carte di credito Mastercard integrerà un lettore biometrico, rendendo superfluo (ma pur sempre utilizzabile) il codice PIN

pubblicita

I lettori di impronte digitali sono stati protagonisti, negli ultimi due anni, di una vera e propria rivoluzione: da prodotti di nicchia, costosi e di difficile utilizzo, a metodo veloce e sicuro di autenticazione, usato da tantissimi smartphone e tablet di tutti i prezzi.

Mastercard, arriva la carta di credito con lettore di impronte digitali IMG 5638e TechNinjaDopo il pagamento tramite selfie, Mastercard continua a guardare al futuro e agli smartphone, e prova a svincolare i lettori biometrici dal mondo della telefonia, annunciando la creazione di una nuova generazione di carte di credito capaci di riconoscere l’impronta digitale del proprietario e, dunque, di autorizzare pagamenti e prelievi senza la necessità di ricordare alcun codice.

Carta di credito e impronte digitali: come funziona?

Il sistema messo in piedi da Mastercard per utilizzare le impronte digitali come metodo di autenticazione è semplice: i clienti che richiederanno la nuova carta di credito dovranno recarsi in banca e effettuare una prima scansione delle impronte digitali. E’ possibile memorizzare fino ad un massimo di due impronte, a patto che siano entrambe appartenenti ad un’unica persona, ovvero l’intestatario della scheda.

E’ interessante notare che le impronte digitali non verranno archiviate in nessun altro luogo, se non all’interno della scheda stessa che, dunque, conterrà nel proprio chip (nessuna banda magnetica, per questioni di sicurezza) i dati biometrici del proprietario.

pubblicita

Mastercard, arriva la carta di credito con lettore di impronte digitali mastercard xlarge trans NvBQzQNjv4BqqVzuuqpFlyLIwiB6NTmJwfSVWeZ vEN7c6bHu2jJnT8 TechNinjaFatto questo, sarà possibile utilizzare la propria carta di credito in tutta sicurezza, sia per i pagamenti che per i prelievi: non sarà più necessario immettere alcun codice PIN (sebbene sia possibile ugualmente sceglierne uno, optando per un sistema di sicurezza su due livelli), ma solo appoggiare il dito prescelto sul lettore biometrico della carta, posizionato in alto a destra della scheda.

La fase di testing delle nuove carte di credito si è conclusa con successo (chi ha avuto la fortuna di provarla ha trovato questo sistema più veloce da utilizzare rispetto al PIN) e Mastercard potrebbe portarla a breve negli Stati Uniti, in Europa e in alcuni paesi dell’Asia: ulteriore lato positivo sta nel fatto che le nuove schede funzioneranno anche con i POS già compatibili con i chip attuali.