Facebook pensa a un drone per permettere di avere internet anche nelle zone disastrate

A breve potrebbe arrivare un drone capace di portare internet nelle zone disastrate o colpite da calamità naturali. Il progetto è di Facebook e si sta sviluppando velocemente.

pubblicita

Un drone pensato per portare internet dove, almeno apparentemente, appare impossibile? Ci sta pensando Facebook che, anche dopo le novità dell’F8, continua a far parlare di sé e dei piani che potrebbero vedere la luce a breve.

Il drone di Facebook per portare internet dove non c’è

Del progetto in questione si inizia a parlare proprio in queste ore: il team Zuckerberg sta pensando di mettere a punto un drone che ha come scopo primario quello di riuscire ad assicurare copertura internet anche in tutte quelle zone colpite da disastri calamità naturali.

Facebook pensa a un drone per permettere di avere internet anche nelle zone disastrate id673643 3 TechNinja

Nello specifico, dovrebbe trattarsi di un elicottero dalle dimensioni ridotte e senza pilota, trattandosi di un drone come specificato, che al momento prende il nome provvisorio di Tether-antenna.

Il team Facebook ha anche dato una prima idea di come tutto questo potrebbe funzionare. Si dovrebbe trattare, quindi, di una misura di emergenza, che dovrebbe essere attivata nel momento in cui si verifichi una interruzione della connettività cellulare. Naturalmente, per funzionare, dovrà essere attiva una linea internet a terra: il drone Facebook, quindi, dovrebbe andare a collegarsi proprio ai cavi internet ad alta velocità che rimangono integri dopo l’evento disastroso. Alzandosi poi in volo per qualche decina di metri, il drone dovrebbe essere in grado di propagare il segnale.

pubblicita

Si è altresì detto che questo drone potrà rimanere in funzione per mesi, coprendo il lasso temporale durante il quale si svolgeranno i lavori di riassestamento a terra. Per alimentarsi prenderà energia elettrica dai cavi elettrici dell’alta tensione.

Un progetto molto interessante quello di Facebook che, però, al momento è ancora in fase embrionale. Del resto, in un caso come questo si devono fare i conti con diversi fattori e, prima di dire che si è addivenuti alla soluzione definitiva, è necessario studiare bene la situazione. Nella fase di testing attualmente in atto, il drone Tether antenna ha funzionato per sole 24 ore di seguito. Vedremo cosa accadrà in futuro.